L’aeroporto di Malpensa sarà intitolato a Silvio Berlusconi: Salvini pronto alla firma

Il ministro dei Trasporti Matteo Salvini ha annunciato che l'aeroporto di Milano Malpensa sarà intitolato a Silvio Berlusconi

Foto di Matteo Runchi

Matteo Runchi

Editor esperto di economia e attualità

Redattore esperto di tecnologia e esteri, scrive di attualità, cronaca ed economia

L’Enac, l’Ente nazionale per l’aviazione civile, ha approvato la proposta del Consiglio regionale della Lombardia di intitolare l’aeroporto di Milano Malpensa a Silvio Berlusconi. Sarà il ministero dei trasporti a dover dare il via libera definitivo, ma il titolare del dicastero, il vicepremier Matteo Salvini, ha già annunciato che firmerà la delibera.

Critiche per la decisione dalle opposizioni sia locali che nazionali. In Regione il Partito democratico ha definito la scelta inopportuna e imbarazzante. Già in passato, all’ipotesi di intitolare importanti siti di Milano a Silvio Berlusconi, il sindaco Pd Sala aveva tassativamente risposto di no citando come motivazione la legge che impone di aspettare 10 anni dalla morte di una persona per questo tipo di procedure.

L’aeroporto di Malpensa sarà intitolato a Silvio Berlusconi

Lo scorso venerdì durante il Forum in Masseria tenuto da Bruno Vespa in questi giorni, il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti Matteo Salvini ha annunciato che l’Enac, l’Ente nazionale per l’aviazione civile, avrebbe presto approvato la proposta della Regione Lombardia di intitolare l’aeroporto di Milano Malpensa a Silvio Berlusconi. In quel momento l’ufficialità di questa decisione non era ancora stata comunicata ma, nelle ore successive, Enac ha confermato quanto anticipato dal leader della Lega.

L’aeroporto di Malpensa è il secondo scalo italiano per numero di passeggeri che vi transitano, davanti a Bergamo Orio al Serio e Roma Fiumicino. È il più importante dei tre aeroporti milanesi e al momento porta il nome di un toponimo locale dei territori in cui è stato costruito, molto comune in Lombardia. Anche in altri casi però, raramente in Italia viene utilizzato il nome di dedica per individuare un aeroporto. Più spesso infatti si usa la località in cui è situato.

La proposta di intitolare Malpensa a Silvio Berlusconi fu avanzata dal Consiglio regionale della Lombardia che lo scorso 21 giugno aveva approvato una mozione con una maggioranza di 28 a 18. Il testo, presentato da un consigliere dell’opposizione, non era stato votato dalla Lega, che si era astenuta insieme al terzo polo e alla lista del presidente Fontana, mentre Pd e M5S avevano votato contro. Favorevole invece il resto della maggioranza.

La soddisfazione di Salvini e le critiche delle opposizioni

“Una bella notizia: l’aeroporto di Milano Malpensa sarà intitolato a Silvio Berlusconi. Proprio oggi il consiglio di amministrazione dell’Enac (Ente nazionale per l’aviazione civile) ha approvato la richiesta fatta da Regione Lombardia un anno fa. La decisione finale spetta al ministro alle Infrastrutture e Trasporti e sono pronto a mettere l’ultima firma, con orgoglio e commozione, nel ricordo dell’amico Silvio, grande imprenditore, grande milanese e grande italiano. Sempre con noi” ha scritto sul proprio account X (già Twitter) il ministro dei Trasporti Salvini.

Critiche invece della decisione le opposizioni. Il capogruppo del Partito democratico in Regione Lombardia Pierfrancesco Majorino ha definito la decisione: “Una scelta imbarazzante e inopportuna. La biografia di Silvio Berlusconi non rappresenta chi come noi combatte i valori che quel periodo ha rappresentato”. Anche il sindaco di Milano Beppe Sala si è detto contrario, citando la legge che impone di attendere 10 anni prima di intitolare luoghi pubblici a una persona scomparsa.