Berlusconi vende la villa regalata a Francesca Pascale: la maxi cifra

La famiglia Berlusconi ha venduto la villa che fu il nido d'amore del Cav e di Francesca Pascale: solo la ristrutturazione costò tantissimo

Francesca Pascale continua a occupare le pagine dei rotocalchi. Il matrimonio con Paola Turci, nonostante la discrezione sempre dimostrata dalla coppia in due anni di fidanzamento, è stato tra gli argomenti più chiacchierati di queste prime settimane d’estate. A far parlare in questi giorni, però, è stata la vendita della maxi villa che Silvio Berlusconi aveva acquistato come nido d’amore da condividere con la sua giovane partner durante la loro storia d’amore, all’inizio della quale lei aveva solo 26 anni.

La conferma della vendita della villa regalata da Berlusconi a Francesca Pascale

Si tratta di Villa Maria, a Rogoredo, frazione di Casatenovo, in provincia di Lecco, diventata di proprietà del Cav nel 2015. Il nuovo acquirente non si è fatto attendere: la vendita, curata dall’agenzia Lionard, è avvenuta solo pochi giorni dalla pubblicazione dell’annuncio.

Dimitri Corti, amministratore delegato e fondatore della società di luxury real estate, ha fatto sapere che la proprietà ha trovato subito un compratore dopo un brevissimo periodo sul mercato. Lionard ha garantito massimo riserbo sulla trattativa, nel rispetto della privacy garantita a tutti i clienti, ma “alla luce delle recenti speculazioni” a opera della stampa e dei media, il ceo ha deciso di rilasciare un comunicato stampa per spiegare che “la villa non è più disponibile”.

Quanto è grande Villa Maria e quanto è costata: 29 milioni di ristrutturazione

Villa Maria ha una metratura di quasi 1.500 mq, con un parco di oltre 30 mila mq attorno. In precedenza era stata la casa di Valentino Giambelli, calciatore e imprenditore, ex presidente del Monza Calcio, proprio come Silvio Berlusconi. Gli ampi spazi interni hanno diversi camini e sono arredati con colori neutri e mobili di design Made in Italy, scelti dalla stessa Francesca Pascale nel 2015.

Lei aveva continuato a viverci anche dopo la fine della relazione con il presidente di Forza Italia, trasferendosi poi in Toscana all’inizio della relazione con Paola Turci, con cui è convolata a nozze lo scorso 2 luglio, con una unione civile celebrata proprio il giorno del Pride di Milano. Tuttavia la proprietà dell’immobile sarebbe rimasta sempre in mano all’ex fidanzato, che avrebbe poi deciso di metterla sul mercato con l’agenzia Lionard.

Vendita confermata direttamente dall’agenzia immobiliare, dunque, anche se rimane il mistero del prezzo. Villa Maria era stata comprata da Silvio Berlusconi per 2,5 milioni di euro. Tuttavia al prezzo di acquisto bisogna aggiungere ben 29 milioni di euro di lavori di ristrutturazione, ampliamento e oneri di urbanizzazione. Il Cav pagò infatti il rifacimento della piazza della chiesa, oltre a dotare la lussuosa abitazione di ogni comfort, compresi impianti di domotica e pannelli solari.

Vi abbiamo parlato qui dell’hotel di lusso che ha fatto da cornice all’unione di Francesca Pascale e Paola Turci, a Montalcino, in provincia di Siena. E mentre l’ex fidanzata corona il suo sogno d’amore, ci sono guai per Silvio Berlusconi: tre eredi sono pronti alla scissione, con la divisione delle aziende di famiglia, come spiegato qua. Nel mentre il Cav continua con la sua avventura alla guida del Monza: ecco quanto ha speso e quanto investirà.