Quanto guadagna un operaio agricolo?

A quanto ammonta lo stipendio di un lavoratore che presta servizio nel settore agricolo?

Il settore agricolo riveste un ruolo di primaria importanza nella nostra nazione grazie alla presenza di terre fertili e di un clima mite.

Vino, olio, formaggi: sono questi alcuni dei prodotti made in Italy, motivo di orgoglio in tutto il mondo e che derivano dalla produzione di materie prime come uva, olive, latte. Una lista che potrebbe essere interminabile se si considerano migliaia di ettari destinati alla coltivazione di frutta e verdura. Secondo i dati raccolti dall’Istat, nel 2017, il valore aggiunto dell’agricoltura corrisponde a 31,5 miliardi di euro, dove il 2,1% di questo valore è nazionale. E sempre nel 2017, i prezzi dei prodotti agricoli venduti, hanno registrato un rialzo pari al 6,2%, con un recupero dei margini rispetto all’anno precedente.

Inoltre, negli ultimi otto anni, oltre 800.000 ettari di terra in Italia sono stati adibiti alla coltivazione di prodotti biologici, con una crescita del 71% circa. Il Bel Paese è infatti uno dei principali paesi europei per questo tipo di coltivazione, tanto che si contano oltre 75.000 imprese impegnate in questa fetta del mercato.

Dietro alla filiera dell’agricoltura c’è un enorme numero di persone ,che ogni giorno si adopera per portare avanti il processo produttivo. Dalle figure degli operai, fino a quelle dei professionisti specializzati in determinate competenze, coloro che prestano servizio in questo settore sono oltre 1,2 milioni.

Si tratta di lavori particolarmente usuranti, che richiedono forza fisica e resistenza alle intemperie. Sono dunque tra le attività più faticose, ma in mancanza delle quali non potremmo assaporare i prodotti che dalla terra, arrivano direttamente sulle nostre tavole.

Ma quanto guadagna un lavoratore agricolo? Gli stipendi mensili, variano sulla base delle competenze professionali del lavoratore:

  • una figura non specializzata, guadagna 874,65€;
  • un lavoratore specializzato con specifiche competenze (es. il potatore), ha uno stipendio di 1.173,06€;
  • un lavoratore qualificato (es. agronomo), guadagna 1.286,25€.

Il contratto nazionale prevede un monte orario settimanale di 36 ore, per un massimo di 6,25 ore al giorno. In caso di straordinari, sono previsti i seguenti compensi:

  • nei giorni feriali, viene corrisposto il 25% della retribuzione base;
  • nei giorni festivi, viene corrisposto il 35% della retribuzione;
  • per le ore notturne feriali, viene corrisposto il 40% della retribuzione base;
  • per le ore notturne festive, la percentuale corrisposta è del 45%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Quanto guadagna un operaio agricolo?