Che cos’è Gol e quali sono i requisiti del programma per il lavoro

Programma nazionale per la Garanzia di occupabilità dei lavoratori: chi può accedervi

Programma nazionale per la Garanzia di occupabilità dei lavoratori, in una sigla: Gol. Finanziato con i soldi del Recovery Fund, punta a reinserire nel mondo del lavoro i non soltanto disoccupati di lunga durata, entro il 2025.

Ecco a quanto ammontano le risorse, chi può beneficiarne, in cosa consiste il programma per il reinserimento dei disoccupati al lavoro e chi può accedervi.

A quanto ammontano le risorse di Gol e chi può accedervi

Si tratta in tutto di 4,4 miliardi di euro di fondi europei. I beneficiari saranno disoccupati di lunga data, ma anche lavoratori under 55, giovani under 30 e disabili. Il 75% di chi avrà accesso al programma, sarà rappresentato da donne, una misura pensata evidentemente per erodere il cosiddetto gender gap, che vede gli uomini più rappresentati nei posti al vertice del mondo del lavoro e nel mondo del lavoro in generale.

La prima regione per entità di fondi ripartiti è la Campania. Sui criteri di assegnazione, infatti, hanno un peso non secondario i numeri riguardanti i percettori di Reddito di Cittadinanza e di Indennità Mensile di Disoccupazione, la cosiddetta Naspi. La Campania ha una quota percentuale importante, a livello nazionale, sia di beneficiari di RoC, sia di Naspi. La quota parte di Gol che prende la strada della Campania è pari quindi a 124,2 milioni di euro.

A seguire, la Lombardia – con 99,7 milioni, si tratta pur sempre della regione più popolosa d’Italia – quindi Sicilia, Basilicata, Molise, Valle d’Aosta.

In cosa consiste il programma, quando arrivano le risorse

Lo scopo è quindi quello di avviare i disoccupati storici e altre categorie di soggetti sociali verso un percorso di formazione e apprendimento, finanziato dall’Europa, che possa renderli più appetibili su un mercato del lavoro nel quale mancano importanti e strategiche figure professionali – qui alcune delle figure alle quali si allude.

Compito delle regioni è presentare un piano di attuazione entro due mesi, che dovrà essere valutato e approvato da Anpal – Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro, entro un mese. Le risorse arriveranno in due tranche. La prima, riguardante il 75%, al momento dell’approvazione del piano, la seconda, riguardante il restante quinto della somma, al raggiungimento di alcuni obiettivi, tra cui la spesa della metà delle risorse assegnate.

Tra le proposte per risollevare il mercato del lavoro dopo l’emergenza Covid, anche quella dell’Inps per i giovani: qui tutti i dettagli.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Che cos’è Gol e quali sono i requisiti del programma per il lavoro