Come si diventa nutrizionista?

Come diventare nutrizionista: quali sono i titoli di studio necessari e qual è il percorso da fare

Se vuoi intraprendere una carriera nel mondo del benessere e dell’alimentazione, questo articolo su come diventare nutrizionista è perfetto per te. Oggi, infatti, ti vogliamo parlare di questa figura professionale, di quali sono le sue attività e di quali competenze sono necessarie per svolgere questo mestiere. Vediamo nel dettaglio come si diventa nutrizionista.

Diventare nutrizionista

Diventare nutrizionista significa diventare uno specialista dell’alimentazione umana, ovvero un esperto nel corretto utilizzo degli alimenti per il benessere psicofisico e per il mantenimento dello stato di salute. Tra le sue attività principali c’è l’orientamento o la correzione delle abitudini alimentari e dello stile di vita di un individuo.

Il nutrizionista si occupa anche della valutazione dello stato di nutrizione delle persone, studia le diete più adatte per mense aziendali e gruppi sportivi, oltre a diete speciali per chi ha specifiche patologie. Il nutrizionista può lavorare presso centri fitness, palestre e centri benessere.  Può essere impiegato anche presso aziende pubbliche e private, per occuparsi della ricerca e dello sviluppo, ma anche del controllo di qualità e della verifica dell’igiene degli alimenti.

Università per diventare nutrizionista

Vediamo quale università occorre frequentare per diventare nutrizionista. Per esercitare questa professione, bisogna conseguire una laurea magistrale in Biologia o in Scienze della Nutrizione, che si trovano presso le facoltà di Biologia, Biotecnologie, Medicina e Chirurgia, Farmacia o Agraria.

Prima della laurea è necessario conseguire una laurea triennale preferibilmente in scienze biologiche. Mentre prima della laurea triennale occorre avere il diploma di scuola media superiore. Tra le diverse scuole superiori, il liceo scientifico è quello che può fornire la preparazione di base più completa per chi vuole poi intraprendere un percorso per diventare nutrizionista.

Corsi per diventare nutrizionista

Oltre a frequentare facoltà come Biologia o Scienze della Nutrizione, è possibile scegliere anche dei corsi per diventare nutrizionista che si svolgono online. Le università telematiche che offrono corsi da nutrizionista hanno le stesse materie delle università tradizionali, ma in più hanno il vantaggio di non essere a numero chiuso. Così, chi vuole diventare nutrizionista non deve sostenere il test di ammissione come avviene per le facoltà tradizionali.

Percorso per diventare nutrizionista

Dopo aver conseguito la laurea, il percorso per diventare nutrizionista prevede il superamento dell’esame di Stato e l’iscrizione all’Ordine dei Biologi nella Sez. A, che conferisce l’abilitazione a svolgere la professione di biologo nutrizionista. Per accedere all’esame di Stato per diventare nutrizionista, occorre aver conseguito uno dei seguenti titoli di studio:

  • Laurea specialistica nella classe:
    – 6/S Biologia;
    – 7/S Biotecnologie agrarie;
    – 8/S Biotecnologie industriali;
    – 9/S Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche;
    – 82/S Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio;
    – 69/S Scienze della nutrizione umana.
  • Laurea magistrale nella classe:
    – LM-6 Biologia;
    – LM-7 Biologie agrarie;
    – LM-8 Biotecnologie industriali;
    – LM-9 Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche;
    – LM-75 Scienze e tecnologie per l’ambiente ed il territorio;
    – LM-61 Scienze della nutrizione umana.
  • Laurea vecchio ordinamento in Scienze Biologiche: con disposizioni ministeriali del 6 giugno 2012, possono essere ritenuti idonei per l’ammissione agli esami di Stato: “tutti i titoli conseguiti secondo il vecchio ordinamento equiparati dal decreto ministeriale del 9 luglio 2009 a quelli previsti dal D.P.R. 328/2001 come validi per l’accesso alle specifiche professioni”.

L’esame di stato per diventare nutrizionista prevede le seguenti prove:

  • Una prima prova scritta riguardante l’ambito biofisico, biochimico, biomolecolare, biotecnologico, biomatematico e biostatistico, biomorfologico, clinico biologico, ambientale e microbiologico.
  • Una seconda prova scritta riguardante le materie relative a igiene, management e legislazione professionale, certificazione e gestione della qualità.
  • Una prova orale che si basa sulle materie oggetto delle due prove scritte e su legislazione e deontologia professionale.
  • Una prova pratica che verte su valutazioni epidemiologiche e statistiche, utilizzo di strumenti per la gestione e valutazione della qualità, valutazione dei risultati sperimentali ed esempi di finalizzazione di esiti.

Quanto guadagna un nutrizionista

Infine, vediamo quanto guadagna un nutrizionista. Lo stipendio di un nutrizionista può variare in base al luogo di lavoro presso il quale è impiegato. Un nutrizionista può anche svolgere la libera professione e, in questo caso, i suoi guadagni possono variare in base alla capacità di acquisire nuovi clienti. In Italia, un nutrizionista può avere uno stipendio medio che parte da 800 euro, per chi è all’inizio della carriera, fino ad arrivare a 2.500 euro al mese per un professionista con esperienza. Ora sai come diventare nutrizionista e tutto ciò che è importante conoscere se vuoi intraprendere questa attività.