Cosa sappiamo del medico morto a Mantova dopo il vaccino Covid

Un medico di 64 anni è morto a Mantova alcuni giorni dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer-BioNTech: è stata disposta l'autopsia per capire se il decesso sia o meno una conseguenza

Venerdì 15 gennaio è stata disposta l’autopsia sul corpo di Enrico Patuzzo, medico 64enne morto a Mantova. Era stato vaccinato pochi giorni prima contro il Covid, solo gli esami sul cadavere potranno confermare l’assenza di un nesso tra la vaccinazione e il decesso. Da tempo, comunque, l’uomo soffriva di problemi cardiaci. Aveva deciso di farsi vaccinare anche a tutela delle proprie condizioni di salute.

L’autopsia è stata richiesta dalla direzione dell’Asst, Aziende socio sanitarie territoriali della Lombardia, che ha contestualmente informato sia gli organismi di governo regionali sia le autorità di regolazione tecnico-scientifica.

Cosa sappiamo del medico morto a Mantova dopo il vaccino Covid

Al medico era stato somministrato il vaccino Pfizer-BioNTech, ma il decesso potrebbe essere collegato ai problemi cardiaci di cui l’uomo soffriva.

Secondo Fanpage, infatti, l’uomo era stato costretto in passato a chiedere il trasferimento in una struttura più adatta ai suoi standard lavorativi: per questo era stato riassegnato all’ospedale Pieve di Coriano.

Nelle prossime ore è quindi atteso il risultato dell’autopsia per capire quali siano state le cause del decesso.

Altri casi simili: Genova, Stati Uniti e Portogallo

Una decina di giorni fa un caso simile si era verificato in una Rsa di Genova. Una donna di 89 anni, ospite della struttura, è deceduta in seguito a una emorragia cerebrale. Vaccinata prima della morte, le indagini del medico legale non hanno rilevato nessi causali diretti tra emorragia e siero anti Covid.

Il giorno prima della morte del medico di Mantova, il caso di Gregory Michael ha scosso gli Stati Uniti. Il medico, infatti, è morto alcuni giorni dopo aver ricevuto la dose del vaccino anti Covid di Pfizer-BioNTech.

Il dottore lavorava a Miami e aveva 56 anni. La causa del decesso di Michael non è ancora nota: starebbe indagando la stessa Pfizer, il cui vaccino gli era stato somministrato 16 giorni prima della morte.

Il primo decesso a gettare ombre sul vaccino si era verificato a inizio a gennaio, quando un’infermiera (Sonia Azevedo) è morta in Portogallo pochi giorni dopo aver ricevuto il vaccino. In quel caso, però, l’autopsia ha chiarito come non ci sia stata alcuna correlazione tra la somministrazione del vaccino Pfizer-BioNTEch.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa sappiamo del medico morto a Mantova dopo il vaccino Covid