Il fotovoltaico si innova e funziona anche di notte

Cresce il mercato del fotovoltaico. Tra le novità, c'è anche quella relativa al suo funzionamento durante le ore serali

Quando il pianeta chiama, l’uomo risponde (anche se con un po’ di ritardo). L’emergenza da inquinamento ambientale ha messo in allarme i più grandi ricercatori del mondo, al punto che le Istituzioni stanno adottando alternative più sostenibili in grado di tutelare l’ambiente in cui viviamo.

Un passo in avanti per salute del mondo, ma anche per la vivibilità e il benessere dell’uomo. E se da un lato ci si sta muovendo per ridurre l’utilizzo della plastica, dall’altro stanno prendendo piede soluzioni green legate alla produzione energetica. In questo senso, l’uso di fonti rinnovabili come sole e vento stanno generando ottimi risultati in termini di minore inquinamento e di maggiore produzione di energia.

Nascono così parchi eolici in tutto il mondo, si perfeziona la tecnologia adoperata per la realizzazione dei pannelli fotovoltaici, si sviluppano nuovi sistemi di accumulo energetico: il mercato del fotovoltaico sta subendo un incremento importante. Secondo gli addetti esperti del settore, negli ultimi 50 anni le sperimentazioni iniziali hanno raggiunto risultati strepitosi.

In generale, nel 2019, è previsto un aumento pari al 20% circa dell’aumento della potenza installata rispetto al 2018 e il nostro Paese figura tra le realtà più dinamiche sotto questo aspetto.

E proprio dall’Italia arriva una bella novità: il fotovoltaico funziona anche durante le ore serali. Si tratta di una sfida che sta portando avanti l’impresa Fotovoltaico Semplice, di proprietà del gruppo IMC Holding e che grazie ad un accordo con Varta Storage, renderà possibile l’uso di energia prodotta durante il giorno, anche la sera.

Il meccanismo sfrutta un sistema già conosciuto, ovvero quello dell’accumulo energetico. L’energia prodotta in grandi quantità di giorno tramite il funzionamento dei pannelli fotovoltaici, crea un surplus energetico in grado di caricare le batterie installate nel sistema. A questo punto, l’energia “in eccesso” e accumulata durante il giorno viene rilasciata dagli accumulatori durante le ore serali e notturne. Questi pannelli saranno utili anche per alimentare le colonnine di ricarica per le automobili disposte nei centri urbani.

Non solo pannelli fotovoltaici da installare sui tetti e sulle mura degli edifici o sui terreni: ora i pannelli fotovoltaici possono essere applicati alle finestre domestiche promettendo un buon risparmio energetico e una maggiore efficienza rispetto a quelli installati sui tetti.

Inoltre, una delle ultime novità in tema fotovoltaico, arriva dal team di Arborea che in collaborazione con l’Imperial College di Londra ha ideato una tecnologia innovativa che sfrutta la fotosintesi clorofilliana. Si tratta di pannelli fotovoltaici che replicano il processo delle piante depurando l’aria che si respira.

Il fotovoltaico si innova e funziona anche di notte