Superbonus 110% vale anche per la sostituzione degli infissi: in quali casi

Via libera alla detrazione del 100% per la sostituzione degli infissi in quanto lavori trainati. Lo chiarisce l'Agenzia delle Entrate

Via libera  al superbonus 110% per la sostituzione degli infissi, anche con posizione e dimensioni diverse, ma a patto che non si tratti di una nuova installazione e che la superficie totale sia uguale o minore alla precedente. Inoltre, siccome si parla di lavori trainati, è necessario rispettare una serie di requisiti.
Lo chiarisce l’Agenzia delle Entrate con la risposta all’interpello numero 524 del 30 luglio 2021.

Superbonus 110%, in quali casi possono essere detratti infissi e serramenti

Il superbonus può essere applicato anche per la sostituzione degli infissi se c’è una variazione di posizione e di dimensioni. Non vale per una nuova installazione, e la superficie totale delle aperture deve essere uguale o minore alla precedente.

Se la sostituzione viene eseguita congiuntamente ai lavori ammessi al superbonus 110%, il bonus infissi che già esiste e consiste in una detrazione del 50%, può dunque salire al 110%. Come? Facendo in modo che la sostituzione degli infissi sia un intervento trainato, che sia dunque “trainato” da un primo intervento, definito “trainante”.

Lo riporta la risposta dell’Agenzia delle Entrate: “Sentito il Ministero dello sviluppo economico, si ritiene che nella disciplina del Superbonus, gli interventi su serramenti e infissi possono essere esclusivamente “trainati” ai sensi del citato articolo 119, comma 2 del decreto Rilancio. Come nell’Ecobonus, l’intervento deve configurarsi come sostituzione di componenti già esistenti o di loro parti e non come nuova installazione. Ciò considerato, per gli interventi diversi da quelli di demolizione e ricostruzione è possibile fruire dell’Ecobonus anche nell’ipotesi di interventi di spostamento e variazione dimensionale degli infissi a condizione che la superficie totale degli infissi nella situazione post intervento sia minore o uguale di quella ex ante. Ciò a garanzia del principio di risparmio energetico”.

Ricordiamo che per poter accedere ai benefici previsti dall’incentivo è necessario che gli interventi effettuati siano inquadrabili come ristrutturazione edilizia. I lavori trainati danno diritto alla maxi detrazione solo se eseguiti insieme a uno degli interventi di isolamento termico, di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale o di riduzione del rischio sismico.

Superbonus per gli infissi, cosa comprende

Le spese ammesse al superbonus per gli infissi comprendono la fornitura, l’installazione di finestre, infissi, scuri, persiane, avvolgibili, vetrate, ovvero tutte le tipologie di serramenti, compresi porte e portoni, in grado di assicurare un miglioramento del rendimento energetico rispetto a quelli installati in precedenza. È applicabile sia ai condomini che alle case unifamiliari.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Superbonus 110% vale anche per la sostituzione degli infissi: in quali...