730 precompilato 2022, da quando sarà disponibile. Le istruzioni

Dichiarazione dei redditi precompilata, la nuova data 2022 e le istruzioni dell'Agenzia delle Entrate per visualizzare, modificare e/o integrare i propri dati

È stata prorogata la data a partire da quando sarà possibile accedere al modello 730 precompilato 2022. Il termine ordinario del 30 aprile è stato prorogato al 23 maggio 2022 per effetto di un emendamento al decreto Sostegni ter, che ha prorogato la scadenza per la comunicazione dell’opzione di cessione del credito o sconto in fattura dei bonus edilizi.

La precompilata sarà resa disponibile in un’area del sito dell’Agenzia delle entrate, da cui si potrà accedere tramite credenziali SPID (Sistema Pubblico dell’Identità Digitale), carta d’identità elettronica o CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Dichiarazione precompilata, la nuova data

Per effetto della proroga disposta dall’articolo 10-quater del decreto legge n. 4/2022, la dichiarazione precompilata 2022 (modello 730 o modello Redditi) e il relativo elenco riepilogativo dei dati inseriti nella dichiarazione saranno disponibili a partire dal 23 maggio 2022 (invece che dal 30 aprile).

Dichiarazione precompilata, cos’è

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti una dichiarazione dei redditi precompilata con diversi dati già inseriti:

  • spese sanitarie;
  • spese universitarie;
  • spese funebri;
  • premi assicurativi;
  • contributi previdenziali;
  • bonifici per interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica

e altro ancora.

Chi accetta online il 730 precompilato senza apportare modifiche non dovrà più esibire le ricevute che attestano oneri detraibili e deducibili e non sarà sottoposto a controlli documentali.

Oltre al 730 è disponibile anche il modello Redditi persone fisiche precompilato.

Dichiarazione precompilata 2022, le istruzioni

Per rendere più completa e corretta la dichiarazione precompilata 2022 che sarà disponibile a partire dal 23 maggio occorre:

  • verificare i dati dei fabbricati e terreni;
  • comunicare al datore di lavoro i dati del coniuge e dei familiari a carico;
  • se non si vogliono rendere disponibili i dati sulle spese sanitarie, comunicare l’opposizione;
  • se non si vogliono rendere disponibili i dati sulle spese universitarie, comunicare l’opposizione;
  • se non si vogliono rendere disponibili le rette per la frequenza degli asilo nido, comunicare l’opposizione
  • se non si vogliono rendere disponibili i dati relativi alle erogazioni liberali a favore degli enti del Terzo Settore, comunicare l’opposizione;
  • se non si vogliono rendere disponibili i dati relativi alle spese scolastiche e alle erogazioni liberali agli istituti scolastici.

Dichiarazione precompilata, chi può farla

Possono inviare all’Agenzia delle Entrate, la dichiarazione 730 online precompilata 2022 solo i contribuenti che hanno percepito, nell’anno di imposta 2021, i seguenti i redditi:

  • redditi di pensione,
  • redditi di lavoro dipendente a tempo determinato, se il rapporto di lavoro dura almeno dal mese di aprile al mese di luglio 2022, se il 730 è presentato tramite il sostituto di imposta (datore di lavoro),
  • reddito di lavoro dipendente, se la dichiarazione è presentata tramite Caf dipendenti, se il rapporto di lavoro a tempo determinato dura almeno da giugno a luglio 2022;
  • reddito di lavoro dipendente a tempo indeterminato (compresi gli italiani che lavorano all’estero, quando il reddito è determinato sulla base delle retribuzioni annuali convenzionali);
  • redditi derivanti da disoccupazione Naspi, mobilità e cassa integrazione, dis-coll;
  • redditi conseguiti come personale della scuola precario, con contratto di lavoro a tempo determinato, se il contratto parte dal mese di settembre dell’anno 2021 sino al mese di giugno 2022;
  • redditi dei soci delle cooperative;
  • remunerazioni dei sacerdoti;
  • retribuzioni dei giudici costituzionali, dei parlamentari e degli altri soggetti titolari di cariche pubbliche,
  • compensi per l’attività libero professionale intramuraria del personale dipendente del Servizio sanitario nazionale;
  • i produttori agricoli esonerati dalla presentazione delle dichiarazioni 770 Irap e Iva;
  • i redditi di lavoro autonomo occasionale;
  • gli eredi che presentato la dichiarazione per conto dei parenti deceduti.

Dichiarazione precompilata 2022: come visualizzarla

A partire dal 23 maggio l’utente può consultare il proprio 730 precompilato online, accedendo all’area riservata del sito Agenzia delle entrate.Per farlo però occorre essere in possesso di:

  •  credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale (Spid)
  • Carta d’identità elettronica (CIE)
  • Carta nazionale dei servizi (CNS)

All’interno del servizio è possibile visualizzaremodificare e/o integrare la propria dichiarazione e infine inviarla all’Agenzia. Una volta effettuato l’invio, la dichiarazione con il protocollo dell’invio resta visualizzabile e scaricabile all’interno della propria area autenticata.

La dichiarazione dei redditi precompilata deve essere trasmessa:

  • entro il 30 settembre (modello 730)
  • entro il 30 novembre (modello Redditi Persone Fisiche).