Debutta il bonifico superveloce: soldi in 10 secondi

Instant Payment: pagamenti sempre più veloci, praticamente istantanei

Addio lunghe attese. Da oggi in poi il sogno di molti è realtà: al via anche in Italia i bonifici istantanei. I soldi arrivano in 10 secondi. Avete capito bene, solo 10 secondi.
I Paesi nei quali sarà possibile emettere i bonifici istantanei rientrano nell’area Sepa (Single euro payments area) e sono 34, così suddivisi: 19 Stati che hanno adottato l’euro; 9 che accettano pagamenti in euro; 6 Paesi esterni all’area euro.
Il 30/09/2017 i clienti delle banche aderenti hanno ricevuto insieme all’estratto conto la modifica unilaterale del contratto che prevede l’inserimento del nuovo sistema di “ instant payment “ ovvero il bonifico istantaneo.
Un sistema in studio già dal 2014 che dopo 3 anni è diventato realtà  grazie alla figura costante e chiave della società EBA CLEARINE e , soprattutto, della BCE ( Banca Centrale Europea ).
Il 21 novembre Unicredit ha eseguito per la prima volta in Europa il bonifico istantaneo dalla Germania all’Italia bagnando l’esordio di questo rivoluzionario sistema di pagamento.
Sono tre le banche italiane che al momento hanno aderito: Unicredit, Intesa San Paolo e Banca Sella. L’importo massimo consentito per il bonifico istantaneo è di 15mila euro. 

Ma vediamo le principali differenze con il sistema ordinario SEPA.

  • BONIFICO SEPA:  si può inserire solo nei giorni lavorativi (o meglio in caso di banca on line si può inserire in qualsiasi giorno ma viene eseguito il giorno successivo lavorativo. Ad esempio lo inserisco il sabato e la banca lo lavora il lunedì. O ancora lo inserisco il 25 dicembre e la banca lo lavora il 27 dicembre se tale data non è né sabato né domenica altrimenti il lunedì successivo e così via..)
  • BONIFICO ISTANTANEO: Si può inserire in qualsiasi giorno 24 ore su 24 e 365 giorni l’anno. La banca lo lavora immediatamente indipendentemente dall’ora e dal giorno.

  • BONIFICO SEPA TEMPI DI ACCREDITO: 1 giorno lavorativo
  • BONIFICO ISTANTANEO TEMPI DI ACCREDITO: L’accredito avviene dopo 10 secondi e la valuta all’ordinante è il giorno dell’addebito
  • BONIFICO SEPA : Può essere revocato dall’ordinante nella stessa giornata dell’ inserimento.
  • BONIFICO ISTANTANEO: Non può essere revocato
I COSTI  del bonifico immediato variano a secondo della policy aziendale dell’istituto di credito dell’ordinante
Il costo per chi ha un conto corrente con Unicredit sarà di 2,50 euro mentre per i correntisti di Banca Sella sarà gratis fino al 31 marzo 2018 (o avrà lo stesso prezzo di un bonifico normale così come previsto dal proprio conto corrente), mentre dal primo aprile costerà 2,30 euro
Quanto a Intesa San Paolo, il costo sarà di 0,60 centesimi (cioè 4 centesimi per ogni mille euro) che andrà ad aggiungersi al costo del bonifico normale così come previsto dal proprio conto corrente.

Una partenza per gradi
e il motivo è in buona parte tecnologico: bisogna testare, infatti, nuovi sistemi che in pochi secondi effettuano tutti i controlli sulla regolarità dei pagamenti e la rispondenza a tutte le normative previste per le transazioni bancarie. Un’operazione che al momento tutte le banche effettuano in tre giorni (il tempo, appunto, che ci mette ad arrivare un bonifico ordinario), oppure in un giorno, quando il cliente chiede l’urgenza. Con il bonifico istantaneo, dunque, anche il sistema bancario è chiamato ad adeguarsi alla velocità delle fintech, da tempo concentrate nell’offerta di soluzioni affidabili e veloci.

SICUREZZA E RAPIDITA’
– Con i bonifici istantanei – ha detto il Presidente dell’ABI Antonio Patuelli – l’Europa fa un altro passo in avanti verso una sempre maggiore integrazione del mercato dei pagamenti e verso una società ancora più moderna ed evoluta, con meno contante e più strumenti elettronici innovativi, veloci e sicuri. I pagamenti elettronici istantanei, infatti, coniugano la sicurezza e la rapidità a cui ci hanno abituato le carte con i vantaggi del denaro contante: facilità d’uso e disponibilità immediata dei fondi. Proprio per questo possono rappresentare un alleato importante nella lotta al contante, soprattutto in un Paese come il nostro ancora fortemente legato all’uso del cash
“.
Debutta il bonifico superveloce: soldi in 10 secondi