Tutto quello che devi sapere per aprire un conto corrente

Leggi i suggerimenti per scegliere la migliore banca per aprire un conto corrente e tutta la procedura da seguire

Tutti nella vita devono affrontare questo step: un bel giorno giunge il momento di aprire un conto corrente. C’è chi lo fa prima e chi dopo, comunque quando si decide di fare questo passo è sempre bene essere informati su quali possa essere la migliore banca per aprire un conto corrente, se sia meglio aprire un conto Bancoposta oppure se la soluzione sia la banca online e, ad esempio, aprire un conto Arancio. Se stiamo navigando in questo mare magnum di consigli e opportunità, ecco qualche suggerimento e qualche considerazione per muoversi al meglio tra le banche.

Che cosa si intende per conto corrente

Prima di vedere come aprire un conto corrente, come scegliere la migliore banca, che documenti presentare e le varie procedure, vediamo di cosa stiamo parlando. Il conto corrente è a tutti gli effetti un contratto con la banca che consente di gestire i propri soldi e usufruire dei vari servizi offerti, come possedere una carta di debito, una carta di credito, fare operazioni di internet banking o avere a disposizione un libretto degli assegni. Tutte le operazioni che è possibile effettuare saranno comunque descritte nel contratto e nel Foglio Informativo che verrà rilasciato dalla banca al momento della sottoscrizione. Se l’apertura di un conto corrente è gratuita, mantenerlo in genere presenta dei costi, come un canone periodico per il conto stesso o per la carta di credito.

Per questo, al momento della scelta della migliore banca per aprire un conto corrente, è opportuno informarsi bene sui costi: molte banche azzerano i canoni con certe condizioni, mentre spesso risulta conveniente aprire un conto corrente online che il più delle volte non prevede spese. A volte, anche aprire un conto Bancoposta può risultare una scelta vincente, bisogna informarsi sulle condizioni e offerte presenti al momento della sottoscrizione.

Come si apre un conto corrente

Ma veniamo al sodo: come funziona l’apertura di un conto corrente? L’operazione è piuttosto semplice e leggermente differente a seconda del tipo di banca se tradizionale o online ma comunque gli step da seguire sono 3:

  • leggere attentamente le condizioni del conto, non è mai bello ritrovarsi brutte sorprese a contratto sottoscritto;
  • firmare e consegnare il contratto con allegate le dichiarazioni di presa visione del foglio illustrativo e il consenso al trattamento dei dati personali;
  • fornire alla banca una copia del documento di identità e codice fiscale. In caso ci siano più intestatari, sono necessari i documenti di tutte le persone titolari del conto. Per alcune banche è necessario anche un certificato di residenza, ma sarà l’istituto scelto a farne richiesta nel caso occorra.

A questo punto la banca procederà a raccogliere tutta la documentazione e attivare un nuovo conto, con un codice cliente e un Iban personale. Ovviamente la tempistica potrebbe variare se intendiamo aprire un conto corrente online: non essendoci interazione diretta con il personale, il conto aperto a distanza sarà operativo solo dopo che la banca avrà potuto procedere con l’identificazione.

Che documenti occorre fornire all’apertura di un conto corrente

Una volta scelta la banca migliore per aprire il nostro conto corrente, dovremo solo procurarci:

  • Una copia della Carta di Identità in corso di validità
  • Una copia del Codice Fiscale, anche questo in corso di validità
  • Un certificato di residenza, nel caso in cui la nostra banca ce lo chiedesse.

A questo punto basterà armarsi di pazienza e iniziare la procedura della banca per aprire il proprio conto.

Chi può aprire un conto corrente

Adesso è piuttosto chiaro cosa sia un conto corrente e come aprirlo, ma ancora ti stai chiedendo se puoi aprirlo. In realtà, non c’è nessuna limitazione legislativa legata all’apertura di un conto corrente, l’unico parametro è che l’intestatario del nuovo conto abbia raggiunto la maggiore età. Per i minorenni è comunque possibile sottoscrivere il famoso libretto di risparmio, ovvero una forma di deposito, o una carta ricaricabile.

Qual è la banca migliore per aprire un conto corrente?

Non è affatto semplice scegliere la migliore banca per aprire un conto corrente. Le condizioni e le spese del conto variano a seconda dell’età dell’intestatario, delle condizioni, dei servizi che intende attivare, nonché a seconda del momento e delle offerte momentanee della banca.

Per questo, il consiglio che possiamo dare è quello di scorrere le informative di vari istituti di credito e valutare quella che offra condizioni migliori per chi intende aprire il conto corrente. Spesso, la scelta più conveniente è aprire un conto corrente online, anche se in questo caso potrebbe essere più complicato recarsi presso una filiale fisica per effettuare alcune operazioni perché sono in numero molto ridotto rispetto alle banche tradizionali.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tutto quello che devi sapere per aprire un conto corrente