Gianluca Vacchi nei guai: cosa succede al re di Instagram

Gianluca Vacchi, imprenditore e star dei social, dovrà pagare 200mila euro al fratello Bernardo per un affare andato male

Acque agitate in casa Vacchi, tra l’imprenditore e celebre influencer bolognese Gianluca e il fratello Bernardo. Quest’ultimo ha infatti chiesto e ottenuto il pignoramento di 200mila euro in beni e diritti nei confronti della star dei social. L’ultimo atto di una bega familiare per un affare andato male.

Battaglia legale tra Gianluca Vacchi e il fratello: pignorati 200mila all’influencer

Entrambi eredi dell’impero familiare Ima, colosso industriale bolognese progettazione e produzione di macchine automatiche per l’imballaggio (e estraneo alla vicenda), i due fratelli si differenziano per stile, indole e attività imprenditoriale.

Bernardo, il più piccolo, 51 anni, ha una personalità certamente più sobria e riservata rispetto all’estroverso Gianluca, 54 anni, deejay, musicista e influencer da 44 milioni di follower, noto per i suoi balletti sui Instragram e per lo sfoggio sui suoi canali social di uno sfarzoso tenore di vita, in ville e yacht di lusso.

Battaglia legale tra Gianluca Vacchi e il fratello: la vicenda

Il contenzioso nasce dalle scorie legali originate dalle separazione societaria tra i due fratelli, quando insieme erano in affari nella produzione di cyclette con lampade a infrarossi.

Con un’ordinanza del 28 aprile, il giudice del tribunale di Bologna, Marco D’Orazi, ha autorizzato il sequestro in via conservativa di 200mila euro in beni e diritti nei confronti di una società riferibile a Gianluca Vacchi, la GVLifestyle srl.

La società Boato International, riferibile a Bernardo, affermava un credito nato dalla produzione delle “Enjoy Bikes“, dal marchio lanciato dall’influencer, che avrebbe dovuto sfruttare la sua notorietà per vendere le cyclette a palestre e centri sportivi.

Le due società erano partecipate in misura maggioritaria o integrale della capogruppo Cofiva Holding, fino alla separazione dei due fratelli nel 2021.

ll giudice, valutati gli atti, ha deciso di accogliere parzialmente il ricorso della società riferibile a Bernardo, riconosciuto un debito in relazione a beni prodotti, venduti a Gvl (e presumibilmente venduti a terzi) e autorizzato ad avviare il processo di merito, ma escludendo le fatture, maggioritarie per valore, relative allo stoccaggio del materiale.

Le strade imprenditoriali dei due fratelli Vacchi si sono separate definitivamente con la creazione da parte di Bernardo del proprio marchio Finvacchi, sotto la quale ha raggruppato un family office e una holding di investimenti con un capitale stimato di 130 milioni di euro, costituito in prevalenza da liquidità e partecipazioni aziendali per continuare a seguire la tradizione imprenditoriale di famiglia.

Gianluca, invece, proseguirà la carriera di star sui social, slegato ora economicamente e finanziariamente dalla famiglia (qui avevamo parlato dei primi listini prezzi per le prestazioni degli influencer).

Tra le ultime iniziative dell’influencer noto come “Mr Enjoy”, il lancio di Kebhouze, il suo nuovo food brand di kebab (qui avevamo parlato della nascita della nuova startup di Gianluca Vacchi).

L’imprenditore re dei social network – sono oltre 41 milioni i suoi follower tra Instagram e Tik Tok – aveva annunciato a fine 2021 la sua nuova avventura imprenditoriale pubblicando un video nella villa di Bologna con un misterioso personaggio in costume alto oltre 2 metri e una grande testa a forma di kebab su cui si poggia una corona d’oro. In quel video Gianluca Vacchi viene ripreso mentre assaggia il primo kebab della sua vita, dopo che per anni si era dichiarato scettico nei confronti del piatto tipico della cucina turca.