Quanto guadagna Ivan Zaytsev, il Ronaldo della pallavolo

Sport 'minore'? Non proprio. Ecco il ricco contratto del giocatore più noto in Italia e i benefit previsti dal Mondiale appena iniziato

Ivan Zaytsev è senza dubbio tra i pallavolisti più noti al mondo e il più famoso in Italia. Ecco il suo ricco ingaggio, tra sponsor e benefit Mondiale.

In ambito sportivo l’Italia ha occhi quasi soltanto per il calcio. Viene definito, a giusta ragione, lo sport nazionale, ed è anche quello che garantisce a imprenditori e sportivi gli introiti maggiori. Ciò non vuol dire però che la fiamma degli ‘sport minori’ sia spenta.

Dal basket al tennis, fino alla pallavolo, tutto ciò che non prevede 22 uomini su un campo, gode della passione di un pubblico di nicchia (se numericamente paragonato a quello calcistico). Al tempo stesso però si registrano molte meno polemiche, un grado di incidenti esterni a dir poco esiguo, ma soprattutto una sana passione sportiva, di generazione in generazione.

Certo, non si vive di sola passione e, per quanto giornali e tifosi tendano ormai sempre più a definire alcuni sport ‘minori’, i compensi previsti sono di certo invidiabili. È di certo difficile avvicinarsi ai milioni profusi in serie A, soprattutto da quando Cristiano Ronaldo è giunto alla Juventus. Guardando a determinati ingaggi con gli occhi di un operaio, di certo non mancano i ‘paperoni’ altrove.

Basti pensare a Ivan Zaytsev, senza dubbio uno degli uomini di punta del movimento pallavolistico in Italia. Il suo nome è noto anche ai non appassionati di tale sport e, per notorietà e talento, è tra i più pagati al mondo, percependo 500mila euro a stagione. Una cifra che potrebbe aumentare dopo l’addio ai Block Devils e l’approdo ufficiale a Modena.

Come sempre accade quando si giunge ai massimi livelli del proprio ambito sportivo, nel conteggio delle entrate economiche occorre inserire anche i proventi dagli sponsor. Nel caso di Zaytsev il tema si è rivelato essere alquanto delicato in passato. Il giocatore aveva spiegato di non poter utilizzare le calzature fornite dallo sponsor federale, a causa di un problema fisico.

Una vicenda che portò al suo allontanamento dal ritiro dell’Italia, e che per molti era legata a doppio filo alle entrate garantite dal suo sponsor privato, del quale il giocatore (che ha smentito tale visione della vicenda) avrebbe voluto indossare le scarpe.

Intanto ha da poco avuto inizio il Mondiale di volley maschile, che si terrà tra l’Italia e la Bulgaria. L’esordio è stato positivo, avendo la meglio del Giappone per 3-0. Un ricco montepremi è previsto per la Nazionale che vincerà il titolo, al quale si aggiungono quelli per il miglior giocatore del torneo, l’mvp, e i talenti inseriti nel Dream Team.

Questo torneo rappresenta quindi un’opportunità in più per aumentare il conto in banca del campione italo-russo. La Nazionale campione riceverà un assegno da 172mila euro, mentre 108mila andranno alla seconda classificata. Per la medaglia di bronzo sono infine previsti 65mila euro. All’mvp andranno 26mila euro, mentre ogni membro del Dream Team riceverà 8.600 euro.

Se Zaytsev è probabilmente il giocatore più noto in Italia, superando i confini del proprio sport in quanto a fama, non è propriamente il Ronaldo di questo sport. Il trono spetta a Wilfredo Leon, cubano naturalizzato polacco, che ha firmato un biennale con Perugia, con opzione per il terzo anno, per un totale di circa 900mila euro a stagione. Un ingaggio che lo rende il pallavolista più pagato al mondo.

Quanto guadagna Ivan Zaytsev, il Ronaldo della pallavolo