Cos’è, come funziona e a chi è rivolto Fondo Est

Fondo Est è un fondo di assistenza sanitaria integrativa: ecco come funziona e chi ne ha diritto

Foto di Claudio Garau

Claudio Garau

Editor esperto in materie giuridiche

Laureato in Giurisprudenza, con esperienza legale, ora redattore web per giornali online. Ha una passione per la scrittura e la tecnologia, con un focus particolare sull'informazione giuridica.

Se ne parla spesso, ma non a tutti è chiaro cosa sia nello specifico: parliamo del Fondo Est, il fondo di assistenza sanitaria integrativa nato nel 2005 e diretto ai dipendenti di diversi Ccnl.

Si tratta di un fondo che offre numerose garanzie a quanti ne possono fruire, incluse spese legate ad interventi e visite specialistiche. Capiamo nello specifico come funziona il Fondo Est e come effettuare iscrizione o richiedere rimborsi.

Cos’è e a che cosa serve il il Fondo Est

Come spiega il sito web ufficiale a riguardo, il Fondo Est consiste in un ente di assistenza sanitaria integrativa rispetto al servizio offerto da SSN, costituito dalle parti sociali nel 2005 e creato grazie all’attuazione di un accordo recepito dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (C.C.N.L.) del Terziario e del Turismo e, in un momento successivo, dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro delle seguenti aree:

  • Aziende Ortofrutticole e Agrumarie
  • Aziende Farmaceutiche Speciali
  • Impianti Sportivi, delle Autoscuole, delle Agenzie Funebri
  • Distribuzione moderna organizzata
  • Fiori recisi

Non solo. Dal primo gennaio 2023, il Fondo Est vale anche in riferimento al Ccnl settore assistenziale socio-sanitario. Questo ente ha natura giuridica di associazione non riconosciuta e non mira a fini di lucro.

Come accennato poco sopra, il Fondo si occupa di assicurare – ai lavoratori iscritti – prestazioni e trattamenti di assistenza sanitaria integrativa al Servizio Sanitario Nazionale. In riferimento ad esse c’è un Piano Sanitario ad hoc, consultabile sul portale web ufficiale del Fondo Est.

Fondo Est, chi ne ha diritto

L’ente in oggetto rimarca che i beneficiari delle prestazioni di assistenza sanitaria integrativa, sono i soggetti compresi nel campo di applicazione dei contratti collettivi sopra citati. In particolare, se ne possono avvalere i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato e gli apprendisti ai quali si applicano i menzionati Ccnl mentre, con riferimento al solo contratto collettivo Aziende Ortofrutticole e Agrumarie, hanno diritto alle prestazioni di assistenza sanitaria i lavoratori con contratto a tempo determinato di durata superiore a cinque mesi.

In generale, ove il Ccnl lo preveda, è permessa l’iscrizione di lavoratori subordinati con contratto a tempo determinato di durata superiore a 3 mesi.

Le prestazioni sanitarie fornite dal Fondo Est

Ma quali sono, in concreto, le prestazioni di assistenza sanitaria integrativa comprese all’interno del Fondo Est? A seguire un elenco, non esaustivo, delle attività offerte agli iscritti:

  • spese pre e post ricovero;
  • visite specialistiche;
  • accertamenti diagnostici;
  • pacchetti di riabilitazione e controllo;
  • lenti ed occhiali;
  • pacchetto maternità;
  • invalidità permanente;
  • fisioterapia, agopuntura, ausili e presidi.

Si tratta di servizi gestiti direttamente da Fondo Est, oppure gestiti da UniSalute per conto di Fondo Est (ad es. le prestazioni di ortodonzia, di implantologia e di estrazione denti).

Gli interessati a saperne di più, potranno fare riferimento al cd. Piano Sanitario del Fondo Est, ossia lo strumento per conoscere tutti i dettagli delle garanzie previste e le relative modalità per usufruirne. Si può trovare qui.

Non solo. Onde avere ulteriori approfondimenti:

  • sulle prestazioni sanitarie gestite da Fondo Est e sulle modalità di erogazione, è a disposizione degli iscritti, dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 19.30, il numero della Centrale Operativa 06.51.03.11
  • sulle prestazioni sanitarie gestite da UniSalute per Fondo Est, è a a disposizione degli iscritti, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30, il numero verde 800.016.648.

Come si può notare la rete di prestazioni è davvero ampia ed integra il SSN (leggi qui della proposta di rendere a pagamento il servizio sanitario nazionale, per chi vive all’estero).

Regolamento Fondo Est e strutture convenzionate

La legge italiana prevede che tutte le aziende del Ccnl di riferimento (tra quelli sopra elencati), iscrivano al Fondo Est i propri dipendenti, sia che questi ultimi siano dotati di un contratto a tempo indeterminato o di apprendistato. Ma possono ricevere tutela anche i lavoratori a tempo determinato.

Perciò l’iscrizione non è oggetto di scelta volontaria del singolo dipendente, ma questi potrà beneficiare di fatto dell’obbligo imposto al datore di lavoro. Le norme in materia prevedono una specifica contribuzione a favore del fondo in oggetto.

Per quanto riguarda invece le modalità di iscrizione, può essere effettuata completamente online sul sito ufficiale del Fondo Est. Sul portale è disponibile altresì un esaustivo manuale sulla procedura di registrazione.

Fondo Est mette a disposizione dei propri iscritti una vasta rete di strutture pubbliche e private convenzionate con Unisalute. Le strutture, poliambulatori, case di cura e studi odontoiatrici, sono capillarmente diffuse su tutto il territorio nazionale e garantiscono una risposta adeguata alle esigenze degli iscritti. Sul sito si può consultare una mappa interattiva per scoprire quelle più vicine alla propria residenza.

Il Fondo Est integra, come detto, il SSN nella sua attività di presidio sanitario per la collettività, ma forse non tutti sanno delle cifre record delle prestazioni per la salute, se il servizio sanitario nazionale non fosse attivo. Ne abbiamo parlato qui.

Come prenotare una prestazione sanitaria Fondo Est

Come spiega il sito web ufficiale, l’interessato o l’interessata  può compiere le prenotazioni, accedendo all’area riservata MyFondoest.

Altrimenti si può prenotare per telefono:

  • visite specialistiche e prestazioni di diagnostica in strutture convenzionate, contattando la centrale operativa di Fondo Est al numero 06.510311 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30
  • prevenzione cardiovascolare e oncologica, odontoiatria, accertamenti diagnostici odontoiatrici, ortodonzia, ricoveri per interventi chirurgici ed ospedalizzazione domiciliare per malattia o infortunio, servizi di assistenza a seguito di neoplasia maligna contattando UniSalute per Fondo Est al numero di telefono 800.016.648 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30

Fondo Est ricorda altresì che, al fine di prenotare una prestazione sanitaria in una struttura pubblica, basta contattare il CUP ed effettuare la prenotazione. A seguito di quest’ultima, sarà possibile domandare – ed ottenere – il rimborso del ticket, secondo le modalità previste dal piano sanitario Fondo Est.

Come funziona il modulo rimborso del Fondo Est

Nel caso in cui il dipendente di un’azienda iscritta al Fondo Est effettui una spesa sanitaria, potrà richiedere apposito rimborso inviando alle strutture dell’ente la copia della documentazione richiesta.

Sarà possibile compiere la richiesta di rimborso, accedendo dal sito http://www.fondoest.it all’area riservata MyFondoest e caricando le proprie richieste sul web. Altrimenti, varrà la modalità classica di rimborso, via posta ordinaria.

In particolare, le richieste di rimborso per ambiti come maternità, fisioterapia, agopuntura, presidi e ausili medici ortopedici potranno essere inviate a Fondo Est – Ufficio Liquidazioni – Via Cristoforo Colombo, 137- 00147 Roma.

Di contro, le altre richieste dovranno essere inviate a UniSalute S.p.A Fondo Est – Rimborsi Clienti – Via Larga 8 – 40138 Bologna (BO).

Infine, ricordiamo che la richiesta di rimborso potrà essere fatta entro un anno dalla data del documento di spesa.