Come si diventa pilota di aerei di linea?

Scopri come diventare pilota di aerei, quali sono i requisiti necessari e cosa fare per diventarlo

Foto di Alessandra Di Bartolomeo

Alessandra Di Bartolomeo

Giornalista di economia

Giornalista esperta di risparmio, ha maturato una vasta esperienza nella divulgazione di questioni economiche.

Oggi approfondiremo una delle professioni più affascinanti e gratificanti: quella del pilota di aerei. Diventare un pilota di aerei di linea richiede non solo una grande passione per il volo, ma anche il soddisfacimento di specifici requisiti e il completamento di un percorso formativo rigoroso e impegnativo. In questa guida, esamineremo nel dettaglio tutte le fasi necessarie per intraprendere questa carriera, dall’ottenimento delle licenze necessarie all’acquisizione delle competenze tecniche e pratiche fondamentali.

Come si diventa pilota di aerei di linea

Per diventare pilota di aerei di linea, è necessario iscriversi a una scuola di volo certificata. Dopo aver completato il corso, che dura circa due anni e ha un costo di circa 100.000 euro, si può ottenere la licenza di pilota.
Ottenuta la licenza, il pilota deve accumulare un determinato numero di ore di volo ogni anno per mantenere attive le sue competenze. Inoltre, ogni sei mesi, è necessario sostenere esami che valutano le capacità del pilota, in particolare in situazioni di emergenza. Superando questi esami, il pilota può confermare e rinnovare il proprio brevetto di volo.

Diventare pilota di linea

Il percorso per diventare pilota di linea prevede i seguenti tre step:

  • La licenza PPL, ovvero di pilota privato, che consente di pilotare un aereo o un elicottero con passeggeri non paganti. Per ottenerla sono necessarie 37 ore di volo in doppio comando e 10 ore in solitaria, più un’ora di esame. Durante il corso si imparano le basi del pilotaggio, la navigazione, il controllo dell’aereo e la simulazione realistica di diverse situazioni di emergenza. Per ottenere questa licenza non è richiesta la conoscenza dell’inglese;
  • La licenza CPL, cioè di pilota commerciale, che permette al pilota di essere pagato per l’attività di volo. Per conseguire questa licenza sono richieste almeno 150 ore di volo come pilota in comando, la licenza PPL e la conoscenza della lingua inglese;
  • La licenza ATPL per il pilota di linea, che consiste in un corso diviso in due parti. Una parte riguarda l’addestramento teorico di 750 ore divise tra Meteorologia, Navigazione Aerea, Legge, Human Performance e altre materie. Mentre l’altra parte è dedicata l’addestramento pratico.

Diventare pilota di aereo

Per diventare pilota di aerei di linea, è necessario superare un esame teorico al termine del periodo di addestramento teorico. Se il futuro pilota supera questo esame, ottiene il Frozen ATPL, un attestato di idoneità teorica valido per sette anni.

Successivamente, il candidato deve completare l’addestramento pratico e accumulare 1.500 ore di volo. Al termine di questo periodo, deve superare un esame di volo. Il superamento di questo esame consente di ottenere il Full ATPL, la licenza che abilita a pilotare un aereo di linea come comandante.

Una volta ottenuta la licenza, il pilota deve essere abilitato a volare su specifici modelli di aereo. Questo richiede un ulteriore addestramento su un simulatore di volo, che deve essere effettuato per ogni tipo di aereo che il pilota intende pilotare. Questo addestramento ha un costo di circa 25.000 euro.

Requisiti per diventare pilota di aerei

Tra i principali requisiti per diventare pilota di aerei ci sono:

  • avere un diploma di scuola media superiore oppure affrontare un test che prevede le conoscenze basilari di matematica, fisica e inglese;
  • partecipare al corso che prevede una parte teorica e una parte pratica, più vari test psicofisici che vengono ripetuti ogni due anni fino ai 40 anni e successivamente ogni anno.

Quanto guadagna un pilota di aerei di linea

Arrivati alla conclusione di questo articolo, non ci resta che scoprire quanto guadagna un pilota di aerei di linea. Lo stipendio è mediamente di circa 2.800 euro netti al mese, se il pilota ha meno di 3 anni di esperienza. Mentre con un’esperienza tra i 4 e i 9 anni, lo stipendio medio sale a circa 3.300 euro al mese. Un pilota, invece, che ha tra i 10 e i 20 anni di esperienza guadagna in media 5.100 euro al mese.

Una retribuzione media di 6.400 euro al mese, infine, è quella che spetta ad un pilota di aerei di linea con più di 20 anni di servizio. La carriera all’interno di una compagnia aerea può avanzare in base all’anzianità di servizio e al tempo di volo accumulato. Se si desidera intraprendere una professione che permetta di volare alto, non resta che seguire le indicazioni che abbiamo fornito su come diventare pilota di aerei.