WhatsApp, cos’è la nuova funzione “invisibile”

L’ultima novità della piattaforma più utilizzata al mondo riguarda la possibilità di navigare senza essere notati: ecco come attivare la modalità “incognito”

Al giorno d’oggi sono sempre più numerosi gli utenti che ricercano nuove soluzioni per migliorare la tutela della propria privacy. In un mondo in cui l’online ha investito buona parte delle vite di tutti rendendosi necessario per effettuare la maggior parte delle più basilari operazioni della routine quotidiana, milioni di persone si battono ogni giorno affinché i dati sensibili, le relazioni personali e l’ambito lavorativo rientrino in quella sfera privata che ognuno di noi tende a salvaguardare nel modo più efficace possibile.

Va proprio in questa direzione l’ultima novità che riguarda l’utilizzo di WhatsApp, divenuta ormai da diversi anni la piattaforma di messaggistica istantanea più utilizzata nel mondo per chattare, radunare persone in gruppi allargati e condividere immagini, link, file video e contenuti audio.

WhatsApp e e scelte legate alla tutela della privacy: ecco l’ultima novità

Facente parte delle applicazioni riconducibili alla multinazionale Meta di proprietà dell’imprenditore digitale Mark Zuckerberg (così come i social network Facebook e Instagram), già da parecchio tempo WhatsApp fornisce ai propri utenti la possibilità di usufruire di sistemi di salvaguardia della privacy che la stragrande maggioranza delle applicazioni online non prevedono. Tra queste l’utilizzo della crittografia end to end, il metodo tramite cui le conversazioni effettuate sulla piattaforma non possono essere lette da nessuno – compresi Google e altri soggetti terzi – al di fuori delle persone stesse che partecipano alla chat.

Un’altra funzione già introdotta da tempo da WhatsApp e che riguarda più da vicino la novità di queste ultime ore è quella che permette di nascondere la data e l’orario dell’ultimo accesso effettuato nell’app: è possibile oscurarlo completamente per tutti i contatti presenti in rubrica, riservare questa informazione solo ad alcuni (magari più intimi) oppure renderla liberamente accessibile a tutti.

L’ultima scelta di Mark Zuckerberg per tutelare la privacy su WhatsApp: ecco come diventare “invisibili”

L’ultima frontiera abbattuta dal più famoso informatico del mondo – che giusto da qualche mese ha annunciato l’apertura dei negozi fisici di Meta – riguarda la cosiddetta “funzione invisibile“, che consentirà a tutti gli utenti di nascondere ai propri contatti il proprio stato online. Fino ad ora infatti, nel momento in cui si accedeva a WhatsApp tramite cellulare o attraverso l’apposita pagina web apribile su un qualsiasi pc, le persone che possiedono il proprio numero di telefono avevano la possibilità di “sbirciare” se in quel determinato momento stavamo davvero utilizzando la piattaforma oppure no.

Da oggi (o, meglio, da quando l’ultimo aggiornamento verrà reso disponibile sui portali Google Play e altri simili) sarà possibile attivare l’impostazione “Nessuno” e permettere così di utilizzare l’app completamente in incognito, senza che nessuno possa verificare se questo sta realmente accadendo. Basterà accedere alle sezione “Impostazioni“, entrare nello spazio “Account” e scegliere l’opzione “Privacy“, seguendo poi le indicazioni che saranno riportate nello spazio direttamente sottostante alle diverse scelte che si potranno effettuare.

Ad oggi l’unica conseguenza vincolante di questa scelta riguarda il fatto che anche gli accessi online degli altri utenti non saranno visibili da chi decide di navigare in incognito, proprio come accade per le spunte blu accanto ai messaggi inviati.