Telegram, via allo scambio di criptovalute: come funziona

Ora è possibile inviare e ricevere Bitcoin e Toncoin con la nota app di messaggistica che fa concorrenza a WhatsApp con 500 milioni di utenti

The Open Network (TON), la blockchain decentralizzata nata su Telegram, ha annunciato una nuova funzione per l’app di messaggistica sul cloud che fa concorrenza a WhatsApp con oltre 500 milioni di utenti. Ora è possibile per fare pagamenti in criptomoneta usando le chat senza alcun costo di transazione. Si tratta di un’innovazione particolarmente importante per il settore, che con un processo semplificato per la conversione delle valute permetterà di diffondere in tutto il mondo il loro utilizzo anche nella vita quotidiana come alternativa ai pagamenti classici.

Come utilizzare Bitcoin e Toncoin all’interno di Telegram: c’è un bot

Per iniziare a usare i Toncoin e i Bitcoin all’interno di Telegram è necessario utilizzare un bot che permette la gestione di un portafoglio virtuale, che può essere richiamato in chat con un apposito menù e attraverso il quale è possibile modificare le impostazioni e chiedere aiuto al supporto tecnico.

Gli utenti possono aggiungere fondi al wallet bot utilizzando le loro carte di credito o di debito, il trasferimento di denaro P2P o comprando criptovaluta da un servizio di crypto exchange. Dopo aver convertito i soldi in Toncoin possono inviarli ad amici e parenti cliccando semplicemente sull’icona degli allegati e selezionando l’icona del portafoglio, che è possibile visualizzare solo dopo aver impostato correttamente il bot di TON.

È inoltre presente una funzione che permette di visualizzare in tempo reale il tasso di conversione da TON a dollari americani, in modo tale da capire a colpo d’occhio quali cifre effettivamente si stanno inviando o ricevendo. Oltre 800 mila account starebbero usando ora i Toncoin.

Chi c’è dietro il Toncoin, la criptovaluta di Telegram, e quanto vale

Il Toncoin è una criptovaluta che rientra nella categoria del Bitcoin e dell’Ethereum. Si tratta cioè di monete virtuali pensate per sostituire il contante. A differenza dei concorrenti, The Open Network sta puntando sulla facilità degli scambi, sostituendo le macchinose operazioni, consigliate solo ai più esperti di informatica e finanza, che in genere servono per usare questo tipo di valuta.

È possibile acquistare un Toncoin a prezzi molto bassi, tra 1,80 e 2,05 euro in base alle oscillazioni. Poco dopo l’annuncio il volume della criptomoneta è aumentato in maniera esponenziale, con un boom di transazioni spinte probabilmente proprio dalla facilità di utilizzo grazie alla nuova funzione di Telegram.

Il progetto del TON era stato inizialmente creato da Telegram. Tuttavia la Securities and Exchange Commission, l’ente governativo statunitense che regola la finanza e i mercati, aveva avviato una causa legale, dichiarando che l’app di messaggistica aveva venduto titoli non registrati.

A giugno 2020 Telegram ha dovuto restituire agli investitori token per un valore di oltre 1,2 miliardi di dollari nell’ambito di un accordo con la Sec. The Open Network è diventato così un progetto di comunità open source indipendente. La fondazione ha dichiarato di aver raccolto 1 miliardo di dollari di donazioni nel giro di poco più di una settimana, e questi investimenti hanno permesso alla criptovaluta e al suo ecosistema di evolversi ulteriormente.

Potete trovare qua la nostra guida alle criptovalute. Se siete interessati a queste monete virtuali, qui c’è la lista delle criptovalute su cui investire nel 2022. Ma attenzione, si tratta di asset che possono essere anche molto rischiosi ed esposti a furti. Qua le peggiori rapine di criptomonete.