Nuove regole per i monopattini: ecco cosa cambia e da quando

Dall’approvazione del decreto Milleproroghe esce una nuova normativa per quanto riguarda la circolazione in città e fuori: tutto quello che c’è da sapere

Per l’assai travagliata e dibattuta approvazione del decreto Milleproroghe (dopo le tensioni di settimana scorsa tra i partiti che sostengono la maggioranza di governo), il governo ha incassato la fiducia dei deputati della Camera. L’esecutivo guidato dal premier Mario Draghi ha dovuto procedere a ritmi serrati e ha ottenuto il via libera sul testo licenziato dopo le burrascose votazioni delle commissioni: il placet è arrivata con 369 voti a favore e 41 contrari.

Entro questa settimana è atteso il voto finale di Montecitorio (forse già tra oggi e domani) e quindi il provvedimento passerà al Senato dove dovrebbe essere definitivamente licenziato, attraverso un nuovo voto di fiducia, prima del fine settimana in arrivo (deve essere convertito in legge entro il 28 febbraio prossimo). Il decreto che esce dalle modifiche parlamentari va a toccare e modificare diversi ambiti, tra loro anche non comunicanti: le norme sull’acciaieria Ilva di Taranto e quelle sul nuovo limite per l’uso del contante, ad esempio.

Milleproroghe, ecco tutte le novità che riguardano il commercio e l’uso dei monopattini elettrici

Tra le altre cose, in sede di conversione, il Parlamento ha modificato le regole di circolazione dei monopattini elettrici. La principale novità è che i veicoli di micro mobilità fuori dai centri abitati potranno circolare esclusivamente sulle piste ciclabili o su percorsi riservati alle biciclette. Non cambia nulla invece nella regole per circolare nelle città: i monopattini potranno viaggiare solo sulle strade con limite di velocità non superiore a 50 Km/h, nelle aree riservate ai pedoni e su piste, zone e percorsi riservati alla circolazione delle biciclette.

Il Parlamento inoltre ha rimandato di tre mesi (dal primo luglio al prossimo 30 settembre 2022) l’introduzione obbligatoria degli indicatori di direzione e frenata. Dal primo ottobre infatti tutti i monopattini commercializzati e circolanti in Italia dovranno per forza di legge essere dotati delle frecce e degli indicatori luminosi di frenata su entrambe le ruote. Per i monopattini già in circolazione in quella data è confermato l’obbligo di adeguarsi prima di un anno e mezzo, ossia entro il primo gennaio del 2024.

Per non perderti le ultime notizie e ricevere i nostri migliori contenuti, iscriviti gratuitamente al canale Telegram di QuiFinanza: basta cliccare qui

Monopattini elettrici, ecco quali acquistare al miglior prezzo

Ma quali sono i monopattini elettrici più acquistati dai cittadini italiani? Su Amazon ad esempio il modello più venduto è quello NINEBOT BY SEGWAY KickScooter E25E, con un’autonomia standard di ben 25 chilometri di strada percorribile

Il più economico invece è il RAZOR POWER CORE E90, prediletto da chi non dispone di un budget elevato ma vuole comunque acquistare il nuovo mezzo di trasporto

Ma non sono solo cattive notizie quelle che riguardano la mobilità in seguito all’approvazione del decreto Milleproroghe. Arriva infatti anche un nuovo buono spesa dal valore massimo di 2.500 euro per i ragazzi giovani compresi nella fascia d’età tra i 18 e i 35 anni che vogliono iniziare il percorso per diventare degli autotrasportatori. Servirà a coprire fino all’80% delle spese sostenute per conseguire la patente, dal primo luglio 2022 al 31 dicembre 2026. Stanziati 3,7 milioni di euro quest’anno e poi 5,4 milioni di euro all’anno dal 2023 al 2026.