Unicredit, altra minaccia per i clienti: la nuova truffa via mail

I clienti di Unicredit stanno ricevendo un messaggio di phishing assai pericoloso: qual è il testo e cosa si rischia

Le truffe via sms o via mail sono una minaccia ormai continua per tutti i correntisti, tanto che ogni banca ha creato sul proprio sito una sezione con i consigli per difendersi dalle frodi online. È il caso per esempio di Unicredit, che in questi giorni si ritrova suo malgrado al centro dell’ennesima truffa phishing. Di cosa si tratta e quali sono i rischi.

Unicredit, altra minaccia per i clienti: la nuova truffa via mail

Diverse persone stanno ricevendo una mail con il solito link fraudolento. L’oggetto della mail mira a generare il panico nel correntista: “Urgente: il tuo token è a rischio di disattivazione“. Ovviamente non si tratta di un messaggio inviato da Unicredit, la banca non è in alcun modo responsabile e non è legata all’indirizzo da cui viene spedito il messaggio.

Nel corpo della mail, il vero e proprio messaggiotruffa:

“Gentile cliente,
Non siamo riusciti a confermare il tuo aggiornamento, ti preghiamo di riprovare.
Il tuo accesso online al tuo conto corrente sarà sospeso se non si riceverà conferma di tutte le informazioni richieste dal nostro reparto tecnico di sicurezza.

In caso contrario, il tuo conto corrente Unicredit verrà sottoposto alle seguenti restrizioni:
1) Dal giorno 18/07/2021, i suoi fondi non potranno più essere trasferiti tramite Bonifico bancario.
2) Dal giorno 01/08/2021, non avrai più l’autorizzazione di accedere online al tuo Home Banking.

Per consentirci di completare il processo di verifica, ti invitiamo a verificare questa Email per confermare il titolare effettivo è riaggiornare il Token online.

Quando ci avrai fornito queste informazioni, proseguiremo con la verifica del tuo conto corrente.
Ci può contattare in qualsiasi momento
Cordiali saluti“

Unicredit, i consigli per difendersi dalle truffe

Unicredit, sul sito ufficiale, mette in guardia i propri utenti dai diversi tipi di truffa:

  • smishing (via sms): Unicredit invia sms che presentano sempre il nome e cognome del correntista e la filiale di riferimento. Quando allega dei link, il collegamento è così composto: “https://unicred.it/nomeprodotto”. Negli sms senza link, invece, se è presente un numero telefonico da contattare per informazioni è altresì vero che non verranno mai richiesti dall’operatore password o pin della carta;
  • vishing (via telefono): Unicredit non chiede mai, telefonicamente, password o pin della carta. I truffatori si spacciano per Servizio clienti della banca, delle filiali o dell’ufficio antifrode;
  • phishing (via mail): il consiglio di Unicredit è di non inserire mai i dati personali su pagine raggiunte tramite link (o allegati) di email, e ovviamente di non cliccare su link sospetti. Riconosciuta una truffa, è opportuno segnalarla al numero verde 800.57.57.57, alla filiale o alla polizia.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Unicredit, altra minaccia per i clienti: la nuova truffa via mail