Cos’è il libretto vaccinale e a cosa serve

Scopri le caratteristiche del libretto vaccinale e in che modo è possibile effettuare la richiesta.

Secondo il Decreto legge del 7 giugno 2017, n.73 è obbligatorio il libretto vaccinale per l’iscrizione alle scuole di diversi livelli, dall’asilo nido alle superiori. Queste politiche, raccomandate anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, sono state pensate per garantire un’immunità di gregge dalle principali patologie infettive. In questo modo è possibile proteggere coloro che vengono vaccinati ma anche le persone che non possono essere sottoposte alla campagna di vaccinazione per motivi di salute.

Il libretto vaccinazioni può essere richiesto dalla dirigenza scolastica in fase di iscrizione al nuovo anno. In particolare questo provvedimento interessa tutti gli istituti, privati e pubblici di ogni grado. Inoltre la vaccinazione obbligatoria è per gli alunni dagli 0 ai 16 anni. La mancata presentazione del libretto vaccinale può portare a multe salate, soprattutto al genitore o tutore legale. Queste sanzioni inoltre possono essere ripetute ogni anno e possono variare dai 7.500 euro fino ai 500.000 euro nei casi di periodicità.

Libretto vaccinazioni: cos’è

Il libretto vaccinale è un documento personale, nel quale si trova l’elenco delle vaccinazioni svolte. Infatti, all’interno di questo elenco sono presenti le informazioni sul tipo di vaccino fatto, la data di somministrazione e alcuni dati sanitari. Al fine di stimolare la popolazione a sottoporre i bambini ai vaccini necessari per l’immunità di gregge, il Ministero della Salute ogni anno conferma la lista dei vaccini obbligatori. Soprattutto nei primi anni di vita sono diversi i vaccini d’obbligo, ad esempio nei primi due anni del bambino ci sono:

  • anti-difterica
  • anti-poliomelite
  • anti-tetanica
  • anti-epatite virale B
  • anti-pertosse
  • anti-Haemophilus influenzae tipo b
  • anti-varicella
  • anti-morbillo
  • anti-parotite
  • anti-rosolia

In totale i vaccini obbligatori per i minori di 16 anni sono 10, ma il Ministero della Salute ne consiglia anche altri. Tra questi ci sono l’anti-meningococcica B, l’anti-rotavirus e l’anti-pneumococcica.

Come ottenere il libretto delle vaccinazioni

Per richiedere il libretto vaccinazioni è possibile optare per diverse alternative. Senza dubbio la prima è quella di recarsi presso un centro vaccinale sul territorio e richiederne una copia. In questo caso può essere utile contattare telefonicamente il centro, in modo da informarsi su quali documenti sono necessari. Infatti se il libretto vaccinale è di un minore potrebbero essere richieste delle copie dei documenti d’identità o rendersi necessaria una richiesta scritta.

In ogni caso è bene ricordare che in fase di vaccinazione l’ente preposto rilascia il certificato aggiornato. Quindi al momento della somministrazione o di un richiamo è possibile richiedere il documento più recente, nel quale sono inserite le informazioni su tutti i vaccini eseguiti. All’interno del libretto vaccinazioni è presente un codice univoco che, combinato con il codice fiscale del vaccinato, identifica in modo unico la persona.

Libretto delle vaccinazioni elettronico: come richiederlo

Un altro metodo per richiedere il libretto delle vaccinazioni elettronico è online. Grazie al Fascicolo Sanitario Elettronico oggi è possibile prenotare visite, consultare i risultati degli esami e scaricare documenti in pochi click. Per farlo è necessario accedere al sito ufficiale, optando per una di queste modalità:

  • credenziali SPID
  • codice “Usa e getta” delle Aziende Socio Sanitarie Territoriali
  • tessera sanitaria con lettore di smartcard

La modalità più utilizzata oggi è il codice SPID. Con questa sigla si indica il Sistema Pubblico di Identità Digitale che, sintetizzando, è composto da credenziali uniche con le quali potersi identificare online. Soprattutto per i servizi web della Pubblica Amministrazione questo sistema è perfetto per evitare di acquistare il lettore di smartcard e accedere in pochi click a tutti i portali ufficiali. In ogni caso per procedere al download del libretto vaccinale è necessario seguire alcuni step. Tra questi:

  • accedere al sito
  • selezionate la voce “Servizi per i tuoi figli – Vaccinazioni”
  • cliccare su “Vaccinazioni per minore”
  • inserire i dati richiesti del minore, come il codice fiscale e le 5 ultime cifre della tessera sanitaria
  • scaricare l’elenco completo in PDF

In alternativa, invece di scaricare l’intero documento, è possibile visualizzare le singole vaccinazioni online.

Libretto vaccinazioni perso: cosa fare?

Quando il libretto vaccinazioni è perso o non lo si trova più, non è obbligatorio fare la denuncia. Come anticipato, il codice univoco del libretto, abbinato al codice fiscale, rende praticamente impossibile riutilizzare e contraffare il documento. Infatti in questo caso si può procedere direttamente alla richiesta di una copia del libretto vaccinale, presso un centro presente sul territorio o online attraverso le modalità sopra descritte.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cos’è il libretto vaccinale e a cosa serve