Imu, al vaglio una nuova esenzione: chi ne beneficerà

Il Governo sta pensando di estendere l'esenzione: un nuovo emendamento potrebbe includere una nuova categoria di beneficiari

Un nuovo emendamento al decreto Sostegni bis potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata di acconto nel 2021, entro il 16 giugno.

Esenzione Imu 2021: chi non paga

L’emergenza Covid in Italia ha colpito diversi settori, alcuni più di altri. Per andare incontro a chi è stato messo a dura prova dalla crisi pandemica, il Governo ha allora previsto tutta una serie di agevolazioni e sospensioni relative al pagamento delle tasse, tra cui appunti l’esenzione del pagamento Imu.

Nello specifico, come stabilito dalla Legge di Bilancio 2021, non saranno tenuti a pagare l’acconto della prima rata Imu in scadenza il 16 giugno:

  • gli stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, stabilimenti termali;
  • tutti gli immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni.

Inoltre, a condizione che i soggetti passivi siano anche gestori delle attività esercitate, l’esenzione è stata estesa anche a:

  • immobili rientranti nella categoria catastale D/2 (alberghi, pensioni etc.);
  • agriturismi, villaggi turistici, ostelli della gioventù, rifugi di montagna, colonie marine e montane, affittacamere per brevi soggiorni, case
  • e appartamenti per vacanze, bed & breakfast, residence e campeggi;
  • discoteche, sale da ballo, night-club e simili;
  • i beneficiari del contributo a fondo perduto riconosciuto dal dl Sostegni.

L’elenco di chi invece è tenuto a pagare il primo acconto della rata Imu può essere consultato qui.

Imu 2021: a chi potrebbe essere estesa l’esenzione

Seguendo sempre la logica di andare incontro a chi sta risentendo maggiormente della crisi scatenata dai vari lockdown e dall’emergenza sanitaria in generale, tutta la maggioranza pare abbia trovato l’accordo sul nuovo emendamento al dl Sostegni bis che estenderebbe l’esenzione Imu ai proprietari che in realtà non hanno la disponibilità del proprio immobile a causa del blocco degli sfratti scattato ormai 15 mesi fa.

In Camera, alla Commissione Bilancio, varie sono state le proposte presentate riguardo la misura in questione. Nella maggior parte dei casi, va detto, la sospensione del pagamento riguarda però la prima rata Imu, mentre nulla si è detto in merito al saldo (che al momento è previsto per dicembre).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Imu, al vaglio una nuova esenzione: chi ne beneficerà