Bonus Internet veloce, quando arrivano i voucher da 300 euro senza limiti Isee

Bonus Internet, l'agevolazione non sarà legata al reddito: potrà dunque essere richiesta da tutte le persone e da tutte le famiglie senza limiti Isee.

Tra i tanti bonus previsti dal governo c’è anche il voucher di 300 euro per l’Internet veloce a casa. L’agevolazione non sarà legata al reddito: potrà dunque essere richiesta da tutte le persone e da tutte le famiglie senza limiti Isee.

Sono previsti anche sconti per attivare la Pec, i servizi cloud, lo Spid e per il cablaggio del condominio con la fibra ottica. I voucher dureranno 24 mesi o fino all’esaurimento dei 400 milioni di euro di fondo. Lo ha annunciato Infratel, società gestita dal ministero dello Sviluppo economico.

Bonus Internet veloce, a chi spetta

Possono richiedere il bonus Internet veloce le persone o le famiglie che non hanno una linea Internet a casa oppure ne hanno una sotto 30 Mbps (velocità minima del collegamento che da diritto al bonus) e decidono di attivarne una più performante. Il bonus finanzierà contratti di connessione di durata fino a 24 mesi di velocità pari almeno a 30 Mbps in download.

I 300 euro sono circa il 50% del valore del contratto nei due anni. Prevista la possibilità di cambiare operatore, comunque, durante i due anni.

Bonus Internet veloce, come richiederlo

Non essendo previsti limiti legati al reddito non serve presentare domanda o documentazione Isee. Lo sconto sarà applicato direttamente dall’operatore quando si procede all’attivazione della linea, in particolare al costo di attivazione (qualora sia previsto) oppure scalato dall’abbonamento mensile (fino appunto a 300 euro).

Bonus Internet veloce, i tempi

La misura non è ancora partita e sarà operativa con tutta probabilità a partire dalla seconda metà del 2022.
Sul sito bandaultralarga.italia.it di Infratel si legge che: “La consultazione pubblica riguardante la seconda fase del ‘Piano voucher per l’incentivazione della domanda di connettività in banda ultra larga delle famiglie’ si concluderà il 31 maggio 2022.

Piano voucher, gli altri interventi

Infratel è anche lavoro per dotare i condomini di reti di cablaggio verticali. Tali interventi dovranno abilitare il collegamento di ogni singola unità immobiliare.

È previsto un ulteriore contributo per i servizi digitali, anche di supporto alla cittadinanza digitale quali l’identità digitale (SPID) e i servizi di Posta Elettronica Certificata.

Si prevede inoltre di incentivare l’utilizzo di servizi cloud rivolti al singolo beneficiario o in ottica pacchetto “famiglia” per la gestione e l’archiviazione di contenuti multimediali (es: foto, video, documenti) innalzando il livello di servizio delle offerte base gratuite disponibili sul mercato, incontrando le esigenze dei beneficiari. Soggetti beneficiari dell’intervento di agevolazione sono i fornitori dei diversi servizi digitali, siano essi operatori accreditati per la misura voucher connettività o altri soggetti.