Benzina e diesel, cambia tutto: ecco i distributori dove costa meno

Dopo la batosta dei mesi scorsi, finalmente i prezzi di benzina e diesel iniziano a scendere considerevolmente in tutta Italia. Ecco dove sono più bassi

Proprio nei giorni clou delle partenze degli italiani per le vacanze, finalmente un’ottima notizia. Anzi due. La prima è che, dopo i rincari delle settimane scorse che hanno fatto schizzare il prezzo della benzina a oltre i 2 euro al litro, finalmente il costo del carburante scende. Si registra infatti ora un forte calo su tutta la rete italiana.

La seconda buona notizia è che il governo Draghi ha inserito nel decreto Aiuti bis ulteriori sconti sulle accise dei carburanti (trovate tutte le info nel dettaglio qui).

Grazie alle quotazioni internazionali dei prodotti petroliferi che venerdì hanno chiuso ancora in discesa, in particolare sul diesel, sabato scorso si sono registrati nuovi tagli delle compagnie sui prezzi raccomandati: dove conviene di più fare rifornimento adesso?

Prezzi benzina, diesel, Gpl e metano in Italia

In Italia Eni e Tamoil hanno ridotto di 2 centesimi benzina e diesel, Q8 di 3 centesimi, IP di 2 centesimi e di 1,5 centesimi il Gpl. Scendono di conseguenza i prezzi praticati alla pompa recependo anche i consistenti ribassi decisi dagli operatori la scorsa settimana.

Nel dettaglio, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mise aggiornati al 7 agosto, i prezzi medi nazionali praticati sono i seguenti:

  • benzina in modalità self: 1,833 euro/litro (1,861 il livello rilevato venerdì), con i diversi marchi compresi tra 1,818 e 1,854 euro/litro. I no logo scendono addirittura a 1,829
  • benzina in modalità servito: 1,977 euro/litro (2,010 il prezzo rilevato venerdì), con gli impianti colorati che praticano prezzi tra 1,912 e 2,028 euro/litro (no logo 1,881)
  • diesel in modalità self: 1,815 euro/litro, contro 1,841, con le compagnie tra 1,799 e 1,833 euro/litro. I no logo sfiorano 1,813 euro
  • diesel in modalità servito: 1,960 euro/litro (contro 1,991), con i punti vendita delle compagnie con prezzi medi praticati compresi tra 1,896 e 2,013 euro/litro. No logo 1,864
  • Gpl: tra 0,814 a 0,838 euro/litro. No logo 0,805
  • Metano auto: il prezzo del metano sale invece, collocandosi tra 2,202 e 2,693. I no logo arrivano a 2,375.

Molti italiani ancora non sanno che il Ministero dello Sviluppo economico ha da tempo creato un portale online dedicato alla ricerca di tutti i distributori di benzina presenti sul territorio nazionale, con relativi prezzi alla pompa, per consentire ai cittadini di fare rifornimento in maniera più consapevole, e soprattutto risparmiando.

Come e dove trovare in un click i distributori più convenienti

Il portale dell’Osservatorio Prezzi Carburanti – Osservaprezzi Carburanti – è stato ora completamente riprogettato in una versione responsive, che consente l’accesso a tutte le sue funzionalità anche da telefono. Soprattutto, il portale si integra con l’Anagrafe Impianti Carburante, associando a ciascun impianto dell’Osservaprezzi l’identificativo univoco con cui l’impianto è stato registrato nell’Anagrafe.

Per i gestori è più semplice comunicare i prezzi grazie alla procedura guidata accessibile anche da dispositivi mobile ed è stato introdotto un sistema di notifica di eventuali anomalie relative alle aree di servizio e agli impianti. Gli utenti invece possono selezionare la propria città, tutta o una zona specifica, e trovare il distributore più conveniente.

Per rendere l’esperienza di navigazione degli utenti più facile e immediata sono state infatti ottimizzate le funzioni di “Ricerca impianti”: con un solo click è possibile visualizzare tutti gli impianti in un’area di 10 km attorno alla propria posizione; grazie alla funzione di autocompletamento degli indirizzi la ricerca su percorso è più agevole ed, infine, è possibile ricercare un impianto sia per nome che per marca.

Per trovare l’impianto più economico più vicino a voi cliccate qui per accedere a Osservaprezzi Carburanti.