Le caratteristiche del corso di sicurezza sul lavoro

In questo articolo vedremo che cos'è il corso di sicurezza sul lavoro obbligatorio e quali sono i diversi livelli

La formazione dei lavoratori prevede che i dipendenti svolgano un corso di sicurezza sul lavoro, obbligatorio per legge. A sancire l’obbligo è l’accordo Stato-Regioni del 21/11/2011. Vediamo in cosa consiste la formazione sicurezza sul lavoro, quanto durano i corsi e chi deve farli.

Corso sicurezza sul lavoro: chi deve farli

La legge obbliga a seguire i corsi sulla sicurezza sul lavoro tutti i dipendenti che abbiano un contratto a tempo indeterminato, a tempo determinato, un contratto a chiamata ma anche per gli stagionali. Sono esclusi i collaboratori familiari. Devono obbligatoriamente seguire il corso anche uno o più soci di un’azienda senza dipendenti. In questo caso, uno di essi viene indicato come datore di lavoro e l’altro (o gli altri) come dipendente. Oltre all’obbligatorietà per legge, seguire un corso sulla sicurezza sul lavoro consente al personale di essere sempre preparato sulle proprie mansioni e fornisce anche delle competenze da poter inserire nel curriculum.

Corsi sicurezza sul lavoro: quali sono

La formazione di sicurezza sul lavoro è suddivisa in due moduli, il primo è uguale per tutte le aziende ed è un corso per la sicurezza sul lavoro di 4 ore, relativo alla formazione generale. Il secondo modulo riguarda la formazione specifica e ha una durata variabile, dalle 4 alle 12 ore, a seconda della categoria di lavoratori a cui si rivolge. Nella formazione specifica, i moduli cambiano in base al fattore di rischio: rischio basso (personale impiegato nel settore della vendita al dettaglio, nella ristorazione e nel turismo), rischio medio (dipendenti della pubblica amministrazione e lavoratori del settore agricolo) e rischio alto (lavoratori che sono in contatto con sostanze pericolose e agenti chimici e lavoratori nel settore edile). Gli attestati rilasciati per ogni corso sono nominativi, per cui, anche se il lavoratore dovesse cambiare azienda, sarebbe in possesso di un certificato sempre valido, a patto che la classe di rischio sia la stessa.

Corso addetti antincendio

Un corso per la sicurezza sul lavoro obbligatorio è certamente quello antincendio, che varia in base al rischio dell’attività. Il titolare dell’azienda deve individuare un lavoratore che avrà anche la funzione di addetto antincendio ma può partecipare al corso egli stesso.

Corso primo soccorso

Come per l’addetto antincendio, anche il corso di primo soccorso è tra quelli obbligatori per legge. Il lavoratore scelto come addetto al primo soccorso apprende tutte le misure di primo intervento da adottare in caso di necessità.

Corso RSPP

Il ruolo del RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) è una figura obbligatoria in azienda e può essere ricoperta da un lavoratore selezionato, dallo stesso titolare ma anche da un consulente esterno. A seconda del livello del rischio dell’attività, il corso RSPP può essere di 16 ore per il rischio basso, 32 ore per il rischio medio o 48 ore per il rischio alto. Il corso prevede lo studio delle norme relative al tema della sicurezza e la valutazione dei diversi rischi aziendali. Il responsabile del servizio prevenzione e protezione ha il compito di segnalare i rischi all’interno dell’azienda e deve creare un piano per la sicurezza. Inoltre, deve anche occuparsi di formare il personale sui temi della sicurezza.

Corso RLS

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (detto RLS) è un’altra figura resa obbligatoria dal D.Lgs. 81/08. Se l’azienda ha meno di 200 dipendenti, il RLS è uno solo, per le aziende che hanno da 200 a 1000 dipendenti i responsabili della sicurezza devono essere 3, mentre per le aziende con più di 1000 dipendenti i responsabili devono essere 6. La figura del responsabile della sicurezza viene scelta tra i dipendenti e deve seguire un corso della durata di 32 ore.

Corso sicurezza sul lavoro: aggiornamenti

Non solo i corsi sulla sicurezza sul lavoro sono obbligatori, ma anche i rispettivi aggiornamenti. Nei cinque anni successivi al primo corso i lavoratori sono tenuti a un totale di 6 ore di aggiornamento, indipendentemente dalla classe di rischio.

Corsi per la sicurezza sul lavoro con e-learning

Oggi è possibile seguire i corsi sulla sicurezza sul lavoro anche in modalità e-learning, per venire incontro alle esigenze dei lavoratori. I corsi on line non sono però disponibili per tutte le categorie di rischio: per il rischio basso è possibile seguire con l’e-learning sia le 4 ore generali che le 4 specifiche; per le categorie di rischio medio e alto è possibile seguire online solo le 4 ore generali, mentre le restanti ore devono essere seguite necessariamente in aula. Gli aggiornamenti possono essere seguiti per intero tramite l’e-learning.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le caratteristiche del corso di sicurezza sul lavoro