Allerta meteo: sei regioni a rischio nubifragio

Sono sei le regioni per cui è stata diramata l'allerta gialla da parte della Protezione Civile per i temporali e l'alto rischio idrogeologico

Ancora tempo ballerino sull’Italia, con gli ultimi giorni di agosto caratterizzati da instabilità meteo. Torna il maltempo in diverse zone, e sono previsti fenomeni anche molto forti e pericolosi che rischiano di mettere in ginocchio la macchina dei soccorsi. I residenti di ben cinque regioni sono infatti invitati a fare particolare attenzione durante le attività all’aperto, ed evitare di mettersi in viaggio o prendere la macchina durante le ore in cui sono previste importanti precipitazioni e nubifragi.

Sei regioni con allerta meteo gialla: arrivano temporali, nubifragi e maltempo

Il maltempo arriverà questa volta dai Balcani, con un vortice ciclonico che continuerà a interessare molte aree del Sud Italia, dove già nella giornata di mercoledì 24 agosto è atteso un nuovo giro di temporali, anche di forte intensità. Sul resto del Paese, nonostante un diffuso calo delle temperature, continuerà invece il bel tempo grazie, con condizioni meteo relativamente stabili.

Già nelle prime ore del mattino si è assistito a parziali velature e rovesci sparsi in diverse aree del Sud, in particolare nella parte settentrionale della Sicilia. Nel pomeriggio però i fenomeni si intensificheranno, portando il maltempo in sei regioni.

  • Basilicata.
  • Calabria.
  • Settore meridionale della Campania.
  • Molise.
  • Puglia.
  • Settore settentrionale e orientale della Sicilia.

In queste aree ci saranno temporali e nubifragi, con improvvisi colpi di vento e locali grandinate. Non ci saranno invece cambiamenti importanti nel resto della Penisola e in Sardegna, nonostante locali addensamenti nelle ore più calde a ridosso dei rilievi, in particolari nelle zone alpine e prealpine. Non dovrebbero però portare pioggia. Nei prossimi giorni però, l’instabilità arriverà anche in altre regioni.

Cosa significa “allerta gialla” e cosa può succedere nelle sei regioni a rischio

Per il 24 agosto la Protezione Civile ha diramato un bollettino giallo per rischio temporali e rischio idrogeologico per piogge diffuse. Significa che sul piano del rischio idrogeologico possono verificarsi i seguenti eventi.

  • Erosione, frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango in bacini di dimensioni limitate.
  • Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale.
  • Innalzamento dei livelli dei corsi d’acqua di drenaggio e dei bacini piccoli e medi, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali, come tombature, restringimenti, occlusioni, ecc.
  • Scorrimento superficiale delle acque nelle strade e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque piovane con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse.
  • Caduta massi.
  • Incremento dei livelli dei bacini grandi, generalmente contenuti all’interno dell’alveo.

Per quanto riguarda i temporali e i nubifragi, invece, bisogna prestare attenzione a quanto segue.

  • Pericoli per la sicurezza delle persone con possibile perdita di vite umane per cause incidentali.
  • Allagamenti di locali interrati e al pian terreno.
  • Danni alle infrastrutture, agli edifici e alle attività agricole, ai cantieri, agli insediamenti civili e a quelli industriali interessati da frane, da colate rapide o dallo scorrimento superficiale delle acque.
  • Interruzioni, anche solo temporanee, della rete stradale o ferroviaria in prossimità di impluvi, di canali, di zone depresse come sottopassi, tunnel o avvallamenti stradali, e a valle.
  • Danni alle opere idrauliche e di difesa delle sponde, alle attività agricole, ai cantieri, agli insediamenti civili e industriali in alveo.
  • Danni alle coperture e alle strutture provvisorie, come tetti e balconi, con trasporto di materiali a causa di forti raffiche di vento.
  • Rottura di rami, caduta di alberi e abbattimento di pali, segnaletica e impalcature, con conseguenti effetti sulla viabilità e sulle reti aeree di comunicazione di distribuzione di servizi, in particolare quelli di telefonia ed elettricità.
  • Danni alle colture agricole, alle coperture di edifici e agli automezzi a causa delle grandinate.
  • Innesco di incendi e lesioni da fulminazione.

Agosto, come dicevamo, è stato caratterizzato da episodi di maltempo particolarmente distruttivi. Come l’allerta arancione che ha investito la Toscana, causando due morti, di cui vi abbiamo parlato qua. Oltre alle vittime, sono stati segnalati danni ingenti a molte strutture. Come il Twiga, famoso locale sulla riviera toscana di Daniela Santanché e Flavio Briatore, con gli appelli dei due imprenditori che potete trovare qui. Il Nord non è stato risparmiato dal tempo folle di agosto. Qua i danni in Trentino.