Rc auto, segnalati altri 7 siti falsi: quali sono e come evitare la truffa

L'Ivass segnala altri portali di false assicurazioni auto, un fenomeno cresciuto negli ultimi tre anni del 236%

L’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, Ivass, ha comunicato sette segnalazioni su altrettanti portali di compagnie assicurative inesistenti o non autorizzate. Un fenomeno quello delle false assicurazioni auto che non sembra aver fine. È di soli pochi giorni fa l’avviso dell’istituto su altri cinque siti responsabili di truffe a danno dei cittadini.

Rc auto, segnalati altri 7 siti falsi: quali sono

Ecco di seguito quali sono gli ultimi indirizzi internet falsi segnalati dall’Ivass:

  1. aronaassicurazioni.com,
  2. brokerbressan.site,
  3. cremoneseassicurazioni.com,
  4. polizzarc.com,
  5. sheltiaassicura.com,
  6. sicurezzabrokere.com
  7. subitoassicurarca.com.

Rc auto, segnalati altri 7 siti falsi: le raccomandazioni dell’Ivass

L’Autorità di vigilanza tiene a sottolineare come i versamenti dei premi effettuati su carte di credito ricaricabili o prepagate siano irregolari e allo stesso modo lo sono anche i pagamenti effettuati a favore di persone o società non iscritte negli elenchi degli intermediari abilitati.

L’Ivass ricorda di verificare innanzitutto, prima del pagamento del premio, che i preventivi e i contratti siano riconducibili a imprese e intermediari regolarmente autorizzati e di controllare a questo scopo le liste seguenti riportate sul sito dell’Isituto.

  • gli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia (elenchi generali ed elenchi specifici per la r. c. auto, italiane ed estere);
  • il Registro unico degli intermediari assicurativi (RUI) e l’Elenco degli intermediari dell’Unione Europea;
  • l’elenco degli avvisi relativi ai Casi di contraffazione, Società non autorizzate e Siti internet non conformi alla disciplina sull’intermediazione.

L’Istituto raccomanda di valutare attentamente la veridicità di offerte assicurative avanzate via internet o per telefono, specie via WhatsApp, in particolar modo se presentate come promozioni a scadenza.

Infine l’Ivass consiglia di fare attenzione che sui portali o sulle pagine Facebook degli intermediari siano indicati:

  • i dati identificativi dell’intermediario;
  • l’indirizzo della sede, il recapito telefonico, il numero di fax e l’indirizzo di posta elettronica certificata;
  • il numero e la data di iscrizione al Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi nonché l’indicazione che l’intermediario sia soggetto al controllo dell’Ivass.

In precedenza lo stesso istituto di vigilanza ha denunciato questi altri cinque portali fraudolenti:

  1. alibroker.net;
  2. assicuratiora.it;
  3. mansutti-broker.com;
  4. rca-polizza.com;
  5. sheltiaassicura.site

Rc auto, segnalati altri 7 siti falsi: le multe agli

Il presidente dell’Unione Nazionale Consumatori Massimiliano Dona ha definito questo fenomeno sempre crescente un “bollettino di guerra” invocando l’intervento del legislatore. “È un dato in crescita esponenziale – ha chiarito Dona. A fronte di 50 siti irregolari individuati nel 2017, si è passati a 103 nel 2018, il doppio, 168 nel 2019, con un incremento del 63,1% rispetto al 2018 e del 236% rispetto al 2017. Ebbene, nel 2020 se ne sono individuati già 148. Andando avanti con questo ritmo a fine anno si arriverebbe a 226 siti.”

Una truffa di cui l’automobilista spesso si accorge troppo tardi, quando si rivela anche essere una beffa: “Nel 2019, per la violazione dell’art. 193 del Codice della strada, sono state comminate dalle forze dell’ordine 177mila multe che variano da 849 a 3.396 euro. Molti di questi consumatori non sapevano che il loro veicolo non era assicurato e di essere vittime di una truffa – conclude il presidente dei consumatori. Ma l’art. 193, purtroppo, non distingue tra chi, con dolo, decide consapevolmente di non assicurarsi e chi si è incautamente fidato di un sito fake. Ecco perché abbiamo chiesto al Parlamento di modificare il Codice della strada, ma finora la richiesta non è stata accolta”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rc auto, segnalati altri 7 siti falsi: quali sono e come evitare la tr...