Bonus acqua potabile, come chiedere il rimborso di 500 euro dal 1° febbraio

Bonus acqua potabile, come funziona il credito d’imposta per l’acquisto e l’installazione di sistemi per migliorare la qualità dell’acqua da bere

Il bonus acqua potabile permette di ottenere un rimborso fino a 500 euro per le spese sostenute per la razionalizzazione del consumo dell'acqua potabile.

L'agevolazione consiste in un credito di imposta pari al 50% della spesa per l'acquisto e l'installazione di sistemi filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica. Interventi cioè realizzati per razionalizzare l’uso dell’acqua e ridurre il consumo di contenitori di plastica.

Non deve essere confuso con il bonus risparmio idrico di 1.000 euro per la sostituzione dei sanitari.

Registrati a QuiFinanza per continuare a leggere questo contenuto

Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus acqua potabile, come chiedere il rimborso di 500 euro dal 1° fe...