Assegno unico, quando e a chi spettano le maggiorazioni

Assegno unico, l'importo è determinato sulla base dell'Isee e della composizione del nucleo familiare. Bisogna poi calcolare le eventuali maggiorazioni

È entrato in vigore il 1° gennaio 2022 l’assegno unico e universale, il sostegno economico alle famiglie per ogni figlio minorenne a carico e, al ricorrere di determinate condizioni, fino al compimento dei 21 anni.

Le domande possono già essere inviate da uno dei due genitori esercenti la responsabilità genitoriale, mentre le erogazioni delle prime somme inizieranno a marzo.

L’importo è determinato sulla base dell’Isee e della composizione del nucleo familiare. Bisogna poi considerare la spettanza o meno di eventuali maggiorazioni. Vediamo insieme quali sono e come possono far aumentare il valore dell’assegno.

Registrati per continuare a leggere GRATIS questo contenuto