Quanto guadagna un professore

Ecco quanto guadagnano i docenti che prestano servizio nelle scuole medie, nelle scuole superiori e nell’Università

Il lavoro dell’insegnante non solo è gratificante, ma comporta anche numerose responsabilità.

Educare i più giovani, condurli verso le scelte giuste in momenti delicati della vita come l’infanzia, l’adolescenza e la maturità, può essere arduo. Non è infatti il mestiere più semplice del mondo: un po’ come quello dei genitori, insegnare ai giovanissimi vuol dire anche avere delle capacità specifiche e soprattutto sapersi relazionare con i ragazzi, comprendendo le loro necessità.

Fare il professore è il sogno di tanti giovani neolaureati, ma aldilà della gratificazione personale, il compenso è adeguato? L’iter per diventare insegnante non è poi così semplice: è necessaria una laurea magistrale e per ottenere una cattedra ci potrebbero volere diversi anni. Nonostante ciò, lo stipendio di un professore – delle scuole medie, superiori o dell’Università – è basso, soprattutto se confrontato con quello degli insegnanti delle altre nazioni europee.

Per capire a quanto ammonta lo stipendio di un professore, bisogna prima di tutto considerare che questo dipende dal ruolo che l’insegnante ricopre (ad esempio, un docente universitario percepirà un compenso più alto rispetto agli altri) e gli anni di anzianità del servizio.

Un insegnante che presta servizio in una scuola secondaria di I grado (scuole medie), ha uno stipendio che parte da 21.693,22€ annui lordi in una fase iniziale, ovvero fino agli otto anni di servizio. Il compenso aumenta man mano che avanzano gli anni di servizio e arriva sino a 32.444,07€ lordi, una volta superati i 35 anni di attività.

Lo stipendio dei professori che lavorano nelle scuole secondarie di II grado (scuole superiori), non si discosta molto da quello dei loro colleghi delle scuole medie. Se infatti per i primi otto anni di servizio il compenso lordo all’anno è lo stesso (21.693,22€), una volta superati i 35 anni di lavoro nella scuola, lo stipendio è di 34.052,17€, dunque un po’ più alto rispetto agli insegnanti delle scuole medie.

Questi compensi riflettono le novità introdotte dal rinnovo del contratto 2016/2018 e a questi importi vanno poi aggiunti i 500€ annui del bonus insegnante, che può essere speso per l’acquisto di determinate risorse.

Dunque in media, un professore che ha alle spalle circa dieci anni di servizio nella scuola pubblica, porta a casa 2.400€ lordi al mese, che però netti diventano 1.400€. I 1.000€ “in meno” sono trattenuti nella busta paga per gli oneri, ovvero previdenza sociale, addizionali, fisco e che superano il 40%.

Migliore è la situazione per coloro che insegnano in un’Università: un ricercatore infatti percepisce uno stipendio di circa 2.000€ lordi al mese, mentre per un professore ordinario la cifra ruota intorno ai 5.000€. Anche in questo caso però, vanno considerate le ore effettive di lezione del docente e la sua anzianità dal punto di vista del lavoro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Quanto guadagna un professore