Bando PNRR: al via le candidature per i giovani ricercatori in Italia

Il Ministero dell’Università e della Ricerca con tre bandi si impegna ad attrarre in Italia giovani ricercatori attivi all’estero, vincitori di bandi europei o ai quali sia stato attribuito un Sigillo di Eccellenza.

Foto di Donatella Maisto

Donatella Maisto

Digital Transformation and Sustainability Manager

Esperta Blockchain e digital transformation, tech-human need e sostenibilità nella sua accezione contemporanea.

Il Ministero dell’Università e della Ricerca, con l’avviso n. 247, nel quadro dell’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), Missione 4 “Istruzione e Ricerca” – Componente 2 “Dalla ricerca all’impresa”, Investimento 1.2 “Finanziamento di progetti presentati da giovani ricercatori” e in coerenza con gli Operational Arrangements siglati fra la Commissione Europea e il Ministero dell’Economia e delle Finanze in data 22 dicembre 2021, finanzia progettualità di ricerca a giovani ricercatori che appartengano ad una delle seguenti categorie:

  • Principal Investigator vincitori di bandi dello European Research Council – ERC Starting grant nell’ambito dei Programmi quadro Horizon 2020 e Horizon Europe che abbiano scelto come sede una Host Institution estera;
  • vincitori di bandi Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships nell’ambito del Programma quadro Horizon 2020 e di bandi Marie Skłodowska-Curie Postdoctoral Fellowships nell’ambito del Programmi quadro Horizon Europe;
  • soggetti che abbiano ottenuto un “Seal of Excellence” a seguito della partecipazione a bandi Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships e Marie Skłodowska-Curie Postdoctoral Fellowships, nell’ambito dei Programmi quadro Horizon 2020 e Horizon Europe.

Le risorse

Nell’ambito della dotazione complessiva l’azione specifica attuata potrà avvalersi, per l’anno 2022, di 220 milioni di euro, così ripartiti:

  • risorse pari a 100 milioni di euro, di cui 40 milioni di euro prioritariamente destinati alle regioni del Mezzogiorno, per il finanziamento dei progetti di 100 giovani ricercatori vincitori di bandi dello European Research Council – ERC Starting Grant nell’ambito dei Programmi quadro Horizon 2020 ed Horizon Europe;
  • risorse pari a 60 milioni di euro, di cui 24 milioni di euro prioritariamente destinati alle regioni del Mezzogiorno, per finanziare le attività di ricerca di 200 giovani ricercatori vincitori di bandi Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships e Marie Skłodowska-Curie Postdoctoral Fellowships nell’ambito dei Programmi quadro Horizon 2020 ed Horizon Europe;
  • risorse pari a 60 milioni di euro, di cui 24 milioni di euro prioritariamente destinati alle regioni del Mezzogiorno, per il finanziamento dei progetti di 400 giovani ricercatori che hanno ottenuto un “Seal of Excellence” nell’ambito della partecipazione a bandi Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships e Marie Skłodowska-Curie Postdoctoral Fellowships.

Il Ministero si riserva la facoltà di destinare ad altre linee di azione relative alla Missione 4 “Istruzione e Ricerca”, Componente 2 “Dalla Ricerca all’Impresa”, Investimento 1.2 “Finanziamento di progetti presentati da giovani ricercatori” le economie eventualmente risultanti disponibili a valere su una delle 3 linee di azione previste nell’Avviso, nonché eventualmente risultanti dall’impossibilità effettiva di destinare alle regioni del Mezzogiorno le risorse ad esse prioritariamente destinate, pari ad almeno il 40% delle risorse allocabili.

Le misure previste sono coerenti con il campo di intervento 009 – “Attività di ricerca e innovazione in centri di ricerca pubblici, istituti di istruzione superiore e centri di competenze, comprese le attività in rete (ricerca industriale, sviluppo sperimentale, studi di fattibilità)”, di cui all’Allegato VI del Regolamento (UE) 2021/241 del 12 febbraio 2021.

I soggetti proponenti ammissibili

Al finanziamento dei progetti di 100 giovani ricercatori vincitori di bandi dello European Research Council – ERC Starting Grant, nell’ambito dei Programmi quadro Horizon 2020 e Horizon Europe, sono ammissibili, in qualità di soggetti proponenti, i Principal Investigator il cui grant sia ancora attivo alla data ultima utile alla presentazione delle candidature in risposta al relativo Avviso, e la cui Host Institution sia estera.

Al finanziamento di attività di ricerca di 200 giovani ricercatori vincitori di borse Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships e Marie Skłodowska-Curie Postdoctoral Fellowships, nell’ambito dei Programmi quadro Horizon 2020 ed Horizon Europe, sono ammissibili, in qualità di soggetti proponenti, i ricercatori, vincitori delle suddette borse, che abbiano concluso il proprio progetto da non più di 12 mesi alla data ultima utile alla presentazione delle candidature in risposta al relativo Avviso.

Al finanziamento dei progetti di 400 giovani ricercatori che hanno ottenuto un “Seal of Excellence” in seguito alla partecipazione a bandi Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships e Marie Skłodowska-Curie Postdoctoral Fellowships, sono ammissibili, in qualità di soggetti proponenti, i ricercatori che abbiano ricevuto la comunicazione relativa all’attribuzione del SoE nei 24 mesi precedenti la data ultima utile alla presentazione delle candidature in risposta all’Avviso.

Le attività previste dalle proposte progettuali devono essere svolte in un arco temporale massimo di 36 mesi a partire dalla data di sottoscrizione del contratto e comunque entro e non oltre il 31 maggio 2026.

Host Institution

In considerazione della dotazione finanziaria i soggetti attuatori, quali potenziali Host Institution, sono invitati a comunicare le posizioni vacanti e disponibili, relative ai settori tecnico-scientifici associati agli ambiti di ricerca appartenenti ai macrosettori scientifico-disciplinari adottati dallo ERC, come elencati nell’Allegato 1° dell’Avviso.

Nel caso di Host Institution con sedi distribuite sul territorio italiano, l’indicazione della posizione vacante deve riferirsi alla sede di effettivo svolgimento delle attività e non alla sede legale.

Le suddette posizioni dovranno essere comunicate, esclusivamente attraverso il caricamento sulla piattaforma www.gea.mur.gov.it, secondo le modalità indicate nelle apposite linee guida (Allegato 4A), a partire dalle ore 12:00 del 30 agosto 2022 ed entro le ore 12:00 del 15 settembre 2022.

Entro, di norma, 10 giorni dal termine della fase di comunicazione il Ministero redigera’ un elenco delle posizioni vacanti e disponibili, ripartite territorialmente tra le regioni del Mezzogiorno e del Centro-Nord.

Principal Investigator

Il Principal Investigator, avvalendosi dell’istituto della portabilità del grant, prevista dai Programmi quadro Horizon 2020 ed Horizon Europe per il programma ERC, deve sottoscrivere un contratto con una Host Institution italiana ed avente sede in Italia, selezionata entro e non oltre il 31 maggio 2023.

Per consentire il conseguimento del Target M4C2-1, il soggetto proponente deve sottoscrivere un contratto con la Host Institution italiana selezionata entro il 20 dicembre 2022.

La relativa documentazione dovrà essere tempestivamente trasmessa al MUR.
I soggetti attuatori, ammissibili in qualità di beneficiari del contributo, sono le Università e gli enti pubblici di ricerca aventi sede operativa nel territorio nazionale.

Non è consentita la partecipazione all’Avviso sotto forma di consorzi, raggruppamenti o simili.

Il Principal Investigator deve scegliere fino a 3 posizioni vacanti, laddove siano disponibili, indicate dalle Host Institution, di cui almeno una con sede in una regione del Mezzogiorno, in ordine di preferenza. Le opzioni si considerano irrevocabili, non modificabili, né integrabili,  una volta chiusa la fase di scelta attraverso la presentazione della candidatura.

Le domande di partecipazione devono essere presentate in lingua inglese, a pena di esclusione ed irricevibilità, esclusivamente per via telematica, tramite la piattaforma, a partire dalle ore 12:00 del 22 settembre 2022 e tassativamente entro e non oltre le ore 12:00 dell’11 ottobre 2022.

La domanda deve essere firmata digitalmente o in forma autografa da parte del soggetto proponente e completa di tutti i documenti richiesti ed è resa nella forma di autocertificazione.

Ogni domanda relativa alle proposte progettuali presentate dai Principal Investigator vincitori di bandi ERC Starting Grant nell’ambito di Programmi quadro Horizon 2020 e Horizon Europe prevede:

  • il modulo di anagrafica del progetto, che fornisce il titolo del progetto di ricerca finanziato da ERC, l’indicazione del macrosettore del progetto finanziati dallo ERC, il codice identificativo del bando a cui ha partecipato il Principal Investigator, la data di avvenuta comunicazione dell’ammissione al finanziamento, il punteggio ottenuto, la data di sottoscrizione del Grant Agreement, l’abstract del progetto originario,
    l’importo del finanziamento, le date di inizio e fine del progetto finanziato dallo ERC;
  • il modulo relativo alla proposta di ricerca complementare o consequenziale;
  • il piano economico-finanziario, esclusivamente qualora il contributo totale richiesto sia maggiore o uguale a 200.000 euro;
  • il caricamento all’interno della sezione “Allegati” dei seguenti documenti: documento di identità; Evaluation Summary Report; codice identificativo del Grant agreement del Principal Investigator; “First submission” del progetto finanziato da ERC;
  • proposta progettuale (Allegato 6A);
  • curriculum vitae del Principal Investigator;
  • dichiarazione di assolvimento del principio DNSH (Allegato 2A).

Ogni Principal Investigator può figurare in una sola proposta nell’ambito dell’Avviso.

Ai Principal Investigator dei progetti ammessi al finanziamento le Host Institution destineranno posizioni disponibili di:

  • Professore di seconda fascia, presso le Università e le istituzioni universitarie, statali e non statali, comunque denominate, ivi comprese le scuole superiori ad ordinamento speciale;
  • Ricercatore (secondo livello professionale), presso enti pubblici di ricerca.

L’adesione comporta il trasferimento del progetto finanziato dallo European Research Council, per il tramite dell’istituto della portabilità, e determina l’accettazione della posizione disponibile.

 Giovani ricercatori vincitori di grant MSCA

Le proposte dei soggetti proponenti possono afferire ad uno degli ambiti di ricerca appartenenti ai macrosettori scientifico-disciplinari oggetto di MSCA Individual Fellowships e MSCA Postdoctoral Fellowships, come elencati nell’Allegato 1B dell’Avviso.

Le proposte progettuali devono prevedere anche la presentazione di una proposta di ricerca in risposta ai bandi dello European Research Council, nella quale il soggetto proponente sia Principal Investigator e che preveda il Soggetto attuatore quale Host Institution.

Al fine di raggiungere gli obiettivi del PNRR gli interventi oggetto del finanziamento dovranno:

  • essere coerenti con obiettivi e finalità del Regolamento (UE) 2021/241, con la strategia generale e la Scheda di dettaglio della Componente del PNRR;
  • orientarsi al conseguimento dei risultati misurati in riferimento a milestone e target eventualmente assegnati all’Investimento nei termini stabiliti dal Piano;
  • essere conformi al principio “non arrecare un danno significativo” ai sensi dell’articolo 17 del Regolamento (UE) 2020/852, in coerenza con gli orientamenti tecnici predisposti dalla Commissione europea (Comunicazione della Commissione 2021/C58/01);
  • essere idonei ad affrontare e colmare le disuguaglianze di genere;
  • sostenere la partecipazione di donne e giovani, anche in coerenza con quanto previsto dal decreto-legge 31 maggio 2021, n. 77 (c.d. Decreto Semplificazioni), modificato dalla legge di conversione 29 luglio 2021, n. 108, relativamente alla gestione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR);
  • favorire la valorizzazione dei risultati della ricerca e garantire la tutela della proprietà intellettuale, assicurando un accesso, aperto al pubblico, ai risultati della ricerca ed ai relativi dati (ad esempio, le pubblicazioni di risultati originali della ricerca scientifica, i dati grezzi e i metadati, le fonti, le rappresentazioni digitali grafiche e di immagini e i materiali multimediali scientifici), nel minor tempo e con il minor numero di limitazioni possibile, secondo i principi “Open science” e “FAIR Data”.

Le attività previste nelle proposte progettuali vincitrici di bandi Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships, nell’ambito del Programma quadro Horizon 2020, e di bandi Marie Skłodowska-Curie Postdoctoral Fellowships, nell’ambito del Programma quadro Horizon Europe, devono essere realizzate in un arco temporale massimo di 36 mesi a partire dalla sottoscrizione dell’atto d’obbligo e comunque entro il 20 dicembre 2025.

Il contributo erogato è stabilito entro un limite massimo di 300.000 euro. È onere del soggetto proponente, all’atto della presentazione della domanda, indicare l’importo richiesto:

  • nella modalità “lump sum”, per importi inferiori a 200.000 euro;
  • sulla base del piano economico-finanziario di cui all’art. 16, comma 8, lett. c), per importi uguali o superiori a 200.000 euro.

Il soggetto proponente presenta ad una Host Institution il modello di Proposta progettuale (Allegato 5B) e il piano economico e finanziario, che riporta l’articolazione dei costi del progetto per voci di spesa (Allegato 4B).

Ad esito della procedura di valutazione, il soggetto proponente, sottoscritto l’accordo preliminare con la relativa Host Institution (Allegato 6B), presenterà la domanda di partecipazione ai fini dell’ammissione al finanziamento.

Le domande devono essere presentate in lingua inglese, a pena di esclusione ed irricevibilità, esclusivamente per via telematica, a partire dalle ore 12:00 del 5 settembre 2022 e tassativamente entro le ore 12:00 dell’11 ottobre 2022.

La domanda deve essere firmata digitalmente o in forma autografa da parte del soggetto proponente, e deve essere completa di tutti i documenti richiesti dal presente Avviso.

Ogni soggetto proponente può figurare in una sola domanda.

In considerazione della disponibilità finanziaria ai ricercatori potranno essere destinate posizioni disponibili:

  • di ricercatore a tempo determinato ai sensi dell’art. 24, comma 3, lettera a), della legge 30 dicembre 2010, n. 240, presso le Università e le istituzioni universitarie, statali e non statali, incluse le università telematiche, comunque denominate, ivi comprese le scuole superiori ad ordinamento speciale, entro i limiti temporali di cui all’art. 14, comma 6-quinquiesdecies, del decreto-legge 30 aprile 2022, come convertito, con
    modificazioni, con legge 29 giugno 2022, n. 79, ovvero, definite le condizioni di cui al comma 6 septies dell’articolo 14 del citato decreto-legge 30 aprile 2022, n. 36, come convertito, con modificazioni, con legge 29 giugno 2022, n. 79, di titolare di contratto di ricerca;
  • di ricercatore di terzo livello professionale, con contratto a tempo determinato di durata triennale, presso enti pubblici di ricerca aventi sede operativa in tutto il territorio nazionale.

Giovani ricercatori beneficiari di “Seal of Excellence”

Le proposte dei soggetti possono afferire ad uno degli ambiti di ricerca appartenenti ai macrosettori scientifico-disciplinari oggetto di MSCA Individual Fellowships e MSCA Postdoctoral Fellowships, come elencati nell’Allegato 1C, dell’Avviso.

Le proposte progettuali debbono costituire un adeguamento delle proposte (“First submission”) che hanno ottenuto un “Seal of Excellence” a seguito della partecipazione a bandi Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships e Marie Skłodowska-Curie Postdoctoral Fellowships nell’ambito dei Programmi quadro Horizon 2020 ed Horizon Europe.

Le attività previste nelle proposte progettuali devono essere realizzate in un arco temporale massimo di 24 mesi a decorrere dalla sottoscrizione dell’atto d’obbligo e comunque entro e non oltre il 20 dicembre 2024.

Il contributo erogato ai fini del presente Avviso è pari a 150.000 euro per ciascuna proposta progettuale ammessa.

Il contributo corrisponde al 100% dei costi dei progetti presentati da soggetti
proponenti che hanno conseguito di un “Seal of Excellence” nell’ambito di Programmi quadro Horizon 2020 ed Horizon Europe.

L’importo del finanziamento è da intendersi come forfettario (pagamento “lump sum”).

Il soggetto proponente presenta ad una Host Institution il modello di Proposta progettuale (Allegato 4C). La Host Institution compila un Report (Allegato 6C) per ogni proposta progettuale ricevuta, contenente la valutazione effettuata unitamente alla documentazione attestante il rispetto del principio “non arrecare un danno significativo” (DNSH) ai sensi dell’articolo 17 del Regolamento (UE) 2020/85.

Ad esito della procedura di valutazione, il soggetto proponente, sottoscritto l’accordo preliminare con la relativa Host Institution (Allegato 5C), presenta la domanda di partecipazione ai fini dell’ammissione al finanziamento. Le domande devono essere presentate in lingua inglese, a pena di esclusione ed irricevibilità, esclusivamente per via telematica, a partire dalle ore 12:00 del 5 settembre 2022 e tassativamente entro le ore 12:00 dell’11 ottobre 2022.

Ogni soggetto Proponente può figurare in una sola proposta nell’ambito del presente Avviso.

In considerazione della disponibilità finanziaria acquisita dai soggetti attuatori in forza del presente Avviso, ai ricercatori di cui all’art. 4, comma 3, potranno essere destinate posizioni disponibili:

  • di ricercatore a tempo determinato presso le Università e le istituzioni universitarie, statali e non statali, incluse le università telematiche, comunque denominate, ivi comprese le scuole superiori ad ordinamento speciale;
  • di ricercatore di terzo livello professionale, con contratto a tempo determinato di durata triennale, presso enti pubblici di ricerca aventi sede operativa in tutto il territorio nazionale.