PROMO

40 Anni di Ense. Lavorazioni metalliche tra passato, presente e futuro

L'amministratore della Ense srl, Carlo Rossi, racconta la storia e l'evoluzione tecnologica dell'azienda specializzata nel taglio di metalli per la carpenteria

Una grande famiglia in continua espansione grazie al passaggio di testimone tra seconda e terza generazione: Carlo insieme al cugino Paolo arricchiscono l’azienda con il loro bagaglio d’esperienza maturato presso varie realtà in Europa, portando svariate conoscenze di lavoro su diversi macchinari. Questo metodo li porta oggi alla gestione totale dell’azienda fondata dal nonno in un modo completamente innovativo, con l’utilizzo di macchinari all’avanguardia e sempre più efficienti, in termini di tempistiche, qualità e rispetto per l’ambiente.

È la storia della Ense srl di Castel Mella, in provincia di Brescia, azienda specializzata nel taglio, piegatura e rifinitura di metalli di ogni spessore e dimensione per la carpenteria e la costruzione di macchinari per i settori più vari, con l’apporto di un impianto laser di ultima generazione tra i più sofisticati in Italia. Nata il 12 ottobre del 1983, l’azienda è adesso nelle mani di Carlo Rossi classe ’95, che non dimentica i valori trasmessi dal papà Lorenzo: “Dedizione al lavoro, umiltà e rispetto per tutti i collaboratori dell’azienda”.

Carlo, nuovo amministratore, dal 2023, subentra in azienda come simbolo di innovazione e crescita

“Mio nonno, Francesco Rossi, nel ’72 avvia un’officina meccanica, che produce basamenti per macchine tessili, per l’agricoltura, presse e altri tipi di macchinari. Nel ’92, con la partecipazione di mio padre Lorenzo, l’azienda si espande e vengono introdotti nuovi macchinari, così da poter servire carpenterie medio pesanti e officine meccaniche in genere. L’evoluzione dell’azienda prosegue, fino al 2004, anno in cui l’azienda vanta l’unicità dell’introduzione di un laser, da prestazioni e grandezze non indifferenti per quel tempo.”

È a quel punto che si è compiuto il passaggio decisivo per l’evoluzione dell’azienda?

“Tra il 2006 e il 2009 si è creata quella che è la base attuale dell’azienda. L’ampliamento dei vari reparti, l’incremento delle attività hanno fatto sì che la Ense srl fosse una delle aziende con lavorazioni più vaste e complete ed in grado di offrire un prodotto preciso e ottimale al cliente finale a 360°.

Il 2006 è un altro anno che segna la crescita dell’attività che, con l’acquisto di un nuovo laser, vede anche l’espansione dell’azienda in termini strutturali, permettendo l’inserimento di macchinari ad alta tecnologia di ossitaglio, taglio al plasma, piegatrici e taglio ad acqua, quest’ultima, introdotta nel 2009.”

Quali sono stati gli investimenti fatti da Ense che consentono all’azienda di distinguersi nel mercato?

“L’ultimo impianto installato è stata una macchina per il taglio al plasma che incorpora direttamente nella lavorazione funzioni meccaniche come foratura, filettatura e finitura. Si tratta di una tipologia ancora poco diffusa in Italia, una novità molto apprezzata dai nostri clienti perché dà dei vantaggi notevoli su tempistiche e costi. Un altro impianto ancora in fase di installazione è un laser che include le stesse funzioni di foratura e filettatura anche su spessori più fini. Si tratta degli stessi servizi che prima potevamo fornire soltanto tramite un ulteriore passaggio manuale, e quindi con costi più elevati e tempistiche più lunghe.”

Quali sono i prossimi obiettivi che vi siete prefissati?

“Sicuramente l’ampliamento della struttura così da permettere il rinnovo di macchinari ormai “datati”, (la tecnologia avanza di anno in anno e noi non vogliamo perderne i vantaggi). L’inserimento di macchinari più automatizzati, insieme al nostro personale, renderà il lavoro più veloce e più preciso. Le nuove apparecchiature lavoreranno 24 ore su 24 in quasi totale autonomia e ci permetteranno di essere molto più reattivi ed effettuare consegne nel minor tempo possibile.”

Che tipo di contributo ritiene di aver dato nell’avvicendamento con suo padre alla guida dell’azienda?

“Siamo per diversi aspetti molto simili. Ho colto il meglio da mio padre, che è stato sempre molto propenso all’innovazione, e che ha creduto da subito nell’investimento per un’azienda 4.0.

Io, oltre a proseguire lungo la scia della crescita e dell’evoluzione, ho curato molto l’aspetto commerciale e logistico, con l’inserimento di personale qualificato. Con l’introduzione di un nuovo sito web ho voluto dare un volto digitale all’azienda agevolando così anche i contatti.

I risultati di questi piccoli cambiamenti hanno portato ad una naturale crescita della produzione, dando importanza anche alle richieste di lavorazione più difficoltose e particolari.”

Quali sono i valori che caratterizzano la vostra azienda?

“La dedizione al lavoro è sempre stato il principio fondante della nostra azienda. E’ stato trasmesso a partire da mio nonno a tutti i membri della famiglia che lavorano in azienda. Sicuramente la forza di volontà e l’umiltà di imparare quello che è il mestiere partendo dalle basi. Nel 2014 iniziai i miei studi di ingegneria meccanica che fecero nascere in me una gran voglia di applicare tutto ciò che leggevo sui libri, così iniziò la mia carriera lavorativa all’interno dell’azienda. Una volta entrato in azienda, le esperienze acquisite come montatore di macchinari nella mia prima mansione lavorativa mi permisero di essere abbastanza efficiente, di poter eseguire piccoli accorgimenti e manutenzioni sulle varie lavorazioni così da permettere una maggiore flessibilità produttiva. Tutto quello che ho imparato e che continuo ad imparare dalle mie esperienze, cerco ogni giorno di trasmetterlo al personale che cura le lavorazioni in azienda.

Altro valore fondamentale per la nostra azienda è il rispetto delle persone che lavorano con noi; cerchiamo ogni giorno di renderli partecipi alla crescita ed alla continua costruzione del futuro dell’azienda. Hanno tutti un ruolo fondamentale e  centrale; ci impegniamo a far sì che tutti siano soddisfatti del lavoro svolto e dell’azienda per la quale offrono le loro capacità ed il loro servizio. Ne siamo grati e riconoscenti.”