Smart Meter: come funzionano i contatori intelligenti per tagliare i consumi

In queste ore l'UE sta discutendo il razionamento dell'energia e, grazie all'utilizzo dei contatori intelligenti, prevede una riduzione dei consumi del 10%

Foto di Matteo Paolini

Matteo Paolini

Giornalista pubblicista

Nel 2012 ottiene l’iscrizione all’Albo dei giornalisti pubblicisti. Dal 2015 lavora come giornalista freelance occupandosi di tematiche ambientali.

Gli Smart Meter sono fondamentali per la riduzione dei consumi di energia di un edificio. Conoscendo nel dettaglio da dove dipendono i consumi di energia, gli Smart Meter permettono di identificare e correggere eventuali inefficienze. In questo modo si può ottenere un notevole risparmio sui costi energetici, migliorando la sostenibilità dell’edificio.

Cosa sono gli Smart Meter

Il termine Smart Meter si riferisce a una soluzione che permette la lettura e la gestione a distanza dei contatori di energia elettrica, gas e acqua. Questo sistema di misurazione centralizzato e automatizzato consente di massimizzare le prestazioni metrologiche, realizzare efficienza energetica e conseguire vantaggi tangibili per i consumatori finali.

Il contatore intelligente è uno strumento indispensabile per la trasmissione dei dati a distanza di una specifica utenza. Grazie alla disponibilità di un sistema integrato di comunicazione, il contatore intelligente è in grado di interfacciarsi con la rete (fissa o mobile) e di trasmettere i dati in accordo con gli standard tecnici vigenti.

I vantaggi dello Smart Meter

Il contatore intelligente è una tecnologia chiave per la fornitura di energia elettrica affidabile. Abilita il funzionamento di un sistema centralizzato che può garantire benefici sia agli operatori che ai consumatori finali attraverso operazioni di telelettura e telegestione.

I vantaggi dello Smart Meter per i consumatori sono innumerevoli. In primo luogo, esso consente di avere una bolletta sempre puntuale e precisa. In secondo luogo, lo Smart Meter favorisce una migliore consapevolezza del cliente finale in relazione ai propri consumi, promuovendo interventi di efficienza energetica e sostenibilità ambientale.

Il nuovo sistema di lettura dei contatori di energia elettrica è un beneficio sia per gli operatori che per i consumatori. Gli operatori possono gestire meglio la rete e individuare le perdite, mentre i consumatori possono risparmiare sui costi delle letture e delle operazioni di gestione del contratto.

I principali vantaggi che si possono ottenere grazie all’utilizzo degli Smart Meter sono:

  • Riduzione dei costi di gestione
  • Aumento della frequenza di lettura dei dati
  • Miglioramento della manutenzione
  • Consapevolezza del consumatore relativa ai consumi
  • Miglioramento delle abitudini quotidiane
  • Riduzione dei costi energetici e di consumo
  • Apertura alla concorrenza del mercato libero

Il funzionamento dello Smart Meter

I contatori intelligenti o Smart Meter sono dispositivi che utilizzano la tecnologia IoT (Internet of Things) per misurare e gestire a distanza i consumi di acqua, gas, elettricità e calore. Questi dispositivi consentono una gestione più efficiente dei consumi, riducendo i costi e migliorando la sostenibilità ambientale.

I contatori intelligenti sono in grado di rilevare il consumo di energia in tempo reale e di elaborare una serie di dati che vengono inviati e scambiati in rete. Questo crea un flusso di informazioni bidirezionale, che consente alle aziende di fornire un servizio migliore ai propri clienti. I contatori intelligenti usano frequenze radio o PLC (Power Line Communication) per la trasmissione dell’informazione.

Sono tre gli elementi che compongono un sistema Smart Metering:

  1. Gli Smart Meter, ovvero i contatori intelligenti
  2. La smart communication network, la rete di comunicazione intelligente
  3. Il Sistema Centrale di Acquisizione Dati, in pratica un sistema centrale intelligente

Il primato italiano

L’Italia è all’avanguardia nell’installazione dei contatori intelligenti nel mondo elettrico a livello europeo, con milioni di contatori intelligenti che sono già stati installati nelle case degli italiani. In Italia il passaggio ai contatori intelligenti è iniziato nei primi anni 2000 e, secondo un recente report della Commissione europea, il sistema italiano di smart metering, con sostituzione dei contatori tradizionali, iniziato nel 2001, è stato il più efficiente in Europa.

I piani UE per tagliare i consumi

Per ridurre i consumi di energia nelle ore di picco, in queste ore l’UE sta discutendo l’idea è di diminuire la potenza dei contatori negli ambienti domestici. Dalle 8 alle 19, l’obiettivo è quello di tagliare il consumo di energia del 10%, di questi almeno il 5% nelle ore di punta. La fascia d’orario più critica dovrebbe essere dalle 17 alle 19, al rientro dal lavoro. Spetterà comunque ai governi nazionali decidere in quali ore far scattare il taglio.

Per permettere il rispetto di questi tagli ai consumi, ecco che entrano in gioco gli Smart Meter. Tuttavia, non tutti i cittadini hanno questi contatori intelligenti installati nelle proprie abitazioni.

Grazie ai contatori intelligenti, negli orari stabiliti dai singoli Stati si potrebbe avere una generale riduzione della potenza di elettricità nelle case. Infatti, gli Smart Meter saranno in grado di “scattare” quando la potenza richiesta sarà superiore a quella consentita, causando così un blackout. In tal modo, sarà molto più difficile per le persone utilizzare più di un elettrodomestico alla volta, soprattutto quelli che consumano più energia. Tuttavia, ci sarà una deroga per coloro che utilizzano apparecchiature salvavita.