Giornata mondiale degli oceani, perché dobbiamo agire tutti subito

Una giornata di celebrazione e di stimolo all'azione durante tutto l'anno per proteggere almeno il 30% delle nostre terre, acque e oceani entro il 2030

Foto di Matteo Paolini

Matteo Paolini

Giornalista pubblicista

Nel 2012 ottiene l’iscrizione all’Albo dei giornalisti pubblicisti. Dal 2015 lavora come giornalista freelance occupandosi di tematiche ambientali.

L’oceano copre oltre il 70% del pianeta. È la nostra fonte di vita, che sostiene il sostentamento dell’umanità e quello di ogni altro organismo sulla terra. L’oceano produce almeno il 50% dell’ossigeno del pianeta, ospita la maggior parte della biodiversità della Terra ed è la principale fonte di proteine ​​per oltre un miliardo di persone in tutto il mondo.  Inoltre, l’oceano è fondamentale per la nostra economia: si stima che entro il 2030, 40 milioni di persone saranno impiegate in industrie che utilizzano le risorse degli oceani.

Nonostante tutte le sue grandi potenzialità, l’oceano ha bisogno di essere sostenuto e preservato.

Con il 90% delle popolazioni di grandi pesci e il 50% delle barriere coralline distrutte, gli esseri umani stanno sottraendo all’oceano più di quanto possa essere reintegrato. È quindi fondamentale un’azione collettiva per cercare di restituire un equilibrio all’oceano, in modo che non venga più impoverito delle sue ricchezze, ma che al contrario gli ridoni nuova vita.

Cos’è la Giornata mondiale degli oceani

Coordinata e promossa a livello internazionale dal 2002 da The Ocean Project, la Giornata mondiale degli oceani è una celebrazione annuale che si tiene l’8 giugno ed è un invito ad agire per la conservazione degli oceani durante tutto l’anno.

Le Nazioni Unite hanno iniziato a riconoscere ufficialmente la Giornata mondiale degli oceani a partire dal 2009. Questa celebrazione dell’oceano comune che ci unisce tutti riunisce organizzazioni e individui di gruppi giovanili, scuole, acquari, zoo, musei, aziende, industrie marittime e turistiche, agenzie governative, appassionati di attività ricreative come subacquei, surfisti, marinai, comunità di fede e altro ancora.

La Giornata mondiale degli oceani 2022

Rivitalizzazione: azione collettiva per l’oceano” è il tema della Giornata mondiale degli oceani 2022, un anno incorniciato dal Decennio delle Nazioni Unite per la scienza degli oceani e dalla celebrazione della Conferenza delle Nazioni Unite sugli oceani, due anni dopo essere stata cancellata a causa della pandemia.

Per il 2022, la Giornata Mondiale degli Oceani intende sensibilizzare e sostenere il movimento globale per proteggere almeno il 30% delle terre, delle acque e degli oceani del mondo entro il 2030 (30×30). La salvaguardia di almeno il 30% attraverso una rete di aree altamente protette può contribuire a garantire la salute degli oceani e del clima.

Azioni in favore dell’oceano

Con la guida del Consiglio consultivo giovanile della Giornata mondiale degli oceani, la Giornata mondiale degli oceani del 2022 si preannuncia come la più intensa di sempre, con attività, celebrazioni e altri eventi – sia online che di persona – in programma per tutto il mese di giugno.

Sono previsti migliaia di eventi, ospitati da gruppi giovanili, scuole, acquari, zoo e aziende in 150 Paesi. Collettivamente, le loro azioni possono contribuire a influenzare i leader mondiali a sostenere una forte protezione per gli oceani mentre prendono le decisioni che portano alla Conferenza delle Nazioni Unite sugli oceani che si terrà a Lisbona, in Portogallo, alla fine di giugno e alla Conferenza delle Nazioni Unite sulla biodiversità che si terrà a Kunming, in Cina, alla fine di quest’anno.

Il Consiglio consultivo dei giovani

Il Consiglio consultivo dei giovani, composto da 25 membri di età compresa tra i 16 e i 23 anni provenienti da 22 Paesi, fornisce prospettive, idee e raccomandazioni nuove e uniche per mobilitare il mondo a favore della conservazione degli oceani e del clima, non solo a giugno ma per tutto l’anno.

Come ha spiegato Nathany Herrera, membro del Consiglio consultivo giovanile della Giornata mondiale degli oceani dal Brasile, le parole che guidano il movimento sono collaborazione e resilienza; collaborazione perché non dobbiamo affidarci a poche persone che agiscono in modo perfetto, ma a milioni di persone che agiscono in modo imperfetto con l’impegno di un cambiamento reale e di essere resilienti di fronte agli innumerevoli problemi che dobbiamo ancora affrontare.

Eventi in tutto il mondo

Samantha Gibb, responsabile della Giornata mondiale degli oceani di The Ocean Project, ha dichiarato che è davvero incoraggiante vedere il numero di eventi dal vivo e online che sono stati organizzati quest’anno per celebrare il nostro unico oceano. A livello globale si sono unite più persone e organizzazioni per sostenere la protezione di almeno il 30% delle nostre terre, acque e oceani entro il 2030.

Il sito web WorldOceanDay.org è una risorsa per tutti coloro che vogliono celebrare e agire l’8 giugno, Giornata mondiale degli oceani, e in qualsiasi altro giorno dell’anno. Chi desidera partecipare a un evento dal vivo o online può cercare nel database di eventi, attività e annunci relativi alla conservazione utilizzando la Mappa del mondo e il Calendario degli eventi.