Come l’Intelligenza artificiale può aiutare (davvero) a salvare la Terra

Una ricerca condotta da PwC UK, commissionata da Microsoft, ha analizzato l'impatto economico dell'utilizzo dell'AI per la gestione ambientale

Foto di Alessandro Mariani

Alessandro Mariani

Giornalista green

Nato a Spoleto, dopo una laurea in Storia e una parentesi in Germania, si è stabilito a Milano. Ha avuto esperienze in radio e in TV locali e Nazionali. Racconta la società, con un focus sulle tematiche ambientali.

Il cambiamento climatico rappresenta una delle sfide più importanti per il futuro del nostro pianeta. Aziende e governi stanno cercando soluzioni innovative per ridurre le emissioni di carbonio e creare un futuro sostenibile. Una delle tecnologie più promettenti in questo senso è l’intelligenza artificiale (AI). Sfruttando l’AI, aziende e singoli possono ridurre significativamente la loro impronta di carbonio e contribuire a contrastare il cambiamento climatico. In questo articolo, esploreremo i modi in cui l’AI può permettere un futuro sostenibile.

L’utilizzo dell’AI per affrontare il cambiamento climatico: un’opportunità per la crescita economica

Per affrontare il climate change, è necessario trovare soluzioni innovative che possano contribuire a ridurre le emissioni di gas serra e creare un futuro più sostenibile per il nostro pianeta. Una delle tecnologie più promettenti in questo senso è l’intelligenza artificiale (AI).
L’AI può essere utilizzata in una vasta gamma di settori economici e situazioni per contribuire a gestire gli impatti ambientali e il cambiamento climatico. Alcuni esempi di applicazione includono reti energetiche pulite, agricoltura di precisione, catene di fornitura sostenibili, monitoraggio ambientale e applicazioni per migliorare la previsione del tempo e la gestione delle emergenze.

L’importanza economica dell’AI per la gestione ambientale

Una ricerca condotta da PwC UK, commissionata da Microsoft, ha analizzato l’impatto economico dell’utilizzo dell’AI per la gestione ambientale, in quattro settori specifici: agricoltura, acqua, energia e trasporti.
Secondo lo studio, l’utilizzo dell’AI per applicazioni ambientali potrebbe contribuire fino a 5,2 trilioni di dollari USA all’economia globale nel 2030, pari a un aumento del 4,4% rispetto alla situazione attuale. Inoltre, l’implementazione dell’AI potrebbe ridurre le emissioni di gas serra a livello mondiale del 4% entro il 2030, pari a 2,4 Gt di CO2e. Questo equivale alle emissioni annuali previste per il 2030 di Australia, Canada e Giappone combinati.

Non solo l’utilizzo dell’AI per la gestione ambientale potrebbe portare a un significativo aumento dell’economia globale e alla riduzione delle emissioni di gas serra, ma potrebbe anche creare 38,2 milioni di nuovi posti di lavoro netti in tutto il mondo entro il 2030. Ciò offrirebbe maggiori opportunità di lavoro altamente qualificato in un mondo in cui la transizione verso un’economia sostenibile è una priorità.

Applicazioni dell’AI per la gestione ambientale

L’utilizzo dell’AI per la gestione ambientale può avere un impatto significativo su molti settori dell’economia globale. Alcune delle applicazioni principali includono:

  • Reti energetiche pulite: l’AI può essere utilizzata per ottimizzare la distribuzione dell’energia elettrica da fonti rinnovabili, riducendo così l’impatto ambientale dell’energia prodotta da combustibili fossili.
  • Agricoltura di precisione: l’AI può essere utilizzata per analizzare i dati dei sensori e identificare le aree in cui è possibile migliorare l’efficienza e la produttività delle colture. Ciò può aiutare gli agricoltori a ridurre gli sprechi, aumentare la produzione e ridurre l’impatto ambient

Uno dei maggiori vantaggi dell’AI è la sua capacità, dunque, di ridurre il consumo di energia e le emissioni di carbonio. Gli algoritmi dell’AI possono analizzare i dati provenienti da sensori e altre fonti per ottimizzare l’uso dell’energia, ridurre gli sprechi e identificare le aree in cui l’uso dell’energia può essere ridotto. Ciò può aiutare le aziende a risparmiare sui costi dell’energia, riducendo nel contempo la loro impronta di carbonio.

Efficienza energetica e mobilità sostenibile

L’AI può anche essere utilizzata per migliorare l’efficienza energetica degli edifici e delle infrastrutture. Ad esempio, gli algoritmi dell’AI possono monitorare i consumi energetici degli edifici e segnalare le criticità. Ciò può portare a notevoli risparmi sui costi energetici e contribuire a ridurre le emissioni di carbonio.

L’intelligenza artificiale può anche essere adoperata per supportare la transizione verso una mobilità più sostenibile. Ad esempio, i sistemi di guida autonoma basati sull’AI possono aiutare a ridurre gli incidenti stradali e migliorare la sicurezza stradale, e soprattutto possono ridurre le emissioni di carbonio. Inoltre, i sistemi di gestione del traffico basati sull’AI possono contribuire a ridurre la congestione del traffico, migliorando la mobilità urbana e riducendo le emissioni di gas serra.

Agricoltura sostenibile e gestione delle risorse idriche

Come abbiamo visto, l’AI può anche essere impiegata per supportare l’agricoltura sostenibile. Ad esempio, gli algoritmi dell’AI possono analizzare i dati dei sensori per monitorare il suolo, le condizioni meteorologiche e la crescita delle piante. Ciò può aiutare gli agricoltori a prendere decisioni più informate e a ottimizzare la produzione agricola, riducendo al contempo l’impatto ambientale dell’agricoltura.

L’intelligenza artificiale potrebbe essere utile per gestire le risorse idriche in modo più sostenibile. Ad esempio, gli algoritmi dell’AI possono analizzare i dati provenienti dai sensori per monitorare il livello delle acque, la qualità dell’acqua e il consumo di acqua.