Bonus 800 euro per i collaboratori sportivi confermato anche a gennaio

Il bonus da 800 euro di gennaio per i collaboratori sportivi è stato confermato anche per il mese di gennaio. Lo ha chiarito il ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora

In attesa della riapertura di palestre, piscine e in generale degli impianti sportivi, chiusi ormai da tempo a causa dell’emergenza Covid e dei divieti adottati nel nostro paese, il ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora ha confermato che il bonus 800 euro per i collaboratori sportivi verrà erogato anche nel mese di gennaio.

Tramite social, ha fatto sapere che “stiamo lavorando da settimane tutti i giorni con il CTS (Comitato Tecnico Scientifico) in modo proficuo per la riapertura, che sarà graduale a seconda dei colori delle regioni e, mi auguro, di avere l’ok per poter ripartire entro fine mese“.

Bonus 800 euro confermato a gennaio

Il ministro Spadafora dice di capire le difficoltà che “da troppo tempo sta vivendo il mondo dello sport” e cita gli aiuti di questi mesi, dal bonus di gennaio per i collaboratori sportivi che “ovviamente ci sarà” e che sarà approvato prossimamente dal Consiglio dei ministri. Non ci sarà solo il bonus, ma anche altro, come per esempio il credito d’imposta ed il rinvio di scadenze e pagamenti.
Queste le sue parole su Facebook: “Il bonus gennaio per i collaboratori sportivi ovviamente ci sarà; lo abbiamo garantito sempre a centinaia di migliaia di persone sin dall’inizio della pandemia. Il Consiglio dei Ministri dovrà approvare quanto prima un nuovo decreto per tutti i ristori. Per il mondo dello Sport non ci sarà solo il bonus ai collaboratori ma anche altro, come per esempio il credito d’imposta ed il rinvio di scadenze e pagamenti“.

Bonus 800 euro, cos’è

Si tratta di un’indennità da 800 euro, una tantum, a favore dei lavoratori impiegati con rapporti di collaborazione presso il Coni, il Comitato Italiano Paralimpico, le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva riconosciuti dal Coni e dal Cip, le società e associazioni sportive dilettantistiche.
Società che, a causa dell’emergenza Covid, hanno dovuto cessare, ridurre o sospendere la propria attività.
Il nuovo bonus 800 euro di gennaio, come già accaduto con le precedenti versioni di questa indennità, sarò erogato dalla società Sport e Salute Spa, che si occupa dell’erogazione dei contributi dallo scorso mese di marzo.
Ricordiamo che nel corso delle prime mensilità il bonus era pari a 600 euro, mentre da novembre il sussidio è passato ad 800 euro. L’erogazione del bonus sarà automatica per coloro che ne avevano già fatta richiesta.

Bonus 800 euro, a chi spetta

Possono beneficiare del bonus 800 euro tutti i soggetti che, in seguito alla crisi epidemiologica, hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività relativa a rapporti di collaborazione con:

  • Comitato Olimpico Nazionale (CONI);
  • Comitato Italiano Paralimpico (CIP);
  • le federazioni sportive nazionali;
  • le discipline sportive associate e gli enti di promozione sportiva riconosciuti dal Comitato Olimpico Nazionale (CONI) e dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP);
  • le società e associazioni sportive dilettantistiche.

Come per le altre mensilità previste, non è possibile richiedere e ottenere l’indennità Covid specifica per il mondo dello sport nei seguenti casi:

  • se si percepisce altro reddito da lavoro;
  • se si è percettori del Reddito di cittadinanza o del Reddito di emergenza;
  • se si è beneficiari di altre tipologie di bonus 600 euro previste dal DL Cura Italia e confermate dal DL Rilancio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus 800 euro per i collaboratori sportivi confermato anche a gennaio