Quanto guadagna il Presidente della Repubblica e quanto costa il Quirinale

Il prossimo 24 gennaio verrà eletto il nuovo presidente della Repubblica italiana, il numero 13, che succederà per i prossimi 7 anni a Sergio Mattarella. Ma quanto guadagna?

Il prossimo 24 gennaio verrà eletto il nuovo presidente della Repubblica italiana. Sergio Mattarella, 12º Presidente della Repubblica Italiana dal 3 febbraio 2015, lascerà il suo mandato. Il presidente della Camera Roberto Fico e la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, prima donna a ricoprire la seconda carica più importante dello Stato, hanno dunque dato il via alla procedura che porterà all’elezione del 13° Presidente della Repubblica.

Il Presidente della Repubblica è un organo costituzionale eletto dal Parlamento in seduta comune integrato dai delegati delle Regioni: 3 consiglieri per regione, con l’eccezione della Valle d’Aosta, che ne nomina 1 solo, per un totale di 58. Rimane in carica per un periodo di 7 anni.

La Costituzione stabilisce che può essere eletto presidente chiunque, con cittadinanza italiana, abbia compiuto i 50 anni di età e goda dei diritti civili e politici.

Ma qual è lo stipendio del Presidente della Repubblica? Quanto guadagna il capo dello Stato al mese per il suo ruolo “neutro” di garante della Costituzione e dell’unità nazionale? E quanto costa il Quirinale?

Quanto costa il Quirinale

Come riporta Truenumbers, che ne ha analizzato i bilanci, il Quirinale costa ogni anno 224 milioni di euro. Il costo totale delle attività del Quirinale per il 52,3% è composto dalle retribuzioni del personale, 713 persone, in servizio al Colle.

L’insieme degli stipendi del personale in servizio, nel corso del 2021, è stato di 117.165.480 milioni di euro. Una cifra, si legge nel bilancio ufficiale, destinata a calare del 4,69% nel prossimo triennio, per arrivare nel 2023 a quota 111.665.480 milioni di euro.

In base alla ripartizione tra le varie tipologie di rapporto di lavoro, gli stipendi sono cosi divisi:

  • 82,023 milioni di euro per il personale di ruolo
  • 7,690 milioni per il personale non di ruolo
  • 9,317 milioni di euro per il personale distaccato
  • 1,504 euro per i consiglieri e i consulenti della Presidenza della Repubblica.

Quanto guadagna il Presidente della Repubblica

Rispetto al totale di 224 milioni di euro, lo stipendio del Presidente della Repubblica rappresenta lo 0,11%, ovvero 240mila euro di stipendio annuo lordo. 13 mensilità da 18.400 euro lordi al mese, cui va sottratta l’Irpef. Come fa notare ancora Truenumbers, la più alta carica dello Stato non percepisce però la quattordicesima.

Il suo stipendio rappresenta lo 0,24% del totale degli stipendi dei dipendenti del Quirinale, che ammontano, per il 2021, a circa 118 milioni di euro.

Il tetto: quanto può guadagnare al massimo

Qualcuno starà pensando che però, oltre alla dotazione economica del Presidente a carico del bilancio dello Stato, ci sono poi altre fonti di reddito come pensioni, vitalizi e stipendi erogati da terze parti. A quanto può arrivare quindi lo stipendio del Capo dello Stato? A sorpresa, sempre e solo a 240mila euro.

La retribuzione complessiva del Presidente della Repubblica non può mai superare questo tetto annuale. E questo proprio per volontà di Sergio Mattarella. Tra i primi atti ufficiali dell’attuale Presidente, infatti, c’è stato proprio il divieto di cumulo tra stipendi, vitalizi e pensioni. Da qui la decisione di Mattarella di rinunciare alla sua pensione di professore universitario.

Non solo: il Presidente della Repubblica, con decreto del 23 febbraio 2015, ha disposto non solo per lui ma nei confronti di tutti i soggetti che svolgono funzioni all’interno della Presidenza della Repubblica il divieto di cumulo delle retribuzioni con i trattamenti pensionistici erogati dalle Pubbliche amministrazioni.

E dunque, nessun dipendente del Quirinale può guadagnare più di 240mila euro: se questo tetto venisse superato, scatterebbe immediatamente la decurtazione dello stipendio (qui invece quanto guadagna il premier Mario Draghi).