Ecco i nuovi borghi più belli d’Italia: Piemonte e Trentino le regioni più premiate

Nel Belpaese ci sono 14 nuovi "Borghi più belli d'Italia", che vanno ad aggiungersi ai 336 già presenti e facendo così salire a 348 i comuni certificati

Nel Belpaese ci sono 14 nuovi “Borghi più belli d’Italia”. Il Consiglio Direttivo dell’Associazione “I Borghi più belli d’Italia” nel corso dell’ultimo trimestre 2022 ha appena deliberato infatti l’ammissione di 14 nuovi borghi in 12 regioni, che vanno ad aggiungersi ai 336 già presenti e facendo così salire a 348 i comuni certificati come Borghi più belli d’Italia.

“Sono il frutto della selezione fatta utilizzando la verifica di ben 72 parametri presenti nella scheda di valutazione, tra 36 Borghi che sono stati visitati nel 2022″ spiega Fiorello Primi, Presidente dell’Associazione. Un risultato importante per questi Comuni, un volano per il loro sviluppo (o rinascita in alcuni casi), che potranno così usufruire dell’importante macchina promozionale dell’associazione che li aiuterà a migliorare la loro visibilità nel mercato turistico nazionale e internazionale, “con beneficio per tutte la comunità borghigiane che -aggiunge Primi – insieme alle amministrazioni comunali, dovranno impegnarsi a migliorare le condizioni di vita all’interno del Borgo e il sistema di accoglienza e ospitalità per turisti e visitatori”.

Ma vediamo quali sono i 14 nuovi Borghi più belli d’Italia 2023.

Piemonte

Castagnole delle Lanze

Castagnole delle Lanze è un comune di 3.704 abitanti della provincia di Asti. Incastonato tra le dolci colline delle Langhe e del Monferrato, si trova però a cavallo tra l’Astigiano e l’Albese, tanto che il comune è in provincia di Asti, mentre le parrocchie appartengono alla diocesi di Alba.

Celebre come tutta l’area per l’eccellente vino, anche qui si producono la Barbera d’Asti, il Dolcetto d’Alba e il Moscato d’Asti. Una curiosità? L’amministrazione di Castagnole, per aiutare i produttori locali, nel 2010 ha creato un’iniziativa unica nel suo genere in Italia: “Adotta un filare”, che consente di adottare 10 metri di filari di vitigno Barbera d’Asti, ricevendo in cambio 10 bottiglie di vino “Lanze”.

Guarene

Il Piemonte porta a casa tra i nuovi Borghi più belli d’Italia anche Guarene: 3.525 abitanti nella provincia di Cuneo, culla del Roero. Confina con la vicina città di Alba, capitale del territorio delle Langhe e del Tartufo Bianco.

Lombardia

Golferenzo

In Lombardia il titolo di borgo più bello 2023 se lo aggiudica Golferenzo. 175 abitanti appena – sì, avete letto bene – in provincia di Pavia, si trova sulle colline dell’Oltrepò Pavese, nell’alta Val Versa. Golferenzo è elencato tra le terre che l’imperatore Federico I pose nel 1164 sotto il dominio pavese.

Trentino Alto Adige

Ossana

828 abitanti nella provincia di Trento, bellissimo borgo dal passato militare – famoso il suo Castello di San Michele di probabile origine longobarda -, Ossana è anche tristemente ricordata per l’incidente aereo del monte Giner del 22 dicembre 1956. Un incidente che scosse profondamente tutta l’Italia, anche perché quell’aereo era in servizio da Ciampino a Malpensa, quindi su una rotta molto lontana dal Trentino.

Borgo Valsugana

Comune di 6.975 abitanti della provincia di Trento, è l’undicesimo centro abitato della provincia per popolazione, il terzo della Valsugana e il principale della Comunità Bassa Valsugana e Tesino.

La sua peculiarità è di essere situato in una strozzatura della Valsugana e di essersi sviluppato attorno al fiume Brenta, stretto tra il monte Ciolino a Nord e il monte Rocchetta a Sud. Il suo centro storico è l’unico in tutto il Trentino ad essersi sviluppato su entrambe le sponde di un fiume, a differenza ad esempio del centro storico di Trento, che occupa una sola sponda dell’Adige.

Un bellissimo borgo italiano regala 30mila euro per viverci

Veneto

Malcesine

Anche il Veneto si porta a casa il titolo di borgo più bello d’Italia con Malcesine. 3.616 abitanti nella provincia di Verona, è una nota località turistica sulla sponda veronese dell’alto lago di Garda, Bandiera arancione per il Touring Club Italiano.

Il comune presenta un forte dislivello, in quanto parte dall’altezza del lago (89 m s.l.m.) e arriva sulla cresta del Monte Baldo (2.218 m s.l.m.), coprendo una superficie di 69,29 km². Sul suo territorio, nella frazione di Cassone, scorre uno dei fiumi che si possono considerare i più corti del mondo: il fiume Aril, lungo appena 175 metri.

Liguria

Celle ligure

In Liguria anche troviamo un nuovo borgo più bello d’Italia: si tratta di Celle ligure, comune di 4.905 abitanti nella provincia di Savona. Città costiera, perla della Riviera delle Palme, è una delle principali località turistiche della riviera ligure di Ponente.

La frazione cellese di Pecorile è celebre per aver dato i natali a Francesco della Rovere, eletto Papa nel 1471 con il nome di Sisto IV.

Toscana

Borgo di San Donato in Poggio

San Donato in Poggio è una frazione del comune italiano di Barberino Tavarnelle, nella città di Firenze. Un incantevole borgo d’impronta medievale, che ancora conserva parte della sua cinta muraria con le due porte di accesso.

Nel borgo, ottimamente conservato e restaurato, sono presenti notevoli testimonianze due-trecentesche. Fuori del borgo si trova la pieve di San Donato in Poggio, notevole esempio di architettura romanica fiorentina (XII secolo), menzionata in una pergamena addirittura del 989.

Emilia Romagna

Bagno di Romagna

In Emilia troviamo poi Bagno di Romagna: 5.581 abitanti nella provincia di Forlì-Cesena, storicamente compreso nell’area geografica della Romagna toscana. Il municipio non si trova nella località che porta il nome del comune ma nell’adiacente San Piero in Bagno.

Famosissime le sue sorgenti termali, è situato nell’Appennino tosco-romagnolo. Già abitato dagli Umbri, i Romani vi fondarono Oppidum Balnei, così chiamato proprio per le acque termali: non a caso, le terme sono citate anche in un epigramma dal poeta Marziale. Oggi fa parte del parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna.

Le città e le regioni dove il costo della vita è aumentato di più.

Umbria

Stroncone

In Umbria c’è Stroncone, comune di 4.588 abitanti nella provincia di Terni. Fa parte dell’agglomerato urbano della città di Terni, rappresentato dalla Conca ternana, della quale si trova a sud.

Geograficamente parte dei Monti Sabini, posto al confine con il Lazio, la leggenda vuole che il paese sia sorto sulle rovine dell’antica Trebula Suffenas, ma non si hanno notizie certe: Trebula Suffenas oggi è un sito archeologico nel territorio dell’odierna Ciciliano, a sud-est di Tivoli, in provincia di Roma.

Lazio

Ronciglione

Nel Lazio ad accaparrarsi il titolo è invece Ronciglione, comune di 8.377 abitanti nella provincia di Viterbo, posizionato sulle alture meridionali dei Monti Cimini, su un grosso ciglione tufaceo, posto alla confluenza di due corsi d’acqua, il Rio Vicano, emissario del Lago di Vico, e il Fosso Chianello che ora scorre sotterraneo. Le straordinarie colmate volute dalla famiglia Farnese hanno permesso lo sviluppo rinascimentale e moderno della cittadina su un secondo sperone tufaceo.

Calabria

Badolato

Con i suoi 2.917 abitanti, nella provincia di Catanzaro, Badolato è un borgo medievale situato su una collina nei pressi della dalla costa jonica. Alle sue spalle, le stupende Pre-Serre Calabresi.

Puglia

Sammichele di Bari

Sammichele di Bari, 6.006 abitanti provincia di Bari, è situato sull’Altopiano delle Murge ed è noto per il suo prodotto tipico, la Zampina, un insaccato speciale, così chiamato per via del nome del sostegno di ferro su cui veniva anticamente cotto, cioè uno spiedo lungo e sottile. La parte terminale dello spiedo presenta una caratteristica forma a “Y” rovesciata che, per similitudine, ricorda una zampa. Questa parte viene utilizzata per ruotare lo spiedo durante le fasi di cottura della carne.

Dal 1967, l’ultimo sabato e domenica di settembre – con la sola eccezione del 2020 causa pandemia – si tiene la Sagra della Zampina, del bocconcino e del buon vino per celebrare e promuovere il prodotto. Nel 2020 è stato anche costituito il Comitato Promotore per il riconoscimento del marchio IGP in Europa.

Sardegna

Tempio Pausania

Infine, la Sardegna celebra la bellezza di Tempio Pausania: 3.244 abitanti nella provincia di Sassari, è stata attraversata da diverse civiltà: quella nuragica, quella romana, quella giudicale con il Regno di Gallura, poi ancora catalani e spagnoli durante il Regno di Sardegna, e sabaudi con il Regno d’Italia quando capitale era Torino.

I 14 nuovi borghi più belli d’Italia 2023

Ecco qui riassunti i 14 nuovi borghi più belli d’Italia 2023:

  • Castagnole delle Lanze (AT) e Guarene (CN) in Piemonte
  • Golferenzo (PV) in Lombardia
  • Ossana (TN) e Borgo Valsugana (TN) in Trentino
  • Malcesine (VR) in Veneto
  • Celle Ligure (SV) in Liguria
  • Borgo di San Donato in Poggio (nel comune di Barberino Tav. – FI) in Toscana
  • Bagno di Romagna (FC) in Emilia Romagna
  • Stroncone (TR) in Umbria
  • Ronciglione (VT) nel Lazio
  • Badolato (CZ) in Calabria
  • Sammichele di Bari in Puglia
  • Tempio Pausania (SS) in Sardegna.