Della Valle difende Ferragni, per l’ad di Tod’s: “Ha fatto anche belle cose di beneficenza”

L'ad di Tod's Diego Della Valle difende Chiara Ferragni dalle accuse per le vicende in cui è stata coinvolta

Diego Della Valle, amministratore delegato di Tod’s, ha difeso con alcune dichiarazioni Chiara Ferragni dopo i casi che l’hanno vista coinvolta per supposta pubblicità ingannevole. L’imprenditore ha invitato a non giudicare con troppa fretta quanto accaduto e lasciare che le istituzioni preposte chiariscano le responabilità.

Ferragni è in un momento difficile dopo le accuse verso le sue campagne pubblicitarie e di beneficenza con vari brand con cui ha collaborato, partite dall’indagine sui pandori Balocco. Anche una sua intervista al programma Che Tempo Che Fa, che dovrà svolgersi il 3 marzo, è stata presa di mira dal Codacons, associazione dei consumatori con cui ha un contenzioso da diversi anni.

Le dichiarazioni di Della Valle

L’amministratore delegato di Tod’s Diego Della Valle è intervenuto in difesa di Chiara Ferragni, rilasciando alcune dichiarazioni all’agenzia di stampa ‘ANSA’ e commentando gli ultimi sviluppi delle vicende che la vedono coinvolta.

“Lasciate che le cose abbiano il loro corso. Fate giudicare le persone nei posti delegati per farlo. E poi prenderemo ognuno le nostre decisioni. Trattiamo l’argomento in modo molto serio” ha detto l’imprenditore a margine di una sfilata nel contesto della Milano Fashion Week del suo brand in un deposito ATM.

“Non vogliamo occuparci in modo frettoloso di un discorso che riguarda la dignità delle persone. Aspettiamo tutte le decisioni da prendere. Con noi Chiara Ferragni è sempre stata correttissima, ha fatto delle belle cose di beneficenza” ha poi concluso l’imprenditore, parlando della collaborazione tra Tod’s e l’imprenditrice digitale. Ferragni è parte del consiglio di amministrazione della società dal 2021.

L’intervista a Che Tempo Che Fa e le minacce del Codacons

Chiara Ferragni parlerà delle molte vicende che l’hanno riguardata alla trasmissione Che Tempo Che fa sul Nove, in un’intervista con il conduttore Fabio Fazio il 3 marzo. L’annuncio ha causato molte reazioni, tra cui quella quasi immediata dell’associazione di consumatori Codacons.

Da anni il Codacons ha un contenzioso con Chiara Ferragni e spesso le società dell’imprenditrice e l’associazione dei consumatori si sono scambiati accuse e querele. È stato proprio il Codacons una delle parti più attive nel denunciare la presunta pubblicità ingannevole del caso del pandoro Balocco creato in collaborazione con l’influencer e legato a una campagna di beneficenza.

Il Codacons ha diffidato la trasmissione Che Tempo Che Fa e la rete che la trasmette, Nove, di proprietà di Warner Bros. Discovery. L’associazione ha chiesto un contraddittorio durante l’intervista in modo da poter controbattere alle affermazioni che Chiara Ferragni potrebbe fare sull’associazione. L’argomento preciso su cui volgerà l’intervista non è stato ancora reso noto.

Se la rete non dovesse acconsentire alle richieste del Codacons, l’associazione ha minacciato la richiesta di sequestro della trasmissione: “La cosa più grave è che la Ferragni potrebbe parlare da Fazio del caso del pandoro Balocco senza alcun contraddittorio, riportando solo il suo punto di vista sulla vicenda a discapito dei telespettatori che da casa vedranno il programma. Un’offesa anche verso il lavoro dei magistrati milanesi che stanno svolgendo indagini complesse e delicatissime” ha spiegato il Codacons in una nota diffusa alla stampa.