Teleriscaldamento, sconto per le famiglie in crisi: tutti i dettagli

La guida completa sul nuovo bonus previsto da Iren: come fare richiesta e quali dati inserire, ma anche come verrà erogato e in quali Comuni è già attivo

La notizia era stata anticipata da diversi organi di stampa e dalle agenzie operanti nel settore, ma negli ultimi giorni è divenuta ufficiale tramite una comunicazione rilasciata direttamente dall’ente interessato. Parte il Bonus Teleriscaldamento 2022, uno sconto riconosciuto da Iren sul costo delle bollette per la stagione termica in corso.

“Una scelta fatta per dare un sostegno concreto alle famiglie più svantaggiate dal punto di vista economico a causa dell’aumento eccezionale subito dal costo del gas nei primi mesi dell’anno”, così si legge nel messaggio reso pubblico lo scorso venerdì 29 aprile sul sito di Iren, che in questo modo ha voluto mostrare di essere parte attiva nel tentare di risolvere la difficile condizione in cui molti italiani si ritrovano per le tante spese da sostenere.

Di seguito la guida completa sul Bonus Teleriscaldamento, con tutti i dettagli su chi potrà beneficiare della misura, quali sono le aree interessate sul territorio italiano e come fare per richiederlo.

Bonus Teleriscaldamento: a chi è rivolto

Il Bonus Teleriscaldamento è stato messo in campo per sopperire all’esclusione di questa misura dalle agevolazioni governative, rivolte in modo esclusivo ai rincari dei costi di energia elettrica e gas naturale, nonostante i significativi benefici ambientali che il teleriscaldamento genera in termini di riduzione delle emissioni rispetto alle caldaie tradizionali.

Il Bonus può essere richiesto da tutti i clienti domestici di Iren che dispongono di un contratto di teleriscaldamento per la propria abitazione. Tale contratto deve risultare attivo tra il 1° ottobre 2021 e il 31 maggio 2022 e la dichiarazione Isee dell’utente non deve essere superiore a 12mila euro annui, estendibile a 20mila euro per i nuclei familiari con almeno 4 figli a carico.

Bonus Teleriscaldamento: quali sono i Comuni interessati

Il Bonus Teleriscaldamento può essere richiesto da tutti i clienti domestici di Iren che hanno la propria residenza anagrafica in uno dei Comuni serviti dall’azienda per le forniture di gas. Questi sono Beinasco, Collegno, Genova, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rivoli e Torino (i Comuni che non sono capoluogo di provincia sono situati nell’area metropolitana di Torino).

Il contratto attivo richiesto per poter usufruire del servizio deve essere dotato di riscaldamento o riscaldamento promiscuo per la propria abitazione. Nello specifico possono fare richiesta i clienti con:

  • contratto di teleriscaldamento individuale
  • contratto di teleriscaldamento centralizzato con servizio di ripartizione
  • contratto di teleriscaldamento centralizzato classico

Bonus Teleriscaldamento: a quanto ammonta l’importo

Per tutti gli utenti domestici in possesso dei requisiti sopra indicati, viene riconosciuto un Bonus che viene erogato tramite il versamento una tantum di un importo monetario pari a:

  • 487,27 euro (Iva esclusa) per le famiglie fino a 4 componenti
  • 679,09 euro (Iva esclusa) per le famiglie con più di 4 componenti

Lo sconto verrà riconosciuto una sola volta per nucleo familiare residente, mentre per eventuali deroghe o successive tranche bisognerà attendere di capire quali saranno gli effetti di questa prima versione del Bonus Teleriscaldamento. Il valore complessivo di quanto erogato non potrà comunque essere superiore all’importo fatturato per il servizio di teleriscaldamento nel periodo termico compreso tra il 2021 e il 2022.

Su quest’ultimo aspetto, Iren ha inserito alcune notizie aggiuntive in nota al testo presente sul sito internet:

  • nell’ipotesi in cui il corrispettivo dei consumi rilevati e fatturati sia pari o inferiore all’importo massimo riconoscibile, la somma effettivamente erogata a titolo di Bonus 2022 coprirà integralmente il quantum rilevato e fatturato per il servizio di teleriscaldamento dell’anno termico 2021/2022 (ossia nel periodo tra il 1° ottobre 2021 e il 31 maggio 2022)
  • nell’ipotesi in cui invece il corrispettivo dei consumi rilevati e fatturati sia superiore all’importo massimo riconoscibile, l’importo effettivamente erogato a titolo di Bonus 2022 sarà pari all’importo massimo riconoscibile

Bonus Teleriscaldamento: come fare richiesta

Gli utenti interessati devono presentare la domanda per ottenere il bonus. Devono farlo per via telematica accedendo all’area dedicata predisposta dal proprio Comune di residenza. La richiesta dovrà essere presentata collegandosi direttamente al sito del Comune, accedendo alla sezione dedicata (cliccando direttamente sul link di pertinenza riportato affianco al nome della propria città).

L’autenticazione sul sito internet avverrà utilizzando le proprie credenziali Spid. Al momento sono soltanto i comuni emiliani di Parma e Reggio Emilia a essersi dotati di un servizio di sportello per permettere ai clienti di collegarsi via web alla pagina indicata, ma l’azienda ha fatto sapere che sono in fase di realizzazione i portali anche per le altre aree servite da Iren.

Inoltre, per procedere alla corretta compilazione della domanda, occorre presentare la dichiarazione Isee aggiornata al 2022 e inserire le seguenti informazioni riportate in bolletta:

  • il codice cliente unico per tutte le forniture sottoscritte
  • il codice contratto della singola fornitura di gas

Una volta completata, la richiesta sarà verificata dal Comune e trasmessa a Iren per procedere con il riconoscimento del Bonus. Iren provvederà a inviare una comunicazione a ogni richiedente con riportato l’esito sull’accoglimento della richiesta e con l’indicazione delle modalità di erogazione del Bonus.

Stando a quanto riferito dall’azienda, il rimborso verrà erogato al più tardi entro la fine di settembre 2022, ma si pensa di riuscire a velocizzare la procedura già prima dell’estate. Sarà possibile inoltrare le domande fino al 31 maggio 2022, salvo proroghe ancora non comunicate (legate probabilmente all’attivazione dei portali online).

Bonus Teleriscaldamento: come viene corrisposto da Iren 

Per i clienti con contratto individuale e per quelli aggregati ma con impianto centralizzato ripartito (e aventi i requisiti sopra indicati), lo sconto è corrisposto direttamente da Iren nella prima bolletta recapitata dopo l’approvazione dell’agevolazione. Per i Clienti con contratto condominiale centralizzato, il Bonus invece sarà corrisposto da Iren direttamente nella bolletta condominiale.

A questa tipologia di utenti verrà inviata un’apposita comunicazione con le indicazioni per ottenere il Bonus come detrazione sulle spese di riscaldamento da parte del proprio amministratore di condominio. Costui riceverà un’analoga comunicazione da parte di Iren con le informazioni necessarie per il riconoscimento del Bonus al diretto interessato.

Il Bonus viene corrisposto a partire da tre mesi successivi alla data in cui è stata inoltrata la presentazione della domanda sui canali online. Se ad esempio la richiesta viene presentata il 31 maggio 2022, il Bonus Teleriscaldamento verrà erogato a partire dal 1° settembre 2022. Lo stesso meccanismo sarà valido per tutte le domande ricevute, analizzate e approvate dall’azienda nel periodo indicato.