Pensioni, da febbraio anche via email: come richiedere il cedolino online

Pensioni, dal 4 febbraio è possibile richiedere online il cedolino, anche via email

Dal 4 febbraio sarà possibile ricevere il proprio cedolino pensione direttamente tramite email, lo ha annunciato l’Inps con una nota pubblicata sul proprio sito, dove ha presentato un nuovo servizio online di “MyInps”, l’area personale e personalizzabile che mette in contatto gli utenti con l’Istituto e permette la gestione online dei servizi per i contribuenti.

Pensioni, come richiedere online il cedolino per email

Da febbraio i pensionati potranno richiedere di ricevere il cedolino della pensione (così come la Certificazione Unica) direttamente sul proprio indirizzo di posta elettronica.

Tutte le indicazioni sulle modalità di richiesta sono contenute all’interno dell’Area MyINPS, a cui è possibile accedere con le proprie credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CIE (Carta d’Identità Elettronica), oppure ancora tramite CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Una volta effettuato l’accesso l’utente potrà prendere visione delle indicazioni utili per l’attivazione della nuova funzionalità.

Pensioni, come consultare il cedolino online

I cedolini della pensione di febbraio, comunque, potranno essere consultati ancora online. Il servizio di ricezione del documento tramite posta elettronica, quindi, è aggiuntivo.

Il servizio di consultazione online permette di consultare il cedolino della pensione, verificare l’importo dei trattamenti liquidati dall’Inps ogni mese e conoscere le ragioni per cui tale importo può variare. L’utente, inoltre, può accedere ad altri servizi di consultazione, certificazione e variazione dati.

Le principali funzionalità, ovvero le voci che si presenteranno all’utente una volta effettuato l’accesso, sono:

  • cedolino pensione;
  • ultimo cedolino;
  • confronta cedolino;
  • visualizza cedolini;
  • visualizza elenco prospetti di liquidazione (Modelli TE08);
  • elenco deleghe sindacali;
  • gestione deleghe sindacali su trattamenti pensionistici;
  • comunicazioni;
  • dettaglio recapiti;
  • modifica dati personali;
  • riepilogo dati anagrafici;
  • riepilogo dati anagrafici e di pagamento;
  • informazioni Posta Elettronica Certificata;
  • variazione ufficio pagatore;
  • visualizzazione e modifica dati anagrafici, indirizzo e recapiti;
  • recupero Certificazione Unica;
  • stampa Certificazione Unica;

Ogni opzione, ovviamente, risponde ad una precisa esigenza.

Pensioni di febbraio: il calendario

Va ricordato che per il mese di febbraio 2021 il pagamento della pensione avverrà con valuta 1° febbraio. Sulla base dell’ordinanza n. 723 della Presidenza del Consiglio dei Ministri, anche per febbraio, per coloro che riscuotono presso Poste Italiane SpA è prevista l’anticipazione del pagamento che, rispetto alle normali scadenze, sarà distribuito su più giorni. In particolare, il pagamento verrà effettuato dal 25 gennaio al 1° febbraio.

Nel caso di riscossione allo sportello, Poste Italiane hanno scaglionato le presenze dei pensionati in base alle iniziali del cognome del titolare della prestazione, secondo il seguente calendario:

  • A-B, lunedì 25 gennaio;
  • C-D, martedì 26 gennaio;
  • E-K, mercoledì 27 gennaio;
  • L–O, giovedì 28 gennaio;
  • P-R, venerdì 29 gennaio;
  • S-Z, sabato (mattina) 30 gennaio.

Per quanto riguarda le prestazioni fiscalmente imponibili, sul rateo di pensione di febbraio, oltre all’IRPEF mensile verranno trattenute le addizionali regionali e comunali relative al 2020, oltre recupero delle ritenute erariali relative allo stesso anno. Le somme conguagliate verranno certificate nella Certificazione Unica 2021.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pensioni, da febbraio anche via email: come richiedere il cedolino onl...