Enigma, il diamante nero più grande al mondo venuto dallo spazio: quanto è costato

La pietra preziosa extraterrestre è stata battuta all'asta di Sotheby's e acquistata da un imprenditore di monete elettroniche

Si chiama ‘Enigma’ il diamante nero più grande al mondo venduto all’asta per 3,75 milioni di euro, un nome che è già tutto un programma. La pietra preziosa proveniente dallo spazio è stata battuta all’asta di Sotheby’s al prezzo di 3,16 milioni di sterline, circa 3,75 milioni di euro. Ad aggiudicarsela l’imprenditore di criptovalute Richard Heart, uno della generazione dei milionari diventati ricchi grazie alle monete elettroniche, che stanno suscitando nuovo interesse verso il fenomeno delle aste delle pietre di origine extraterrestre.

Venduto il più grande diamante nero venuto dallo spazio: cos’è Enigma

Heart, fondatore della piattaforma di blockchain HEX, ha annunciato su Twitter ai suoi oltre 180.000 follower di essere il nuovo proprietario di ‘Enigma’ che ribattezzerà il diamante con il nome di ‘HEX.com diamond’.

La pietra preziosa, con un peso di 555,55 carati (111,11 grammi), è stato certificato ufficialmente come il diamante nero naturale più grande del mondo e di diamante tagliato più grande del mondo secondo il riconoscimento concesso nel Guinness dei primati nel 2006.

Con le sue 55 facce, Enigma è stato lavorato in modo da assomigliare a un ‘hamsa’, la mano di Fatima, l’amuleto a forma di palmo chiuso di una mano simbolo di protezione e buona fortuna in tutto il Medio Oriente.

Il diamante nero era stato acquistato allo stato di pietra grezza alla fine degli anni ’90 e pesava oltre 800 carati: ci sono voluti più di tre anni per tagliarlo in modo da ottenere sua forma attuale, con misure di 54x44x32 millimetri.

I 3,75 milioni di euro pagati da Richard Heart per acquistarlo non rappresenta però un record tra le pietre preziosa: il primato per una gemma venduta all’asta è detenuto da ‘Pink Star’, il diamante rosa venduto per 71,2 milioni di dollari in un’asta di Sotheby’s a Hong Kong nel 2017 (parlammo qui dell‘asta per Pink Star).

Come sottolineato da Sotheby’s, a differenza dei diamanti classici che vengono estratti dalle profondità della terra, quelli neri si trovano maggiormente in superficie, fattore che li fa ritenere di “possibili origini extraterrestri”, quasi esclusivamente in Brasile e nella Repubblica Centraficana.

Queste gemme si sarebbero formate, infatti, in un periodo che va dai 2,6 ai 3,2 miliardi di anni, in ere precedenti a quelle dei dinosauri, a seguito dell’impatto di un asteroide sulla Terra.

“Si pensa che questo tipo di diamanti neri si formino in seguito all’impatto di meteoriti o abbiano origini extraterrestri, come esplosioni di supernove che formano asteroidi diamantiferi che alla fine si scontrano con la terra”, ha spiegato la casa d’aste (qui abbiamo parlato dell’asta dei beni di Maradona).

Venduto il più grande diamante nero venuto dallo spazio: il fenomeno

La vendita di Enigma dimostra come verso le pietre di origine extraterrestre si stia ridestando un interesse mai registrato prima, fenomeno diventato di moda soprattutto dalle nuove generazioni di milionari in criptovalute, che hanno abbassato di molto l’età media delle aste per questo tipo di oggetti.

Una serie di ricche aste era andato già in scena nel 2021, con un tutto esaurito da 75 lotti, 72 venduti al di sopra della loro stima massima (qui per conoscere il costo record dell’autoritratto di Frida Khalo).

Il prezzo dei meteoriti vanno in media dai 350 ai 600 mila euro circa, cifra quest’ultima pagata per una pietra proveniente da marte che è stato considerato fino a questo momento il più grande ad aver raggiunto la Terra. A determinarne il costo ci sono la forma, la storia, la grandezza e lo stato del meteorite.