Dove posso trovare il codice Ateco e a che cosa serve

Tutto sul codice Ateco: cos'è, come è possibile individuarlo, quali sono i suoi usi

Codice identificativo alfanumerico, l’Ateco (ATività ECOnomiche) viene fornito dalla Camera di Commercio all’apertura di una nuova attività. Tipologia di classificazione adottata dall’ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica Italiano), serve a classificare le attività a livello contributivo, e quindi alle rilevazioni statistiche nazionali di carattere economico.

Per trovare il codice Ateco della propria attività economica, si possono consultare il certificato di attribuzione del proprio numero di Partita IVA oppure la visura camerale. In alternativa, si può utilizzare lo strumento di ricerca Ateco presente sul sito dell’ISTAT, a questo indirizzo.

Grazie al codice Ateco è possibile stabilire la categoria di pertinenza della propria attività economica a fini fiscali e statistici. Attualmente è in vigore la classificazione Ateco 2007, con cui – con l’obiettivo di semplificare le informazioni che le pubbliche amministrazioni gestiscono – alle attività economiche viene attribuita la stessa classificazione per tutti i fini: statistici, fiscali, contributivi.

Diversi sono in casi in cui il codice Ateco è indispensabile. Ad esempio, lo è quando si vuole aprire una nuova Partita IVA: all’Agenzia delle Entrate bisognerà comunicare la tipologia dell’attività che si vuole andare a svolgere, basandosi proprio sulla classificazione Ateco 2007.

Inoltre, è fondamentale nell’ambito della sicurezza del lavoro, dove viene utilizzato per individuare se la propria attività ha un rischio basso, medio o alto: a ciascun codice Ateco è stata attribuita una fascia di rischio. È basandosi su di essa che vengono definite le misure di sicurezza di un locale, le misure di prevenzione e di protezione dei lavoratori, la formazione in tema di salute e sicurezza sul lavoro.

Se un’azienda svolge diverse attività economiche, il codice Ateco primario sarà quello dell’attività che contribuisce in percentuale maggiore al valore aggiunto dell’unità: tutte le altre attività economiche saranno identificate con un codice Ateco secondario.

Ogni codice Ateco – che è indispensabile quando si partecipa ad un bando, o si tratta con le pubbliche amministrazioni – si compone di una lettera (che identifica il macrosettore economico) e di numeri (da 2 a 6) che rappresentano le articolazioni di tale macrosettore: divisioni, gruppi, classi, categorie e sottocategorie.

Dove posso trovare il codice Ateco e a che cosa serve