Le cose che non si devono mai gettare nella spazzatura

Cresce la sensibilità verso il riciclo, ma si commettono ancora degli errori: ecco alcune cose che non vanno gettate nella spazzatura.

La raccolta differenziata è un passaggio fondamentale nel processo di riciclo. Non  sempre facile però capire cosa si può riciclare e cosa no. Cerchiamo di fare chiarezza su quel che non va gettato nella spazzatura.

Scatole di cartone
Avete fatto acquisti online e vi hanno appena consegnato il vostro pacco in una scatola di cartone? Non gettatela nell’immondizia, ma lasciatela da parte, insieme alla carta, in modo che possa essere riciclata.

Bottiglie di plastica
La plastica è uno dei grandi nemici dell’ambiente, per fortuna può essere riciclata. Non fatevi prendere dalla pigrizia, anche una semplice bottiglietta di plastica può avere una nuova vita e non buttandola nell’immondizia ne ridurrete l’impatto sull’ambiente.

Carta
Da una recente indagine è emerso che circa il 26% dei rifiuti negli Stati Uniti è rappresentato dalla carta e c’è da aspettarsi che anche in Europa i dati siano simili. Attenzione dunque a gettarla nell’apposito contenitore per la carta e non in quello della spazzatura indifferenziata.

Tappi di sughero
Sapevate che i tappi di sughero sono riciclabili? Il consorzio Rilegno che si occupa di recupero e riciclaggio degli imballaggi di legno e sughero si pone l’obiettivo di sensibilizzare le persone in modo da poter recuperare e riciclare i tappi di sughero per impiegarli nell’edilizia e nell’artigianato attraverso una raccolta differenziata che ne permetta il riuso. Essendo il sughero un materiale totalmente riciclabile può infatti essere usato nella realizzazione di pannelli isolanti e di svariati altri oggetti.

Avanzi di cibo
Gli avanzi di cibo vanno gettati nell’umido o usati per il compost domestico. L’ideale sarebbe arrivare a ridurre gli sprechi alimentari imparando a fare la spesa e a cucina in base alle reali esigenze, evitando gli eccessi. Fate attenzione alle date di scadenza è la prima regola da rispettare per evitare che il cibo venga buttato. Esistono poi delle associazioni che si occupano di donare cibo a chi è in difficoltà economica, informatevi sulle iniziative svolte in questo ambito nella vostra città, sarà un bel modo per ridurre sprechi e aiutare chi è meno fortunato.

Alluminio
Non buttate le lattine e barattoli di alluminio nell’immondizia e nemmeno i vari contenitori di questo materiale con cui vengono confezionati prodotti alimentari e non. L’alluminio può infatti essere riciclato, basta lavare il barattolo e metterlo negli appositi contenitori.

Vestiti
Abiti, scarpe e coperte vanno buttati nell’apposita campana per la raccolta di indumenti usati in modo che possano essere donati a chi è in difficoltà o rivenduti da parte di associazioni benefiche in modo che abbiano una seconda vita e si evitino sprechi. Peraltro sempre più negozi di abbigliamento e intimo invitano la propria clientela a portare nel negozio stesso gli abiti che non indossano più proprio allo scopo.

Rifiuti chimici
Detergenti per la casa, antigelo, olio dell’auto, fluidi di trasmissione e del motore, pesticidi, sono tossici per l’ambiente per cui non vanno buttati nella comune spazzatura. Informatevi su dove e come si effettua la raccolta di questi prodotti nella vostra città.

Batterie
Ormai non possiamo fare a meno delle batterie per alimentare il telecomando della TV o altri dispositivi elettrici. Ricordatevi che non vanno smaltiti separatamente. Nei supermercati è possibile trovare dei contenitori dove vengono raccolte.

Dispositivi elettronici
Mai buttare stampanti, computer o simili nell’immondizia. Informatevi invece su dove sono i centri di raccolta dei rifiuti elettronici e tecnologici della vostra città e sulle modalità di consegna/ritiro.

Le cose che non si devono mai gettare nella spazzatura