Cashback, primi rimborsi in arrivo: chi ne ha diritto?

Primo semestre in chiusura il 30 giugno

Si chiude il prossimo 30 giugno  la “fase 1” del programma di rimborsi per chi paga con carta o app avviato dal Governo Conte per incentivare, da un lato i consumi e dall’altro l’utilizzo della moneta elettronica.

Cashback, rimborsi in arrivo

In totale, ad oggi, in base ai numeri dell’app Io, sono circa 720 milioni le transazioni elaborate e più di 7,85 milioni gli utenti che hanno effettuato pagamenti validi per ottenere il rimborso. Di questi, 5,89 milioni hanno superato la soglia minima di 50 transazioni per ricevere un ritorno del 10% di ogni transazione effettuata (fino ad un massimo di 150 euro).

Discorso diverso per quanti puntano ad entrare entrare nella classifica dei 100 mila che avranno il ghiotto Super Cashback da 1500 euro, al momento bisogna aver messo in fila più di 689 transazioni. C’è poi da sciogliere il nodo dei “furbetti” del SuperPremio.

I numeri del primo semestre

Nel dettaglio, lo scontrino medio è di 35,6 euro. E’ possibile usare  carte e app anche per pagare un semplice caffè: il 16,2% delle transazioni è infatti per importi inferiori ai 5 euro. Decisamente esigua la percentuale di transazioni destinata ai maxi importi: lo 0,84% delle transazioni è, infatti, per acquisti superiori ai 300 euro.

Cosa succede ora?

Il programma, dopo la “prova” di Natale è partito ufficialmente il primo gennaio ed è attualmente finanziato fino a giugno del prossimo anno. Si (ri)parte il 1 luglio con le medesime regole. Per quanti partecipano già non servirà una nuova registrazione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cashback, primi rimborsi in arrivo: chi ne ha diritto?