Arriva la lavatrice a noleggio: Haier rivoluziona il bucato

Il produttore giapponese che controlla anche i marchi Candy e Hoover ha inaugurato un servizio destinato a cambiare il modo di concepire il bucato

Arriva in Italia  la lavatrice a noleggio, che consente di usufruire di un servizio di lavaggio del bucato di altissima qualità, spendendo un tanto per ogni lavaggio. Un servizio che potremmo definire pay-per-wash riadattando lo slogan pay-per-view della TV a pagamento. La rivoluzione arriva da Haier Washpass e sarà operativa in Italia da settembre 2022.

Di cosa si tratta?

In pratica si tratta di un abbonamento ad un servizio di lavaggio. Si pagherà una cifra iniziale e poi un canone mensile in base al numero di lavaggi e la lavatrice arriverà a casa in comodato d’uso.

Non di dovrà fare manutenzione o ripararla e neanche mettere un detersivo che è già incluso e in cartucce simili a quelle della stampante o del caffè in cialde.

Il servizio, molto utile per chi non fa tante lavatrici, costituisce una evoluzione delle lavatrici a gettone, solo che in questo caso non servirà raggiungere il negozio. Garantisce un importante risparmio energetico (leggi anche l’articolo su come risparmiare con gli elettrodomestici). E si potrà anche comandarla anche a distanza con lo smartphone perché la lavatrice Haier è anche connessa.

I vantaggi

Oltre ad affrancarsi dai quotidiano problemi di manutenzione e riparazione, la lavatrice come detto usa cartucce ricaricabili come detersivo, il migliore in circolazione, che garantisce un bucato come non mai. Si tratta di un detersivo professionale prodotto da Nuncas, marchio italiano leader nel settore della pulizia, che garantisce un lavaggio perfetto perché è un sapone-non sapone che su basa sulla disgregazione dei componenti e spreca meno acqua ed energia.

La lavatrice fornita è top di gamma, ma non si dovranno spendere cifre esorbitant9i per avere a casa il miglior apparecchio in commercio, solo un semplice abbonamento.

Il costo

Il costo prevede una quota fissa iniziale di circa 80-100 euro ed in seguito un abbonamento mensile che potrebbe essere di 10 o 20 euro a seconda del numero di lavaggi.

Un costo che, secondo l’azienda, è recuperabilissimo perché include il detersivo, la manutenzione e riparazione e garantisce il maggior risparmio energetico pari in media al 70% rispetto ad una lavatrice tradizionale. E questo perché la lavatrice è progettata per scegliere la giusta quantità di detersivo, acqua ed energia in base al tipo di panni da lavare.