Nuovo assegno unico figli: quando arriva, quali sono gli importi

Tutte le informazioni sull'assegno unico figli 2021: pagamenti, importo, requisiti per riceverlo

Non si tratta più del cosiddetto assegno ponte, ma di un provvedimento a carattere permanente, che sostituirà quello a carattere temporaneo. Il governo ha deciso una data per l’entrata in vigore dell’assegno unico per i figli in quanto misura strutturale e non provvisoria. La mossa si accompagna a una rideterminazione dell’importo.

A quanto ammonta la nuova cifra? E a partire da quando l’assegno unico per i figli permanente sarà disponibile? Come si confrontano i nuovi parametri con quelli che caratterizzano invece l’assegno ponte in vigore fino al prossimo 31 dicembre 2021?

Ecco tutte le risposte ai più frequenti interrogativi

Assegno unico figli 2021: pagamenti, importo, requisiti per riceverlo

Dal 1° luglio 2021 e fino al 31 dicembre 2021, è stato introdotto un assegno temporaneo detto “assegno ponte”, destinato alle famiglie con figli minori che non abbiano diritto a nessuno degli altri assegni destinati alle famiglie. L’assegno ponte, che viene riconosciuto a cadenza mensile, è valido per le famiglie con figli di età compresa tra gli 0 e i 18 anni.

Il beneficio medio riferibile alla misura è pari a 1.056 euro per nucleo e 674 euro per figlio (per il periodo che va dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2021), gli importi tengono conto di una maggiorazione equivalente a 37,5 euro per ciascun figlio in favore dei nuclei familiari fino a due figli e di 55 euro per ciascun figlio in favore dei nuclei familiari di almeno tre figli.

Qui tutti i dettagli riguardanti i requisiti indispensabili a fare domanda del sussidio. Ecco invece un focus sui tempi e sulle modalità di pagamento.

Come cambierà l’assegno unico per i figli nel 2022 e quando

L’ufficialità arriverà con il Consiglio dei Ministri della prossima settimana. Fonti ministeriali, alle quali si è accennato nei giornali, hanno fatto riferimento ai nuovi importi dell’assegno unico per i figli cosiddetto “strutturale”.

A seconda del reddito, si va dai 50 euro ai 180 euro. Dal terzo figlio in poi si potrà arrivare fino a circa 250-260 euro per ogni figlio. L’assegno dovrebbe essere erogato su base annuale ma da marzo al marzo successivo, invece che da gennaio. Le domande invece sarebbero da presentare entro gennaio, per avere accesso, nel terzo mese dell’anno, al beneficio. Non si tratterebbe quindi di uno slittamento, ma di un modo di garantire alle famiglie i tempi per la presentazione dell’ISEE.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nuovo assegno unico figli: quando arriva, quali sono gli importi