Le caratteristiche della domiciliazione bancaria delle bollette

Domiciliazione bancaria: informazioni utili per il pagamento delle proprie bollette di luce e gas

La domiciliazione bancaria è una soluzione comoda per evitare ritardi, dimenticanze e file nei pagamenti ma in cosa consiste esattamente? Scopriamone di più. La domiciliazione bancaria non è altro che un servizio associato al conto corrente, un’operazione che permette di addebitare in automatico un pagamento periodico sul conto. Un esempio? Le bollette o le rate di un finanziamento, insomma oggi è una pratica piuttosto comune e diffusa per soddisfare in modo rapido e comodo svariati bisogni.

Qui puoi scoprire i migliori conti correnti con domiciliazione bancaria. 

In sostanza il cliente, titolare di un conto corrente, impartisce alla propria banca l’ordine di pagare utenze e rate a scadenza periodica. L’autorizzazione viene data una sola volta e poi avviene in maniera continuativa senza bisogno di confermare ad ogni addebito. Non solo fornitori di servizi, è uno strumento utile anche per saldare rate di mutui e prestiti.
Ovviamente si può decidere di interrompere questa tipologia di procedimento quando si vuole rispettando ovviamente le modalità in vigore presso il proprio istituto bancario.

Vantaggi della domiciliazione bancaria

Il pagamento periodico, a scadenza regolare, meno amato di tutti sono le bollette ma ancora più odiata è la fila alla posta! Il primo vantaggio della domiciliazione delle bollette è quindi sicuramente il tempo, non ci si reca fisicamente all’ufficio postale risparmiando preziose ore del giorno libero dal lavoro. Secondo pro, si evitano more per pagamenti in ritardo. Presi da mille impegni non è così difficile dimenticare qualcosa, in questo caso un bollettino postale, un foglio di carta che può costarci caro.

La convenienza è un altro fattore determinante a favore della scelta della domiciliazione bancaria delle utenze dato che online è possibile trovare moltissime offerte promozionali per chi decide di attivare questa modalità di pagamento. Non ci sono commissioni, intermediari fisici e c’è invece puntualità e risparmio. Confrontando i vari contratti proposti, si può scegliere quello più congeniale con un semplice click. Si può inoltre decidere di farsi inviare le bollette tramite mail, non si perdono, non possono arrivare in ritardo ed è un’ulteriore scelta green. Una soluzione ecologica senza spreco di carta.

Come attivare la domiciliazione bancaria

L’attivazione stessa dell’addebito diretto conosciuta anche come RID (Rapporto Interbancario Diretto), oggi sostituito con la procedura SEPA (SSD Sepa Direct Debit) è piuttosto semplice, si dà disposizione alla proprio banca allo sportello oppure online. Spesso però è direttamente il fornitore del servizio che si occupa di tutte le operazioni necessarie. Per esempio nel caso della domiciliazione delle bollette Enel i passaggi sono pochi e facili da seguire. Occorre avere ovviamente un conto corrente bancario o postale o una carta di credito.

Si accede all’area clienti con le proprie credenziali, si clicca sulla voce modalità di pagamento si indica il proprio IBAN o il numero della carta di credito e il gioco è fatto. La bolletta web è il vantaggio ulteriore per avere tutto sotto controllo. Qualora si abbiano dei dubbi, basterà controllare e consultare lo storico della fatture già pagate, comodamente ordinate e conservate in modo digitale.

La domiciliazione bancaria TIM offre un ventaglio di possibilità per essere attivata, dall’App, all’area clienti del sito, passando per la propria banca o l’ufficio postale. In alternativa, chiamando telefonicamente il servizio clienti e comunicando il codice IBAN o compilando un form online sul sito stesso della compagnia telefonica. Nessun anticipo e nessun costo di attivazione.

Come disattivare la domiciliazione bancaria

La revoca dell’addebito diretto SEPA avviene nelle stesse modalità. Ci si può rivolgere al proprio istituto di credito o all’azienda stessa. Spesso si può bloccare e annullare il pagamento già online, in modo autonomo. Se per esempio, una delle bollette ricevute vi sembrano troppo alte e credete ci sia un errore, è possibile contestarla e annullare l’addebito nella sezione pagamenti. Ci sono ovviamente dei tempi prestabiliti per farlo e per ottenere il rimborso. Il blocco o la revoca della domiciliazione bancaria o postale è quindi un’operazione altrettanto rapida e semplice.

Non tutti gli istituti di credito operano nello stesso modo quindi è meglio informarsi adeguatamente. Alcuni sfruttano, come per l’attivazione, l’home banking, altri invece richiedono di presentarsi allo sportello. Si può optare anche per una sospensione temporanea, magari relativa ad un solo errore senza ricorrere ad una misura definitiva come la revoca. La domiciliazione bancaria è un servizio senza dubbio pratico e funzionale. La digitalizzazione dei pagamenti delle bollette è un beneficio sotto diversi punti di vista e si può agevolmente tenere sotto controllo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le caratteristiche della domiciliazione bancaria delle bollette