Bonus psicologico, come richiederlo: le nuove indicazioni

Bonus psicologico, in arrivo un portale per prenotare il contributo fino a 600 euro, sarà l'Inps a pagare i professionisti e gli specialisti

Sta per partire il bonus psicologico, il contributo pari a 600 euro per ogni cittadino che abbia un reddito inferiore ai 50 mila euro annui e abbia la necessità di pagarsi le sedute di psicoterapia.

Il bonus potrà essere richiesto attraverso un portale che sarà attivato dall’Inps a cui spetterà poi il versamento del pagamento della prestazione agli iscritti all’Ordine degli psicologi che si sono resi disponibili. Per i cittadini non ci saranno dunque oneri aggiuntivi o anticipi da pagare.

Bonus psicologico, le risorse

Per il bonus psicologico il Governo ha stanziato 20 milioni, di cui 10 destinati al rafforzamento delle strutture sanitarie e gli altri 10 destinati ai cittadini che potranno beneficiare dei voucher.

“L’Inps – ha detto il ministro – offrirà il portale per le prenotazioni e sarà anche il soggetto pagante rispetto ai professionisti che si renderanno disponibili e che l’Ordine nazionale degli psicologi sta coinvolgendo in tutta Italia. Chi ha bisogno di aiuto potrà scegliere liberamente il professionista tra coloro che devono aver aderito all’iniziativa”.

“Il meccanismo immaginato – ha spiegato Speranza – consentirà di accedere al contributo senza oneri o anticipazioni da parte di chi vuole usufruire del bonus”.

Bonus psicologico, cos’è

Il bonus psicologico consiste in contributo pari a 600 euro per ogni cittadino, sarà parametrato in base all’Isee, con il tetto massimo fissato a 50mila euro puntando a favorire i redditi più bassi.  Potranno accedervi gli italiani, senza distinzioni d’età, dopo prescrizione medica e diagnosi del disagio.

Il bonus si propone di “potenziare l’assistenza per il benessere psicologico individuale e collettivo, anche mediante l’accesso ai servizi di psicologia e psicoterapia in assenza di una diagnosi di disturbi mentali, e per fronteggiare situazioni di disagio psicologico, depressione, ansia, trauma da stress”.
Un’attenzione particolare sarà rivolta a bambini e adolescenti, soprattutto se appartengono a famiglie in difficoltà economiche.

ll contributo punta a sostenere le spese fino a dodici sessioni di psicoterapia, nel presupposto che la tariffa minima delle sedute si aggiri intorno ai 50 euro l’una.

Bonus psicologico, l’Inps gestirà il portale per le domande

L’Inps metterà a disposizione un portale per le prenotazione e sarà lo stesso Istituto a pagare i professionisti che si renderanno disponibili.
Le modalità di presentazione della domanda per accedere al contributo, l’entità e i requisiti anche reddituali per la sua assegnazione saranno stabiliti da un decreto del ministero della Salute adottato di concerto con quello dell’Economia.

Il ministro Speranza ha poi chiarito che “il meccanismo che abbiamo individuato consentirà di accedere al contributo senza oneri o anticipazione da parte della persona che vuole usufruire del bonus. Questa stessa persona potrà scegliere liberamente il professionista tra coloro che naturalmente abbiano aderito all’iniziativa”.