Mascherine obbligatorie o “lockdown di fatto”: l’amara previsione

Tra positivi e persone in isolamento, rischiamo un "lockdown di fatto" che fermerà le attività produttive e commerciali e i servizi turistici

Stiamo assistendo a una “crescita esponenziale dei contagi”, a cui va aggiunto il numero sommerso dei casi di Covid non dichiarati. A lanciare l’allarme è Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, che dall’inizio della pandemia monitora l’andamento dei contagi e la tenuta degli ospedali. La situazione è drammatica anche a causa dei rallentamenti sulle quarte dosi e le grandi differenze regionali nelle coperture, e c’è un’alta percentuale di popolazione sintomatica o in isolamento domiciliare.

Stiamo andando verso un “lockdown di fatto”: parla Nino Cartabellotta

Stiamo andando incontro, per il medico, a un “lockdown di fatto” sui vari servizi, inclusi quelli turistici proprio all’inizio dell’estate. La corsa del virus rischia di mettere nuovamente in ginocchio il Paese, visto l’alto numero di persone che non possono uscire di casa a causa del virus. Giornate lavorative perse, attività chiuse per malattia, vacanze cancellate: difficile quantificare oggi i danni economici già in atto.

Non solo tanti italiani hanno contratto il Sars-Cov-2, ma torna a crescere il numero di pazienti ricoverati nei reparti Covid, aumentati in una sola settimana del 32,6%, e in terapia intensiva, con un incremento del 36,3%. anche i decessi sono cresciuti rispetto al monitoraggio precedente, del 18%.

Ci sono “reali motivi di preoccupazione” per la tenuta ospedaliera, considerando che l’occupazione dei posti letto “è destinata ad aumentare nelle prossime settimane”, avverte Nino Cartabellotta. Che invita il Governo a ripensare alla strategia vaccinale, senza rimandare ulteriormente la quarta dose, per ora consigliata solo ai pazienti anziani e fragili – per il resto della popolazione si attendono invece i vaccini di seconda generazione, di cui vi abbiamo parlato qua.

Il consiglio sulle mascherine, unico “strumento efficace” contro il Covid

In attesa di nuove misure anti contagio, per evitare il “lockdown di fatto” per via dei pazienti sintomatici e in isolamento, è indispensabile per la Fondazione Gimbe iniziare a contenere la circolazione virale. L’arma principale, come ormai sappiamo dopo due anni di pandemia, è quella di utilizzare le mascherine al chiuso, nei luoghi affollati e poco ventilati, e all’aperto in caso di assembramenti. Qua la lista dei luoghi in cui l’uso della mascherina è ancora obbligatorio fino al 30 settembre.

Oggi ‘utilizzo della mascherina rimane “lo strumento più efficace” che il singolo ha per arginare la diffusione del virus. “Utilizziamola, facciamolo per la nostra salute, per i professionisti sanitari stremati da due anni e mezzo di pandemia, per l’economia del nostro Paese e per non ritrovarci nuovamente con gli ospedali in sovraccarico che causano inaccettabili ritardi alle cure di tutti i cittadini”, chiede Nino Cartabellotta.

Dove conviene comprare le mascherine Ffp2 certificate a prezzi scontati

La scelta della mascherina giusta è importante, considerando che non tutte le mascherine proteggono allo stesso modo, come spiegato qui. È possibile acquistare le mascherine Ffp2 certificate in rete, su Amazon, a prezzi molto convenienti.

Tra i modelli più venduti sul sito e apprezzati dai clienti c’è questa scatola da 50 mascherine Ffp2 bianche a 4 strati, Made in Italy, con filtraggio Bfe ≥99%, certificate CE, ISO 13485 e ISO 9001.

Se 50 mascherine sono troppe per le vostre esigenze, è possibile acquistare, a un prezzo ancora più vantaggioso, queste 20 mascherine Ffp2 bianche a 4 strati certificate CE 0099, con filtraggio Bfe superiore al 95%.

Se non volete rinunciare agli abbinamenti cromatici proprio in vista dell’estate, esistono anche mascherine colorate. Come quelle contenute in questo pacco da 20, a 5 strati, in offerta limitata.

Per i più piccoli, invece, è molto conveniente questa scatola da 24 mascherine Ffp2, in 12 colorazioni, in formato small, con Bfe ≥99%, prodotte in Italia e con certificazione CE.