Pensioni ridotte del 50% in arrivo? Facciamo chiarezza

Fake news e messaggi virali ai tempi del Coronavirus: la bufale del taglio delle pensioni

Pensioni ridotte del 50% per far fronte all’emergenza Coronavirus“, è questa la bufala che in questi giorni sta facendo il giro del web, passando da uno smartphone all’altro alla velocità della luce. Con l’allerta sanitaria è scoppiata anche una pandemia di fake news che, poiché confezionate a regola d’arte, stanno traendo in inganno un numero sempre maggiore di persone.

Pensioni, ridotti gli importi degli assegni di aprile: il falso messaggio Inps

“Il pagamento delle pensioni per il mese di aprile avverrà in forma ridotta del 50% per poi essere recuperato integralmente nel mese di agosto”, questo riporta il falso messaggio Inps diffusosi su WhatsApp. Una bufala bella e buona che, tuttavia, ha allarmato non poche persone.

Il comunicato girato in chat, però, non è mai stato pubblicato sul sito istituzionale, semplicemente perché non è mai esistito. Chi non ha provveduto a fare questo check, tuttavia, ha in molti casi creduto alla notizia, anche perché risulta difficile distinguere il documento falso da uno vero. Il messaggio in questione, infatti, riportava un numero di protocollo (messaggio n. 1003) e la firma del Direttore Generale Vicario dell’Istituto su tanto di carta intestata.

Finti assegni e sospensioni degli stipendi per i dipendenti della Pubblica Amministrazione

Il messaggio relativo al – finto – taglio delle pensioni, purtroppo, non è un caso isolato. Da quando è stato dichiarato lo stato d’emergenza, difatti, le truffe che sfruttano l’emergenza Coronavirus sono aumentate a dismisura. Negli ultimi giorni, per esempio, è stato diffuso un falso comunicato di NoiPa (portale che gestisce i pagamenti dei dipendenti pubblici) dove, sempre su carta intestata, si parla di una sospensione degli stipendi per il mese di marzo e aprile. Si tratta di una comunicazione ingannevole, ovviamente, ma NoiPa ha dovuto comunque precisarlo tramite i suoi canali social.

Una fake news è anche quella relativa all’assegno di 350 euro destinato a chi in queste settimane è costretto a rimanere a casa. Tra i bonus al vaglio del Governo, infatti, non vi nulla di simile. L’Esecutivo sta attualmente lavorando su misure di supporto economico a sostegno di lavoratori e famiglie in difficoltà, ma non basterà semplicemente essere stati in quarantena per averne diritto.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pensioni ridotte del 50% in arrivo? Facciamo chiarezza